mercoledì , 23 ottobre 2019
Home / Eventi / Al Muse con Peppe Vessicchio: “La musica fa crescere i pomodori?”

Al Muse con Peppe Vessicchio: “La musica fa crescere i pomodori?”

Lunedì 20 maggio 2019 il MUSE apre eccezionalmente dalle 10.00 alle 18.00 – con ingresso gratuito – e propone una serie di attività a tema rivolte sia alle scuole che al pubblico. La programmazione, ricchissima e per tutte le fasce d’età, si conclude alle 20.30, con “La musica fa crescere i pomodori?” una curiosa conferenza spettacolo con Peppe Vessicchio, Costantino Bonomi e Edoardo Taori, per indagare se la musica possa avere un effetto benefico sulla crescita delle piante.

Il noto maestro e direttore d’orchestra Peppe Vessicchio

Prendendo ispirazione dal libro “La musica fa crescere i pomodori” scritto dal noto maestro e direttore d’orchestra Peppe Vessicchio, il botanico Costantino Bonomi e Edoardo Taori CEO&Founder di Plants play (un device che permette di ascoltare la musica prodotta dalle piante) dialogheranno e si interrogheranno sul potere benefico della musica. La serata propone un esperimento che unisce arte, scienza e tecnologia studiando l’interazione tra piante, musica ed esseri umani. Intermezzi musicali a cura del cantautore Candirù.

EVENTO SERALE: LA MUSICA FA CRESCERE I POMODORI?

Ore 20.30, ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria su eventbrite.it

Nel corso dell’incontro, partendo dall’ascolto delle vibrazioni emesse da fiori e alberi – trasformate in note musicali grazie al device Plants Play – Peppe Vessicchio e Costantino Bonomi si confronteranno per verificare se e come la musica possa creare un effetto vantaggioso sulle piante. In alcuni circostanze, si è verificato che l’ascolto di una melodia abbia influito positivamente sul mondo animale (è il caso di alcune mucche, ad esempio, che pare producano più latte se “intrattenute” con musica classica). Partendo da questa constatazione, potrebbe essere che tutti gli organismi viventi reagiscano positivamente quando gli armonici si combinano in modo naturale: musica armonico-naturale, appunto.

Ma non si parlerà solo di musica: nel corso della serata, infatti, si affronterà anche il tema della neurobiologia vegetale, disciplina che si occupa di studiare l’intelligenza delle piante, analizzate come esseri complessi dotati di straordinaria sensibilità e in grado di comunicare con l’ambiente esterno.

Al bookshop del MUSE saranno in vendita il libro “La musica fa crescere i pomodori?” e le piantine di pomodoro prodotte dal MUSE.

Al termine dell’incontro, il Maestro Vessicchio sarà disponibile per firmare le copie del libro.

ATTIVITÀ PER IL PUBBLICO, LA SCUOLA E GLI INSEGNANTI

Tutto il giorno, dalle 10.00 alle 18.00 con ingresso gratuito

Il museo aderisce alla “Giornata nazionale della biodiversità di interesse agricolo e alimentare” dedicando alle scuole e al pubblico un’apertura straordinaria. Un’occasione per apprezzare da vicino la biodiversità trentina e per conoscere l’attività e l’impegno che istituti, organizzazioni e associazioni mettono a favore della sua conservazione e valorizzazione.

Le attività proposte:

Curiosità nell’orto: animali utili e piante che li attirano. La presenza di piccoli animali nell’orto è un utile aiuto per coltivare in modo sano e naturale. E’ quindi fondamentale predisporre degli ambienti ospitali per questi preziosi collaboratori.

I colori della salute. Giallo limone, arancio carota, rosso pomodoro: frutta e verdura arricchiscono di colori la nostra tavola. Ma come mai i vegetali sono colorati? E perché per noi è importante mangiare a colori?

Bachicoltura. Dal baco al filo di seta. Viaggio nel mondo della bachicoltura dalle origini ai giorni nostri.

Dalla spiga alla farina. Laboratorio dedicato alla scoperta dei cereali e alla loro lavorazione.

Caramelle biodiverse. Show cooking sulla realizzazione di deliziose caramelle alle verdure e piante aromatiche. Si ringrazia Ricola

La tua impronta alimentare. Quali sono i cereali su cui si basa la nostra produzione agricola? E i legumi? Quale Paese produce più legumi al mondo? Queste e tante domande troveranno una risposta alla Science on a Sphere.

Ti racconto la biodiversità vegetale. Letture animate per trasmettere ai più piccoli l’importanza della biodiversità vegetale attraverso il racconto.

L’orto va a scuola (in collaborazione con le scuole dell’infanzia). Esposizione a cura dei bambini e delle bambine delle scuole dell’Infanzia che hanno aderito al progetto.

La terra, un ecosistema infinito: rispettiamola! (a cura di APPA – Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente). Le risorse biologiche sono i pilastri della nostra società. La perdita di biodiversità è un pericolo per il pianeta terra e l’uomo.

Signora Zanz in Trentino, con Anna Eriksson e Daniele Arnoldi, Centro di Ricerca e Innovazione – Fondazione FEM. Un video divertente ed educativo e la scoperta di come sono fatte le zanzare attraverso lo stereoscopio.

MICROZOO – Alla scoperta del mondo degli insetti, con Omar Rota-Stabelli, Riccardo Piccinno e Valeria Fattoruso, Centro Ricerca e Innovazione – Fondazione FEM. Il mondo è nelle zampe degli insetti! Venite a conoscere (e toccare) il loro mondo, il loro comportamento, le loro forme e colori.

API E BIODIVERSITÀ. Festeggiamo la giornata mondiale dell’ape con Valeria Malagnini, Christian Martinello, Centro Trasferimento Tecnologico – Fondazione FEM . Le api: piccoli insetti che producono un alimento buonissimo: il miele. Ma le conosciamo veramente? Sono davvero in pericolo?

Aree protette del Trentino, con Servizio Aree protette del Trentino, PAT. In Trentino oltre un terzo del territorio è posto sotto tutela: dai grandi Parchi ai siti delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità, dalla nuova Biosfera UNESCO a una moltitudine di piccole aree protette.

Gli Ecomusei del Trentino, attività e proposte con Casagrande Lara e Stefani Adriana, Rete degli Ecomusei del Trentino.

Esperienze di ricerca presso CREA Trento in tema di biodiversità di specie vegetali di interesse agrario, con Nicola Aiello, Fabrizio Scartezzini, Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, Centro di ricerca Foreste e Legno di Trento.

Progetto “Los Dama!”, con Alessandro Betta, Giovanna Ulrici Comune di Trento – Ufficio parchi e giardini. Il progetto “Los_Dama!” si occupa della valorizzazione ecologica e sociale delle aree periurbane di Trento e di altre città alpine.

Federazione Trentina Biologico e Biodinamico, con Maurizio Zanghielli, Marina Pozzer, Stefano Delugan, F.T. Bio Trentino.

Prodotti per la biodiversità, con Luca Sommadossi, Cooperativa Progetto 92 con Biodistretto Trento. Progetto 92 in collaborazione con MUSE produce nei propri laboratori i prodotti Beelieve, articoli in legno legati alla promozione della biodiversità.

La Pimpinella, tutela della biodiversità agricola trentina, con Giuseppe Barbareschi, Gianfranco Furlani Associazione Pimpinella. L’associazione la Pimpinella si occupa di recuperare e tutelare la biodiversità agricola trentina e di restituirla ai territori, quale tributo ai nostri antenati e dono alle generazioni future.

L’evento è organizzato in collaborazione con APPA, FEM, Comune di Trento, PAT Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette e Servizio Agricoltura, CREA, Biodistretto, Progetto 92, Ecomusei del Trentino, Federbio, Alpi BIO, Comunità Murialto-Villa Rizzi, Associazione Pimpinella.

Attività per il pubblico, le scuole e gli insegnanti, tutto il giorno a ingresso gratuito.

Vedi anche

Alla Bookique la Festa della Musica con i “Pillole Blues live”

Venerdì 21 giugno 2019 ad ore 21.00, al Caffè letterario – Bookique,   in via Torre …