venerdì , 23 Febbraio 2024

UNTI E BISUNTI: le nuove puntate in Val di Non

6002014 CHEF RUBIO  courtesy of DMAX - foto Carbonelli Seganti (2)Lo abbiamo visto intingere le mani nel fritto piA? bisunto, cucinare rane in umido col pomodoro riccio, leccarsi le dita dopo aver imbottito un panino con il lampredotto, il tutto pasteggiando a colatura di alici… Per lui il cibo A? prima di tutto un affare con cui sporcarsi le mani e poi una delizia per il palato. Avete capito di chi stiamo parlando? Di CHEF RUBIO naturalmente (Gabriele Rubini), rivelazione di UNTI E BISUNTI, produzione originale targata Pesci Combattenti per DMAX che con la prima stagione andata in onda la��anno scorso ci ha fatti innamorare dello street food. La cucina di strada che non passa attraverso ristoranti stellati e le a�?primedonnea�? dei fornelli ma porta alla luce i sapori tradizionali di un luogo e ne rappresenta la��anima piA? vera.

Oggi Chef Rubio, diplomato alla��ALMA, frascatano doc, ex rugbista con un passato in Top 10, globe trotter, appassionato di musica, tatuaggi e fumetti, riparte con il suo curioso viaggio nello street food con la seconda stagione di a�?UNTI E BISUNTIa�?, in onda in prima tv esclusiva su DMAX dal 21 aprile ogni lunedA� alle ore 22.00.

Anche in questa nuova serie Rubio, che sfoggia una bella barba al posto del baffo alla��insA? della prima edizione, sfiderA� i campioni del gusto di ogni localitA� visitata (10 nuove tappe per 12 puntate in tutto, inclusi 2 a�?Best ofa�?) e, a colpi di fritti, padellate, sugosi ripieni e ingredienti estremi, cercherA� di portare a casa la vittoria anche sul territorio avversario. Chi perde ovviamente, paga pegno!

Questa settimana si gira in VAL DI NON, culla italiana delle mele – 65mila ettari coltivati, 300 milioni di chili prodotti ogni anno per un totale di piA? di un miliardo e mezzo di mele tutte raccolte a mano – dove Rubio ci farA� scoprire i tesori di questa terra, esplorando gli agriturismi e le taverne di Ton, Malgolo, Sporminore e Rumo. Rubio ci parlerA� delle piA? tipiche ricette a base di questo frutto, strudel, frittelle e torte, ma anche di preparazioni salate che rappresentano la��anima della Val di Non. Tra le delizie locali assaggerA� gli gnocchi con la mortandela e la fonduta di Casolet, gli scodegini brasati con la polenta, le tagliatelle con speck e trentingrana, gli strangolapreti agli spinaci. Poi ancora esplorazioni gastronomiche con assaggi di brusti (sanguinaccio), amblet (tipo di omelette con asparagi e formaggio), gli involtini di vitello alla trentingrana con burro fuso, lo smacafam, una specie di tortino di pane raffermo fatto con farina di grano saraceno, latte, lardo, uova e luganega.

CANALE 52 DIGITALE TERRESTRE | SKY CANALI 136-137 | CANALE 28 DI TIVA�SAT

IN ONDA DAL 21 APRILE OGNI LUNEDI ALLE ORE 22:00 SU DMAX

Vedi anche

“I Romani nelle Alpi”: incontro con la docente Elvira Migliaro

Mercoledì 29 maggio, alle ore 17.00, allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, in piazza Cesare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *