Pensieri sparsi ai confini del mondo // India e Nepal

pubblicato da: pibedeor - 15 gennaio, 2014 @ 9:34 am

Amber o Amer Fort (Hindi: आमेर क़िला, conosciuto anche come Amber Fort) vede il proprio nome derivare da Amba, la Dea Madre // Rajasthan (hindi: राजस्थान)

Il tempio è maggiormente conosciuto nel mondo occidentale come il “Tempio d’Oro”, sebbene sia possibile trovarlo tradotto come il “Tempio d’Oro di Amritsar”. Tuttavia, il suo vero nome è quello di Harmandir Sahib, (punjabi: ਹਰਿਮੰਦਰ ਸਾਹਿਬ o ਹਰਿਮੰਦਿਰ ਸਾਹਿਬ), o anche Darbar Sahib, Hari Mandir, Harimandar tra le altre varianti, che significa letteralmente “Tempio di Dio”, essendo appunto composto dalle parole Hari, “Dio”, e Mandir, “Tempio”.
Ai sikh è proibito ogni tipo di dipendenza da sostanze, come l’alcol, tabacco e altro; in più non possono mangiare qualsiasi tipo di carne, pesce e uova; o tagliarsi i capelli/peli del corpo. Un sikh deve considerare la moglie di un altro uomo alla stregua di sorella o madre, e la figlia di un altro come sua. La stessa regola è applicata anche alle donne.

continua »

Condividi

No Comments »

IL 2013 IN DUE MINUTI
2013 Candles our earth

pubblicato da: pibedeor - 15 novembre, 2013 @ 10:42 am

Saranno 2014, tra poco meno di due mesi, le candeline da spegnere alla nostra amata Terra. Ma cosa è successo in questo 2013? Quali gli eventi, i personaggi, le imprese che ci hanno fatto emozionare, piangere, indignare in questo anno? Poco più di 2 minuti è il limite di tempo che mi sono dato per condensare tutto in un mosaico di immagini, per cercare di dare un senso a questo anno che ormai sta per finire, per cercare di carpire, immagine dopo immagine, un andamento, un segno, una relazione, sul significato del nostro tempo.

continua »

No Comments »

ITALY IN A DAY
La versione italiana di “Life in a day”

pubblicato da: pibedeor - 31 ottobre, 2013 @ 8:48 am


Il 24 luglio 2010 circa 80.000 utenti provenienti da 140 nazioni diverse per un totale di 4.500 ore di girato, armati di telecamere, smartphone e cellulari hanno registrato uno spezzone della propria vita per il primo progetto di documentario collettivo chiamato “Life in a day“, esperimento globale unico, nato dall’idea di realizzare un documentario che nasce dal basso sviluppata da Ridley Scott che ha affidato al regista Kevin Mcdonald, Premio Oscar al miglior documentario nel 2000, la selezione dei filmati, per raccontare in 94 minuti e 57 secondi (tale la lunghezza del lungometraggio completo) un giorno di vita sulla terra, il 24 luglio 2010 appunto.

Ecco il link per vedere “Life in a day” su youtube: http://www.youtube.com/watch?v=JaFVr_cJJIY

continua »

No Comments »

“HO CAPITANO, MIO CAPITANO…”
Il poeta dell’uomo

pubblicato da: pibedeor - 10 ottobre, 2013 @ 2:07 pm

Ho Capitano! Mio capitano!…” è la frase diventata celebre grazie alla scena finale del film L’Attimo fuggente che gli studenti del collegio maschile di Welton pronunciano come addio al loro insegnate di lettere John Keating interpretato da Robin Williams che ha insegnato loro l’amore per la poesia come espressione libera dei propri pensieri. E non a caso è stata scelta questa frase che forse pochi sanno è la strofa iniziale di una poesia del poeta americano Walt Whitman.

continua »

No Comments »

LA POESIA DORSALE
Alla ricerca di parole già dette

pubblicato da: pibedeor - 7 ottobre, 2013 @ 12:54 pm

Chissà cosa ha pensato il graphic designer e fotografo, Silvano Belloni fissando i libri ammucchiati su di uno scaffale; forse ha cominciato a leggerne a voce alta il dorso uno dopo l’altro, senza nemmeno pensarci, e fulmine a ciel sereno si è accorto che qui dorsi, letti di seguito componevano delle frasi di senso compiuto, anzi potevano formare addirittura una poesia. Quel giorno è nata la poesia dorsale.

La poesia dorsale è semplicemente la composizione di versi realizzata impilando i libri orizzontalmente in modo che il loro dorso, letto uno dopo l’altro, dall’alto verso il basso, formi una sorta di poesia. Il dorso di ogni libro diventa mattone della composizione poetica: la strofa.

Ecco una soluzione per chi non trova le parole.. oppure lotta instancabilmente contro la sindrome da foglio bianco. Le parole sono già state scritte, si tratta di trovarle e ricomporle fino a farle combaciare in un mosaico ben costruito, esercizio di stile ed espressione.

La poesia quella vera, intendiamoci è tutt’altra cosa… è parola sviscerata in profondità, è espressione unica e intima dell’essere. E’ appellativo di ciò che siamo e non può prendere a prestito stracci di parole già dette per esprimere se stessa. La poesia è uomo e ciascun uomo ha voce propria.

La poesia dorsale è passatempo, gioco letterario, affascinante. Basta libri verticali! Ribaltate le vostre librerie e impilate i libri distesi uno sopra l’altro come atomi di conoscenza viva in modo che abbiano un significato anche da chiusi. La poesia dorsale appunto!

2 Comments »

LA CULTURA PER LE MASSE E’ UN’IDIOZIA
Parola di Giorgio Gaber

pubblicato da: pibedeor - 1 settembre, 2013 @ 7:19 pm

Lo diceva Giorgio Gaber in una delle sue canzoni “…la cultura per le masse è un’idiozia, le file coi panini davanti ai musei mi fa malinconia…”. Gli stessi due termini cultura e massa sono in antitesi, inconciliabili, anzi è ancora più grave, se accostati l’uno peggiora l’altro. I nuovi mostri nati da quest’ibrido letterario sono i turisti moderni, ciò che più lontano esiste dall’idea di viaggio e viaggiatore. “…ma forse sono io che faccio parte di una razza in estinzione…” continuava Gaber.

Ho individuato svariate categorie di turisti durante i miei viaggi, però ciò che accomuna tutti è la macchina fotografica, dai 5 ai 90 anni il turista moderno non si muova senza. Ci sono quelli che instancabilmente fotografano tutto ciò che vedono: palazzi, strade, fiori, quadri, sassi,…ogni istante è documentato instancabilmente.

A un livello superiore il turista moderno non ha nemmeno bisogna di guardare attraverso l’obbiettivo della propria fotocamera ciò che sta fotografando, ma agita la fotocamera in ogni direzione…l’importante è scattare!

continua »

1 Comment »

STORIE DI CARTA
La farfalla avvelenata

pubblicato da: pibedeor - 20 agosto, 2013 @ 9:03 pm

La farfalla avvelenata è un libro di cui si sentiva il bisogno. Ovviamente non mi riferisco alle vicende riportate da Andrea Tomasi e Jacopo Valenti, autori del libro, ma di un tipo di giornalismo volto a scoprire la verità e a diffonderla pubblicamente in modo da salvaguardare i territori e le persone.

Andrea Tomasi, nato a Trento nel 1973 è giornalista professionista laureato in giurisprudenza, attualmente lavora come cronista per l’Adige.

Jacopo Valenti nato a Trento, nel 1982, è giornalista professionista e collabora con l’agenzia Ansa.

Nelle vicende raccontate nel libro “La farfalla avvelenata” sembra possibile tracciare dei paralleli tra le diverse storie, trovando un filo comune che le attraversa. Sono storie di imprenditori senza scrupoli, politici consenzienti, falsificazione di controlli, conflitto d’interesse… che bene abbiamo imparato a conoscere grazie a libri come Gomorra, però sempre collegandole a realtà lontane, soprattutto del meridione. Invece dal “sottosuolo” del nostro territorio trentino emerge, e a raccontarlo ci sono le pagine del vostro libro, un sistema di traffico e smaltimento dei rifiuti tutt’altro che legale.

continua »

No Comments »

PUBBLICARE IL PROPRIO LIBRO SU LULU.COM
Ebook o print-on-demand?

pubblicato da: pibedeor - 15 luglio, 2013 @ 10:20 am

Lulu.com è un portale che nasce per offrire un servizio di auto-pubblicazione della propria opera letteraria in modalità print-on-demand. Cosa vuole dire on-demand? Il termine viene utilizzato soprattutto in relazione al video on-demand, cioè alla possibilità di poter scegliere da un catalogo virtuale qualsiasi proiezione audiovisiva (film, documentario, serie televisiva,…) e di poterla visionare all’istante, rompendo così il paradosso della programmazione continua che obbliga lo spettatore alla visione di ciò che viene trasmesso in quel momento, senza possibilità di scelta.

Nella dimensione “libro” ciò significa: poter stampare copie della propria opera a richiesta. Perciò se noi volessimo per esempio stampare qualche copia del nostro manoscritto da regalare ad amici e parenti, tramite lulu.com sarebbe possibile ordinare le copie desiderate. Si tratta pur sempre di auto-pubblicazione, le spese di stampa saranno a carico del richiedente ovviamente.

continua »

5 Comments »

SCARICARE “IL CAMALEONTE” IN MODO GRATUITO!
5 giorni di promozione

pubblicato da: pibedeor - 5 luglio, 2013 @ 2:02 pm

A partire da lunedì 8 luglio fino a venerdì 12, sarà possibile scaricare l’ebook del mio libro “Il Camaleonte” in modo completamente gratuito dal sito di Amazon.

Basterà accedere alla pagina di Amazonhttps://www.amazon.it/dp/B00AYLISVS e cliccare il tasto “Compra con un click” e l’ebook verrà scaricato direttamente sul vostro dispositivo senza nessun costo.

Ricordo che per chi non possedesse un dispositivo di visualizzazione Kindle, potrà gratuitamente scaricare l’applicazione Kindle, un’applicazione che permette di leggere eBook Kindle da qualsiasi dispositivo (Mac, Android, Windows, iPad,…)

Buona Lettura!

 

No Comments »

“STORIE DI CARTA”
Intervista a Vilma Cretti autrice di “Il bene ad ogni costo”

pubblicato da: pibedeor - 25 giugno, 2013 @ 1:33 pm

Vilma Cretti, autrice del romanzo “Il bene ad ogni costo” edito da Tipografia Editrice Temi, è nata ad Arco e vive a Dro con il marito e il figlio.

Ho conosciuto Vilma in occasione di una serata organizzata a Cles in cui abbiamo presentato i nostri rispettivi libri (il mio s’intitola “Il Camaleonte”).

Mi è piaciuta subito la spontaneità e la semplicità di Vilma, l’imbarazzo di sentire associata l’altisonante parola “scrittore” al proprio nome, come se fosse qualcosa di troppo grande, è un tratto che ci accomuna. (Non sono uno scrittore, solamente una persona che scrive…)

Ma parliamo del libro, Vilma potresti riassumerci in poche righe la trama del tuo romanzo “Il bene ad ogni costo”?

Natasha, la protagonista, è una giovane donna che incontra in modo inconsueto l’uomo di cui si innamora. La sua natura è generosa e impulsiva a un tempo e questo la mette in situazioni difficili. Non sa tirarsi indietro quando si tratta di aiutare qualcuno e nel momento in cui incontra Alice, una bambina piuttosto chiusa, orfana di madre, si dedica a lei con entusiasmo fino al punto di mettersi in pericolo….non può farne a meno. E perde molto: mette in gioco l’intera sua esistenza. Ma… non posso raccontarti tutto Matteo!

continua »

No Comments »



Pagina 3 di 512345