domenica , 14 Aprile 2024

Il lato b dell’informazione
I CITTADINI DI ARCO SONO DAVVERO FELICI?

800px-arco_3Il Comune di Arco si A? conquistato la��8A� posto nella classifica dei Borghi piA? felici da��Italia stilata in seguito ad una ricerca condotta dal Centro Studi Sintesi di Venezia per conto del settimanale a�?Panoramaa�? (su 8.101 comuni italiani sono stati selezionati quelli che rispettavano alcuni parametri di accesso e con una popolazione superiore ai 10.000).
Ci si aspetterebbe quindi di incontrare persone con il sorriso sempre stampato in faccia: ragazzi felici per la��interrogazione di matematica, niente sindrome del lunedA� per i lavoratori, macchine che si fermano sempre per far passare i pedoni, niente coda alla posta, boy scout che aiutano le nonnine ad attraversare la strada. Viene quasi voglia di trasferirsi ad Arco

Scherzi a parte, gli indicatori utilizzati per definire il benessere della popolazione sono stati suddivisi in 8 aree tematiche: condizioni di vita materiali, istruzione e cultura, partecipazione alla vita politica, rapporti sociali, ambiente, attivitA� personali e salute.
Si A? trattato quindi di una��analisi decisamente approfondita che ha preso in considerazione a 360 gradi abitudini, servizi e contesto ambientale che caratterizza i diversi comuni, ma la domanda che ci poniamo A? altrettanto seria: sarebbe sufficiente trasferisri ad Arco per essere automaticamente “contaminati” da questa magica e misteriosa felicitA� che aleggia tra Piazza 3 Novembre, la Rocca e l’Arboreto?

Tra gli altri risultati, i dati mostrano che ad Arco il reddito Irpef (del 2007) pesato con il tasso di evasione A? di 22.860,5 euro a��alzi la mano chi non sarebbe piA? sollevato a sapere che ogni mese gli entrano quasi 2.000 euro di stipendio!-, che la densitA� di popolazione A? bassa (255,4 abitanti per chilometro quadrato abitanti per chilometro quadrato) a��insomma, si puA? tenere il volume dello stereo ai livelli della discoteca, niente stress da foglie che cadono nel giardino del vicino nA� tacchi che la mattina alle 7 iniziano a gironzolare nella��appartamento al piano superiore- e che la��aria A? salubre (emissioni nette di CO2 bassissime, circa un sesto del dato medio.

Eppure noi insistiamo: lungi dal volerci immettere in una disquisizione squisitamente filosofica su che cosa��A? la felicitA� e come si misura, ci domandiamo comunque se gli indicatori statistici analizzati dalla ricerca, che senza ombra di dubbio definiscono il benessere del Comune di Arco, parallelamente stabiliscono anche la felicitA� della sua popolazione.

Insomma, i cittadini di Arco sono davvero felici? E se sA�, qual A? il vero segreto di questa felicitA�?

Martina Bridi

Vedi anche

“I Romani nelle Alpi”: incontro con la docente Elvira Migliaro

Mercoledì 29 maggio, alle ore 17.00, allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, in piazza Cesare …

2 commenti

  1. Claudio Moschini

    Ci siamo trasferiti ad Arco due anni fa, vivevamo a Rovereto. Siamo più
    felici? Si, direi di si. Perché? Non saprei, tante cose, di sicuro l’ambiente
    conta molto, il verde onnipresente, il lago vicino, la gente aperta e disponibile, simpatica. La familiarità che percepisci nei momenti belli quanto in quelli brutti. La politica? No, quella é uguale ovunque, litigiosa e inconcludente. ma l’amministrazione é buona. Insomma io mi sento meglio da quando vivo qui, più tranquillo, più Felice.

  2. Non vivo ad Arco, ma ci vado spesso. Ogni volta provo una piacevole sensazione: mi sembra che l’atmosfera umana sia distesa e la gente molto disponibile e gentile; la città è carina e ben tenuta. Vengono favorite in ogni modo le attività rispettose dell’ambiente, come la bicicletta, il surf o la vela, l’arrampicata, la corsa ecc. Non provo la medesima sensazione, ad esempio, nella vicina Riva.
    Ritengo Arco e gli immediati dintorni un buon posto in cui poter andare a vivere, peccato che i prezzi di affitti e case siano piuttosto alti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *