mercoledì , 28 Febbraio 2024

MUSICA AD ALTA QUOTA CON I SUONI DELLE DOLOMITI
Due concerti di Fabio Biondi nel segno della musica classica

photo: Fabio BiondiE’ Fabio Biondi il protagonista del concerto del 19 agosto sull’Adamello (Rifugio San Giuliano, ore 14.00) per la rassegna “I Suoni delle Dolomiti”. Nato a Palermo nel 1961, Fabio Biondi ha iniziato la sua carriera internazionale precocemente, all’età di dodici anni, con i primi concerti solistici tenuti con l’orchestra della RAI. Spinto da un’inesausta curiosità culturale e musicale, a quindici anni ha incontrato i pionieri della nuova scuola barocca: la sua visione musicale e la sua carriera hanno quindi subito una svolta decisiva. A sedici anni è stato invitato al Musikverein di Vienna per interpretare i “Concerti per violino” di Bach. Da allora collabora, quale primo violino, con i più famosi ensemble specializzati nell’esecuzione di musica antica con strumenti e prassi esecutiva originali: la Cappella Real, Musica Antiqua Vienna, Il Seminario Musicale, La Chapelle Royale e i Musiciens du Louvre. Nel 1990 Fabio Biondi ha fondato Europa Galante, che in pochissimi anni è divenuto l’ensemble italiano specializzato in musica antica più famoso e più premiato in campo internazionale. Oggi, Fabio Biondi incarna il simbolo della perpetua ricerca dello stile, uno stile libero da condizionamenti dogmatici e interessato alla ricerca del linguaggio originale. Questa inclinazione lo ha portato a collaborare, anche come direttore, con orchestre di grande prestigio, ma intensa è pure la sua attività come solista e in duo con pianisti e clavicembalisti. Il concerto di Fabio Biondi prevede l’esecuzione di musiche di Biber (“Ciaccona”), Telemann (“Fantasia n. 7 in mi bemolle”), Tartini (“Sonata in Sol maggiore BG5”), Locatelli (“Capriccio n. 11 in sol minore”) e Paganini (variazioni dal tema “Barrucabà” per violino solo). Fabio Biondi suonerà anche domenica sulle Carigole di Paneveggio proprio insieme all’ensemble Europa Galante. In occasione di questo evento i musicisti interpretano musiche di Vivaldi (“Sinfonia dalla senna festeggiante” e il concerto “Estro armonico op.3 n. 11”), Geminiani (“La follia”), Haendel (“Suite da Rodrigo 1707”) e Bach (“Concerto per 2 violini in re minore”).

Vedi anche

TrentinoInJazz 2019: a Rovereto arrivano i Panaemiliana

Domenica 16 giugno 2019  a ore 19.00  presso il Circolo Operaio Santa Maria  in Via …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *