sabato , 25 Maggio 2024

L’ATTUALITA’ DEI SIMBOLI
Bressanone, 28 gennaio – 17 giugno

e-von-samsonowIl 28 gennaio la filosofa e storica della��arte Elisabeth von Samsonow apre a Bressanone il ciclo di conferenze a�?La��attualitA� dei simbolia�?.

Quale A? la��attualitA� dei simboli oggi? Nei prossimi cinque mesi, da gennaio a giugno, un prestigioso ciclo di incontri cercherA� di dare risposta a questo interrogativo. In sei serate, sei relatori italiani, tedeschi e austriaci si confronteranno sul ruolo dei simboli nella��arte, nella politica, nella pubblicitA� e nella religione. Due storici della��arte, un critico da��arte, un giornalista, un teologo e uno psicoterapeuta si avvicineranno al tema – ciascuno dalla sua specifica prospettiva – per approdare naturalmente a conclusioni differenti.

Il ciclo, dal titolo a�?La��attualitA� dei simbolia�? si aprirA� giovedA� 28 gennaio con la storica della��arte Elisabeth von Samsonow che si cimenterA� con una��introduzione alla filosofia delle forme simboliche. Partendo dalla tesi che la��arte si occupa di aspetti sostanzialmente simbolici, la relatrice cercherA� di analizzare il tema della vita e delle strutture estetiche attraverso alcuni esempi, fra i quali quello dei nodi incisi nella pietra di un antico arco babilonese e di alcuni suoi personali lavori. Nel suo percorso, che si svilupperA� quindi dalle piA? antiche forme di espressione artistica a quelle dei giorni nostri, la relatrice cercherA� di chiarire il ruolo centrale del simbolo in questo ambito, anche attraverso una riflessione sulle teorie comparative e interpretative della��arte.

Dopo gli studi in filosofia, teologia cattolica e germanistica, von Samsonow si A? concentrata sulla filosofia del Rinascimento, in particolar modo sulle forme della��occulto, neoplatoniche, non-aristoteliche e sulla filosofia di Giordano Bruno. Oggi A? professore ordinario di filosofia e antropologia storica alla��Akademie der Bildenden KA?nste di Vienna. Affianca alla��insegnamento la��attivitA� artistica. Dagli anni Novanta si A? concentrata sulla produzione grandi sculture in legno che portano alla��attenzione della��arte contemporanea il tema delle radici arcaiche della scultura.

Il secondo appuntamento con a�?La��attualitA� dei simbolia�? si svolgerA� il 25 febbraio e avrA� come relatore il direttore del dipartimento affari esteri della radio televisione austriaca pubblica ORF (Oster-reichischer Rundfunk). La��intervento sarA� una��occasione per approfondire il tema della��a�?immaginea�? del potere fra messa in scena e immaginazione.

Il 25 marzo sarA� ospite invece Francesco Bonami, direttore artistico della Biennale da��arte di Venezia 2003, che analizzerA� il ruolo simbolico assunto dalla��arte contemporanea dalla fine del XX secolo alla��inizio del XXI secolo.

Il 29 aprile lo psicoterapeuta persiano Nossrat Peseschkian si rivolgerA� al pubblico utilizzando storie, aforismi e metafore per argomentare la��approccio della psicoterapia positiva.

Il 27 maggio Jozef Niewiadomski analizzerA� la visione cristiana di fronte alla��ambivalenza del simbolo religioso.

Lo storico della��arte contemporanea Elio Grazioli concluderA� questo ideale percorso giovedA� 17 giugno con un intervento sulle metafore e sui simboli nella��arte e nella pubblicitA�.

Il ciclo a�?La��attualitA� dei simbolia�? A? organizzato dalla FacoltA� di Scienze della Formazione in collaborazione con Museion – museo da��arte moderna e contemporanea di Bolzano, lo Studio Teologico Accademico di Bressanone e il Museo Diocesano di Bressanone.

Tutti gli incontri si svolgeranno il giovedA� alle ore 20.00 presso la sede di Bressanone della Libera UniversitA� di Bolzano, viale Ratisbona. Gli interventi si terranno nella lingua del relatore, non A? prevista una traduzione. La��ingresso A? libero.

Per maggiori informazioni:
MUSEION

press@museion.unibz.it
Tel. +39 0471 223428

Vedi anche

“I Romani nelle Alpi”: incontro con la docente Elvira Migliaro

Mercoledì 29 maggio, alle ore 17.00, allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, in piazza Cesare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *