domenica , 24 Settembre 2023

TrentoBlog Motori
AUMENTO DI VOLUME

foto-art-1Il confronto tra due automobili, una degli anni a��70 ed una dei giorni nostri, evidenzia come il trascorrere del tempo abbia modificato le dimensioni ed i volumi delle auto.

Nell’immaginario collettivo alcune automobili rappresentano il modello ideale e di riferimento per poter confrontare altre vetture. Per molti appassionati di questo settore, una vettura che viene utilizzata come elemento di paragone, spesso A? la mitica FIAT 128. Una��automobile a trazione anteriore e con una linea spigolosa secondo i canoni di design di allora. Eppure se confrontiamo le dimensioni della 128 di allora, con una moderna utilitaria come ad esempio la Toyota Yaris, scopriamo che i volumi delle auto negli ultimi 30 anni sono completamente cambiati. Un’auto come la Fiat 128 che ricordavamo essere grande e comoda tanto da ospitare una famiglia di quattro persone, oggi A? piA? piccola di una vettura come la Yaris considerata nel proprio segmento a�? una utilitariaa�?.

foto-artGuardando le foto che mostrano i due modelli vengono evidenziate maggiormente alcune caratteristiche. La 128 non era molto alta la Yaris con il suo modello A? piA? alta di circa 19 cm, Come larghezza la 128 era larga 1.590 mm, mentre la Yaris attuale raggiunge 1.695 mm. Quindi la vettura giapponese che rappresenta la media delle utilitarie attuali sul mercato ha una larghezza piA? grande di 10,5 cm rispetto alla vecchia auto italiana. Eppure per gli anni a��70 la 128 era una�� automobile considerata grande e comoda. Va perA? precisato che la��auto torinese negli anni a��70 rappresentava una berlina 3 volumi mentre la��auto giapponese rappresenta nel nostro tempo una vettura a 2 volumi. Eppure questi dati e le fotografie di confronto fanno riflettere. Ci permette di capire come le principali case automobilistiche, in questi ultimi anni, nel cercare di offrire il maggior comfort, la massima sicurezza e il miglior rendimento aerodinamico, abbiano sempre aumentato le dimensioni, fino a raggiungere volumi ed ingombri superiori . A tutto vantaggio della sicurezza e del confort di marcia.

foto-art-4Occorre inoltre aggiungere che alle maggiori dimensioni strutturali, le attuali vetture, oggi hanno una elettronica piA? complessa e maggiori accessori (airbags, cinture di sicurezza, aria condizionata, poggiatesta ecc.) che comportano cablaggi ed aggravi di peso non indifferenti che determinano un carico complessivo maggiore. Eppure nonostante le due vetture siano entrambe delle trazioni anteriori A? curioso notare che a distanza di 30 anni i due modelli per le sospensioni anteriori utilizzano ambedue un sistema MacPherson a ruote indipendenti. Segno evidente che certi progetti validi non vengono scalfiti dal tempo.

Ultima curiositA� la 128 Fiat nel 1970 era un’auto che costava circa 930.000 lire. Il prezzo della benzina in quegli anni era di 160 lire al litro e uno stipendio medio era di circa 120.000 lire Quindi per comprare un auto come la 128 occorrevano circa 8 mesi di stipendio.

Alfredo Nepi

Vedi anche

Nuove BMW

Scoop di Trento Blog Motori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *