venerdì , 12 Agosto 2022

CARLO ORSI
Mostra fotografica al Centro Arte Contemporanea Cavalese

Inaugurata il 26 dicembre alle 17.30 presso il Centro Arte Contemporanea di Palazzo Firmian aA�Cavalese la mostra fotografica di Carlo Orsi “Immagini da��autore dal Trentino e dal mondo” a cura di Elio Vanzo e Claudio Delvai.
Carlo Orsi A? un fotografo eclettico, che ha esordito nel mondo della fotografia come assistente di Ugo Mulas, e che successivamente, alla��inizio degli anni a�?60 ha eseguito reportages per importanti riviste come Panorama, Oggi, Il Mondo, passando poi sul finire del decennio alla moda e alla pubblicitA� per testate come Vogue, per industrie come Omsa, Swatch, Ducati, Alias, Cassina, Foppa Pedretti, per citare solo alcune di queste grandi case. Impegnato socialmente, realizza nel 1999 a�?ExStasia�?, un importante libro-reportage sulla caduta del muro di Berlino, e seguendo le missioni umanitarie di Interplast nel mondo, documenta gli interventi dei medici volontari presso le popolazioni colpite da guerre e povertA�, il tutto pubblicato da Skira nel 2009 nel volume a�?Il singolo dettaglio”.
Il Centro Arte Contemporanea dedica a questo fotografo una mostra che intende mettere in rilievo la sua grande personalitA� artistica e la��omaggio che esso ha fatto al nostro territorio montano attraverso numerose immagini da lui qui scattate.
La mostra si articola in due sezioni: la prima si estende attraverso una esposizione antologica di 102 scatti eseguiti negli ultimi cinquant’anni, che non pretende di essere esauriente ma che vuole mettere in luce la profonditA� trasversale di tempi e luoghi del suo lavoro e la sua grande portata quale affresco caleidoscopico di un’intera epoca di storia nazionale e mondiale. La seconda prosegue con l’esposizione di altre 43 fotografie eseguite in vari luoghi del nostro paesaggio montano, ricollegando uno spaccato di storia della nostra valle e della nostra regione alla vastitA� spazio-temporale dei documenti d’arte di Orsi.
Questo fotografo-surfista dello spazio e del tempo infatti, durante gli anni a��60 -a��70 -a��80 si invaghA� del paesaggio di Fiemme in particolare e del Trentino in generale, giungendo ad ambientare in vari ameni luoghi naturali della valle e della regione i suoi servizi di moda e pubblicitA�, scattando nel contempo altre libere immagini che hanno colpito la sua sensibilitA� artistica.
Ne risulta l’ esposizione di una raccolta di scatti di grande rilievo, inedita e sconosciuta ai piA?: un documento storico ed artistico che analizza ulteriormente l’interesse che da sempre suscita il territorio alpino il quale offre all’immaginario collettivo uno stimolo di alto valore simbolico, un polmone di riserva e di interscambio con altri territori ed altre realtA�.
Periodo di apertura mostra: dal 26 dicembre 2011 al 6 gennaio 2012 e dal 31 marzo alla��8 aprile 2012 tutti i giorni, il restante periodo aperto sabato e domenica.

Vedi anche

Lagarina Jazz: a Isera l’imperdibile concerto dei “Floors”

Giovedì 20 giugno 2019 si apre il Lagarina Jazz con l’aperitivo in musica e un …

Un commento

  1. adoro la fotografia, non mancherò sicuramente, mesi fa sono andato ad una mostra dell’associazione Florens, la conoscete? mi è piaciuta molto….

Rispondi a Lauro Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *