sabato , 22 Giugno 2024

DORMONO TUTTI SULLA COLLINA
un monologo ispirato alla vita

Nel 1930 Cesare Pavese, assetato di ‘conoscenza’ e sempre alla ricerca di nuove realtA�, si fa mandare dagli Stati Uniti la a�?Spoon River Anthologya�� di Edgar Lee Masters.

Qualche anno dopo Fernanda Pivano, la ragazza allora allieva di Pavese che avrebbe poi portato in Italia e tradotto i piA? grandi autori della nuova cultura americana, riceve il libro. E inizia a tradurlo. Quasi per sfida. Quasi per gioco. E se ne innamora perdutamente. Si innamora di ‘quel ragazzo a cui l’anima volA? via’, e all’insaputa del suo maestro lo traduce.
E’ l’inizio folgorante di una storia incredibile, una storia che sembrerebbe un meraviglioso romanzo se non fosse storia vera, vissuta da una grande protagonista, ‘Nanda’, e dai suoi straordinari compagni di viaggio: lo stesso Pavese, Ernest Hemingway, conosciuto a Cortina e mai piA? dimenticato, Allen Ginsberg e la beat generation emergente. Una storia bellissima che non puA? che avere come trama musicale la trasposizione della stessa Antologia di Spoon River ad opera di uno dei piA? grandi musicisti italiani, Fabrizio De AndrA�. a�?Non al denaro, non all’amore, nA� al cieloa��, la poetica e affascinante trasposizione musicale di alcune poesie dell’immensa opera di Masters.

 

“E l’anima d’improvviso prese il volo,

ma non mi sento di sognare con loro,

no, non mi riesce di sognare con loro”

Un malato di cuore,

Fabrizio De AndrA�

Dormono tutti sulla collina

RASSEGNA STAMPA

a�?…Ea�� un essenziale, semplice, ma preziosissimo regalo al pubblico e alla memoria lo spettacolo

a�?Dormono tutti sulla collinaa�?, prodotto da Trento Spettacoli per la��ideazione, la��interpretazione e la

regia di Maura Pettorruso, la quale offre tutta la sua fisicitA� e la sua voce per dare vita alle memorie di una straordinaria esistenza qual A? stata quella di Fernanda Pivano. Partendo dalla��Antologia di Spoon River tradotta dalla Pivano e immortalata in musica e poesia da De AndrA? nel 1971, la Pettorruso riporta in vita Pavese, Lee Masters, Hemingway fino ad esprimere la��apice di quella carica emotiva in quella��Urlo liberatorio di Ginsberg, gridato sopra le macerie e le tombe di coloro che ormai a�?dormono tutti sulla collinaa�?.

Claudia Gelmi, Corriere del Trentino, 10 giugno 2007

a�?…Uno spettacolo pulito, tutto da ascoltare, che ha saputo amalgamare i vari linguaggi artistici,

restituendo l’immagine di una donna come Fernanda Pivano che ha meritato di rivivere le sue emozioni e l’unicitA� della sua storiaa�?.

Antonia Dalpiaz, L’Adige, 17 dicembre 2007

a�?…Il punto di forza dello spettacolo non A? tanto una recitazione dei testi di Masters, quanto piuttosto un’interpretazione del punto di vista della traduttrice, infatti lo spettacolo A? anche e soprattutto un sentito omaggio alla Pivano, che, A? bene ricordarlo, ha avuto non poca parte nella realizzazione del disco di De AndrA? a�?Non al denaro, non all’amore nA� al cieloa�?, da cui le musiche dello spettacolo sono trattea�?.

Paolo a�?Crazya�? Carnevale, Corriere dell’Alto Adige, 11 gennaio 2008

 

Info:
Dormono tutti sulla collina

un monologo ispirato alla vita di Fernanda Pivano

di e con Maura Pettorruso

musiche dal vivo tratte da a�?a�?Non al denaro, non all’amore, nA� al cieloa�� di Fabrizio De AndrA�

Gabriele Muscolino a�� voce, chitarra, bouzouki
Marco Stagni a�� contrabbasso
Daniele Filosi a�� chitarre

Produzione TrentoSpettacoli

Ingresso libero

Domenica 14 aprile, ore 20,30 a�?Sala comunale di Frassilongo (Tn)

Vedi anche

Al teatro Sanbàpolis di Trento lo spettacolo “Misantropo”

Venerdì 14 giugno 2019 va in scena “Misantropo” alle ore 20.45 presso il Teatro Sanbàpolis …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *