mercoledì , 29 Novembre 2023

LE NOTTI BIANCHE
Diario di un sognatore

notti-bianche1Aria Teatro vi invita a partecipare allo spettacolo “Le Notti Bianche – Diario di un sognatore” uno spettacolo teatrale che si terrA� presso lo Spazio Off sabato 13 e domenica 14 febbraio alle ore 21.00.

Le Notti Bianche – da Fedor Dostoevskij, riduzione teatrale Giuseppe Amato
con Giuseppe Amato e Chiara Benedetti, regia Giuseppe Amato – racconta i suoni di una risata. Una favola al contrario, dove il lieto fine A? il punto di inizio, e la crudeltA� degli eventi una costante ineluttabile. Mentre la grande cittA� assiste a tutto questo con assennato respiro.

Facciamo un patto. Io ascolterA? la vostra storia, ma voi non dovete innamorarvi di me!
Ve lo giuro. Non accadrA�“.

Aria Teatro A? una compagnia che nasce e lavora tra Pergine Valsugana e Venezia. La messa in scena della riduzione teatrale del celebre racconto di Fedor Dostoevskij a�?Le notti bianchea�?, si inserisce in un piA? vasto progetto della compagnia che intende ogni anno affrontare sul palcoscenico adattamenti originali di grandi classici della letteratura da riscoprire. Il progetto A? iniziato nel 2008 con la messa in scena di Bartleby lo scrivano, tratto dall’omonimo racconto di Herman Melville ed interpretato da Alberto Dall’Abaco, Denis Fontanari e Christian Renzicchi.

Per maggiori info sullo spettacolo:
Aria Teatro
g.amato@yahoo.it

Vedi anche

Al teatro Sanbàpolis di Trento lo spettacolo “Misantropo”

Venerdì 14 giugno 2019 va in scena “Misantropo” alle ore 20.45 presso il Teatro Sanbàpolis …

Un commento

  1. La storia si svolge interamente in quattro notti in una stradina dispersa di San Pietroburgo, dove i due protagonisti si incontrano, per caso, e nel giro di pochi minuti si “riconoscono”. Da quel momento è tutto un escalation di emozioni: alle prime, un pò titubanti, confidenze, seguono amicizia vera, amore timido e sincero, speranza ritrovata, aspettative rinnovate…fino alla fine, quando anche la favola più bella si dissolve come suggerito dai cattivi presagi che fanno incursione sulla scena, nell’intervallo tra una notte e l’altra, sottoforma di maschera infernale .

    Il sapore agrodolce della storia è trasmesso magnificamente dai due attori, Giuseppe Amato e Chiara Benedetti, che sul palco riescono a comunicare tantissimo con i movimenti, lo sguardo, le mani e perfino con le dita. La sintonia tra i due, protagonisti e attori, è così forte che non sembra più di essere a teatro ma spettatori inviibili di una storia vera.

    Uno spettacolo che fa venire voglia di immergersi nella lettura dei classici russi: romantici, crudeli, appassionati e appassionanti.

    Martina Bridi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *