lunedì , 15 Aprile 2024

INCISORI TRENTINI TRA a��800 E a��900

“Incisori Trentini tra ‘800 e ‘900”: con questa mostra si vuole testimoniare la ricca produzione incisoria degli artisti trentini che hanno operato utilizzando una pratica artistica oggi desueta, ma un tempo ricca di creativitA� e di abilitA� tecnico-pratiche.

Il rapporto tra la��artista e la��incisione A? un rapporto da��amore, di scambio affettuoso. Infatti il punto di partenza dei primi artisti incisori A? quello di esplicitare un universo fatto di nascoste corrispondenze, di occulte simpatie in cui ogni cosa, ogni forza, appare come criptata, ermetica, e in cui si animano rapporti fra la sfera celeste ed il mondo terreno che solo la��uomo colto A? in grado di percepire. Il tema della modificazione della matrice viene interpretato come una purificazione della materia e della��anima.

Attraverso i diversi stili e tecniche si potrA� ammirare un corpus di centinaia di lavori riferiti alle incursioni effettuate dagli artisti nel campo incisorio.

Tutte le tecniche incisorie sono utilizzate al fine di creare la��opera da��arte. Non si possono fregiare di esclusivitA� e originalitA� in se stesse. Sono strumenti, prolungamenti delle braccia e degli occhi, della fantasia e della��immaginario.

Per questa loro strumentalitA� le tecniche incisorie sono assimilabili alle procedure alchemiche. Anche queste utilizzano la prassi alchemica per ricercare la pietra filosofale, vero e proprio soggetto della a�?cercaa�? materiale e spirituale. Da��altronde una��opera incisoria pienamente riuscita non A? come aver creato dal nulla la��oro filosofale? Come apprendere il bellissimo e semplicissimo ordine della natura, operando sia dissolvendo, sia coaugulando, in tutte quante le cose del mondo, sempre passando attraverso i gradi intermedi.

In mostra opere di Giuseppe Anders, Basilio Armani, Roberto Iras Baldessari, Carlo Bonacina, Luigi Bonazza, Lea Botteri, Carlo Cainelli, Ugo Claus, Bruno Colorio, Fortunato Depero, Benvenuto Disertori, Regina Disertori, Eraldo Fozzer, Mariano Fracalossi, Orazio Gaigher, Tullio Garbari, Fausto Melotti, Umberto Moggioli, Guido Polo, Camillo Rasmo, Luigi Ratini, Aldo Schmid, Riccardo Schweizer, Oddone Tomasi, Giorgio Wenter Marini, Dario Wolf, Remo Wolf.

La mostra A? corredata da un corposo catalogo, editato dalla Galleria da��Arte Il Castello e dallo Studio Bibliografico Adige, che raccoglie, oltre ad una��introduzione di Fiorenzo Degasperi che delinea la storia della��incisione in Italia e in particolar modo in Trentino, un glossario che riporta tutte le tecniche incisorie e un apparato biografico degli incisori trentini, arricchito dalle immagini dei loro piA? importanti lavori.

  • INAUGURAZIONE: SABATO 27 NOVEMBRE
  • Studio Bibliografico Adige, Via Madruzzo, 33, Trento – ore 17.00
  • Galleria da��Arte Il Castello, I piano Via degli Orbi, 25, Trento – ore 18.30
  • ORARI E DURATA: dal 27 novembre 2010 al 12 febbraio 2011
  • Studio Bibliografico Adige: lunedA�-sabato 9.30-12, 15.30-19 (lunedA� mattino chiuso)
  • Galleria da��Arte Il Castello: lunedA�-sabato 10-12.30, 16-19.30 (lunedA� mattino chiuso)
  • Catalogo: a cura di Fiorenzo Degasperi.

Per maggiori informazioni:
Galleria d’Arte Il Castello
via degli Orbi 25
38122 Trento
Tel: 0461-090223

Vedi anche

Al Muse appuntamenti per i più piccoli tra pipistrelli e mammiferi

Fino al 4 novembre 2018 al MUSE gli appuntamenti per i più piccoli assolutamete da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *