mercoledì , 25 Maggio 2022

KOYAANISQATSI: UN CLASSICO CINEMATOGRAFICO MUSICATO DAL VIVO
Stasera a Rovereto la��evento con Philip Glass e il suo Ensemble

Il film protagonista di oggiUna giornata all’insegna dell’incontro quello che prende vita oggi, venerdì 7 aprile al Festival Futuro Presente di Rovereto. L’incontro, anzitutto, tra Philip Glass, Gino Castaldo e Paolo Biamonte e quindi tra Philip Glass, il suo ensemble e le immagini del film di Godfrey Reggio.
Si intitola “Tutto in una nota” l’appuntamento che alle ore 17 nella Sala Conferenze del Mart mette a confronto il maestro con i due critici musicali e giornalisti di La Repubblica, Gino Castaldo e Paolo Biamonte, per un dialogo a tre sulla nascita, lo sviluppo e il futuro del minimalismo americano, tra linguaggio colto e linguaggio popolare.
Alle ore 18 sempre alla Sala Conferenze viene proiettato il film di Errol Morris The Fog Of War con colonna sonora di Philip Glass.
Alle ore 21 Philip Glass e Philip Glass Ensemble musicano dal vivo il film Koyaanisqatsi Life out of Balance di Godfrey Reggio. Lo stesso regista dichiara: “ Koyaanisqatsi non si sofferma su un tema in particolare, così come non racchiude un significato o valore specifico. Koyaanisqatsi rappresenta, in effetti, un oggetto animato, un oggetto nel tempo che avanza, il cui significato dipende dall’interpretazione che ne dà lo spettatore. L’arte non possiede un significato intrinseco: in questo sta la sua potenza, il suo mistero e, di conseguenza, il suo fascino. Così, a prescindere dalla mia personale intenzione all’atto della creazione di questo film, sono consapevole del fatto che qualsiasi significato o valore assunto da Koyaanisqatsi si deve unicamente allo spettatore. Il ruolo del film è quello di provocare, di sollevare interrogativi che solo il pubblico è in grado di risolvere. Questo è il maggior valore di qualsiasi opera artistica: non un significato predeterminato, bensì un significato dedotto dall’esperienza dell’incontro. L’incontro è al centro del mio interesse, non il significato. Se il fine è il significato, allora la propaganda e la pubblicità rappresentano la sua giusta forma. Così, nella prospettiva artistica, il significato di Koyaanisqatsi coincide con qualsiasi cosa si voglia leggere in esso: in questo sta la sua grandezza”. Al termine di Koyaanisqatsi verrà proiettato anche il video realizzato dagli allievi dell’Istituto Don Milani –Depero. Una personalissima rivisitazione delle tematiche proposte nel film di Reggio. Otto minuti che sono piaciuti molto anche a Philip Glass.

Koyaanisqatsi su Google >

Vedi anche

Al Muse le monumentali sculture animali di Jürgen Lingl-Rebetez

Al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, fino al 12 gennaio 2020 sarà possibile …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *