martedì , 25 Gennaio 2022

DAL GARDA ALLE DOLOMITI
Incanti fotografici

Dal Garda alle Dolomiti. Incanti fotografici” dal 25 marzo al 15 maggio 2011 a Palazzo Roccabruna, vuole essere un omaggio alle Dolomiti, patrimonio dell’umanitA�, attraverso ciA? che rende queste montagne uniche: il rapporto con l’uomo. Una relazione fatta di vita quotidiana, di sfide con le vette, di lavoro, di guerra e vacanze. Il tutto visto con l’occhio della macchina fotografica tra il 1860 e il 1950: dall’unitA� d’Italia alla metA� del Secolo breve. Si tratta di una raccolta straordinaria. Sono oltre sedicimila i pezzi che la costituiscono: materiali eterogenei per supporto, formato, datazione e committenza. Si spazia su tutto il Trentino Alto Adige fino ai territori montani confinanti della��Adamello e della��Ortles in Lombardia, del Cadore, della��Ampezzano e di Livinallongo in Veneto. Le prime immagini risalgono agli anni Sessanta della��Ottocento, per arrivare fino alla metA� del secolo scorso. Compaiono tutti i principali fotografi e compagnie commerciali internazionali, con rilevante spazio dedicato ai grandi nomi locali e ai tanti sconosciuti fotoamatori, ancha��essi ampiamente presenti.
La collezione, entrata a far parte del patrimonio del Museo Nazionale della Montagna di Torino nel 2010, al termine di interventi conservativi e di repertoriazione, realizzati grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, sarA� disponibile alla consultazione presso la Fototeca della��Area Documentazione Museomontagna, ricca di oltre 155.000 pezzi.La mostra nasce dalla selezione delle fotografie piA? significative del fondo: tante immagini, di diversa qualitA� e provenienza, allineate per creare un percorso ideale dal Lago di Garda a tutte le Dolomiti, un viaggio magico di scoperta (o riscoperta) di una delle regioni piA? affascinanti delle Alpi.

La rassegna, articolata nelle prestigiose sale espositive, si puA? suddividere in quattro nuclei fondamental

1. Il Viaggio Alpino con fotografie dei maggiori fotografi del periodo, ripartite in settori geografici: dal Lago di Garda al Lago di Toblino; Brenta, Adamello, Presanella e le Valli; dalla��Ortles alle Dolomiti; Dolomiti Altoatesine; Dolomiti Venete; Val di Fiemme e Val di Fassa; Primiero e Valsugana.

2. Album e raccolte di viaggio.

3. Guerra e fascismo.

4. Lavoro.

La rassegna A? organizzata con foto singole incorniciate, messe a confronto con album e raccolte presentate in grande vetrine.

Dal Garda alle Dolomiti

Completano la��impianto due grandi tubi espositori, quasi dei totem, con attrezzature e immagini dei notissimi Giovanni Battista Unterveger e Franz Dantone. In totale circa 160 pezzi che permetteranno un primo approccio al mondo delle Dolomiti in fotografia.
L’esposizione A? curata da Maurizio Casagranda e Salvatore Rizzo, coordinati da Aldo Audisio con Gabriella Casalone Rinaldi, Veronica Lisino, Antonella Lombardo, Gilberto Merlante e Marco Ribetti

Orario:
dal 25 marzo al 15 maggio 2011
da martedA� a venerdA�, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18;
sabato, domenica e festivi: dalle 10 alle 18
Ingresso libero

Per info. tel 0461/887101

Vedi anche

A Rovereto lo “Zandonai Day” in onore del celebre musicista

Sabato 8 giugno 2019 la Biblioteca Civica di Rovereto propone un matinée in onore di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *