domenica , 26 Maggio 2024

AI a�?CONFINIa�? DELLa��UNITA� Da��ITALIA
Dal 9 alla�� 11 novembre convegno

Da mercoledA� 9 a venerdA� 11 novembre un convegno espone le reazioni delle “periferie” e degli Stati europei alla costruzione dello Stato italiano,A�le implicazioni del processo di unificazione sull’assetto amministrativo, culturale e sociale della penisola.
Come hanno preso vita i principi cardine su cui si A? costruita l’identitA� istituzionale e nazionale italiana? Come i territori di confine vissero allora questo processo di unificazione? E qual era in quel periodo l’opinione degli altri Stati europei sulla situazione italiana? Questi interrogativi, suscitati dalle riflessioni intorno alle celebrazioni per i 150 anni dell’unitA� d’Italia, risultano di particolare attualitA� anche rispetto al contesto europeo e nazionale e all’interesse dell’opinione pubblica italiana coinvolta nel dibattito sul federalismo e sui concetti di patria, nazione, unitA� e specificitA� territoriale.
Una riflessione approfondita e aggiornata, partendo dal dato storico, potrA� emergere nel contributo che numerosi studiosi italiani e stranieri porteranno in occasione del convegno “Ai confini dell’unitA� d’Italia. Territorio, Amministrazione, Opinione pubblica”, promosso dall‘UniversitA� e dalla Fondazione Museo storico del Trentino. Una tre giorni che si terrA� a Trento da mercoledA� 9 a venerdA� 11 novembre nella sala Depero del Palazzo della Provincia autonoma di Trento.
Obiettivo del convegno A? quello di analizzare il complesso processo di costruzione dello Stato unitario italiano secondo una prospettiva nuova, quella dei confini e delle tante periferie che in diversi momenti storici sono entrati a far parte del tessuto statuale-nazionale italiano. Un modo per ripercorrere la complessa dialettica “patrie-nazione” e le tappe piA? importanti della costruzione dello Stato unitario, focalizzando l’attenzione sulle peculiaritA� dei territori coinvolti, in termini amministrativi e di tradizione “nazionale”. Ma anche un passaggio necessario per affrontare con consapevolezza la specificitA� e la fragilitA� che hanno contraddistinto agli albori il nuovo Stato nazionale, segnato da profonde fratture territoriali e sociali, e per ricostruire con rigore storico gli sforzi che hanno dato vita ad un processo complesso ma anche estremamente partecipato.
Il convegno si articolerA� in tre sessioni strettamente connesse e intrecciate. La prima, che si aprirA� mercoledA� 9 novembre alle 17 e che proseguirA� nella mattinata di giovedA� 10, ha carattere introduttivo e taglio maggiormente divulgativo. Gli storici e giuristi Francesco Bonini (UniversitA� di Teramo), Luca Mannori (UniversitA� di Firenze) e Anna Gianna Manca (UniversitA� di Trento) tracceranno un quadro delle grandi scelte compiute all’indomani e contemporaneamente alla nascita dello Stato unitario. Si parlerA� dunque del modello di amministrazione del nuovo Stato, delle ipotesi di assetto federalista (poi tramontate) e delle conseguenze dell’utilizzo dello strumento plebiscitario nella legittimazione dello Stato monarchico-nazionale.
La seconda sessione, dal pomeriggio di giovedA�, si concentrerA� invece sull’aspetto composito della nazione italiana ai suoi albori, indagando le modalitA� di annessione allo Stato unitario dei territori periferici in momenti diversi, evidenziandone le specificitA� storico-territoriali, politiche e culturali.
L’ultima sessione, infine, animerA� il pomeriggio di venerdA� 11 con una prospettiva internazionale. Alcuni illustri studiosi provenienti da vari Paesi europei – Jean-Yves FrA�tignA� (UniversitA� de Rouen), David Laven (University of Nottingham), Gabriele Clemens (UniversitA�t des Saarlandes) e Stefan MalfA?r (A�sterreichische Akademie der Wissenschaften, Wien) – analizzeranno le reazioni e i punti di vista dell’opinione pubblica dei maggiori Paesi europei rispetto al processo di unificazione nazionale italiano.
L’iniziativa rientra nell’ambito delle attivitA� promosse dalla Fondazione Museo storico del Trentino e dall’UniversitA� degli Studi di Trento in occasione della ricorrenza del 150A� anniversario dell’UnitA� d’Italia.
Maggiori informazioni sul convegno, il programma e l’abstract delle varie relazioni delle tre giornate sono disponibili sul sito web del convegno:
http://events.unitn.it/150anni-uni-italia oppure alla pagina www.museostorico.it
Responsabile scientifico: prof. Luigi Blanco, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale

Vedi anche

Al Muse le monumentali sculture animali di Jürgen Lingl-Rebetez

Al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, fino al 12 gennaio 2020 sarà possibile …