Art and the senses

pubblicato da: roberta - 11 gennaio, 2013 @ 9:22 am

Venerdì 11 gennaio alle ore 17.00 Francesca Bacci e David Melcher presentano il loro libro “Art and the senses”. L’incontro si svolgerà nella sala “Ricerca” all’interno della mostra “La magnifica ossessione”.

Il libro raccoglie una serie di contributi scientifici prodotti da un gruppo internazionale di storici dell’arte, artisti, curatori e scienziati durante un convegno tenutosi ad Oxford nel 2006. Si tratta del primo volume che tratta il complesso rapporto tra arte e sensi. L’obiettivo degli autori è l’esplorazione, attraverso un dialogo tra Arte e Scienza, il ruolo dei sensi nelle fasi di creazione e fruizione dell’arte.

Francesca Bacci è storico dell’arte e curatore indipendente. Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca alla Rutgers University, attualmente lavora come ricercatore e curatore dei progetti speciali presso il Mart e il Centro Interdipartimentale Mente e Cervello dell’Università di Trento, dove studia come i processi celebrali si manifestino nella produzione e nell’esperienza delle opere d’arte. Ha insegnato per la Rutgers University, la Oxford University e la Harvard University, e ha collaborato a progetti di mostra e di ricerca con il Museo Guggenheim (Venezia e New York), il Brooklyn Museum of Art (NYC), il Centre Pompidou (Parigi), il Museo Rodin (Parigi) e il Mart (Rovereto).

David Melcher è professore associato alla facoltà di Scienze Cognitive dell’Università degli Studi di Trento. Ha conseguito il dottorato di ricerca alla Rutgers University nel New Jersey (USA) nel 2001. Ha poi lavorato come ricercatore e in seguito come professore associato presso l’università San Raffaele (Milano), Oxford University, Università Bocconi e Harvard University. Ha pubblicato i suoi studi su numerose riviste internazionali tra le quali Nature, Nature Neuroscience, Current Biology, Neuron. Si occupa principalmente di percezione visiva, di attenzione e di memoria. Nel 2011 ha ricevuto il premio Distinguished Scientific Award for Early Career Contribution dall’American Psychological Association e una borsa di ricerca da un milione di euro dell’European Research Council.

condividi

Lascia un commento

*