domenica , 26 Maggio 2024

WEEKEND IN BOOKIQUE
Concerti e mostre

Venerdi 7 ottobre alle ore 21 per la sezione live delle “Note a margine” la Bookique venerdA� 7 ottobre alle ore 21, propone una serata di grande intensitA� musicale con il concerto di ‘”Emaline Delapaix duo(folk-pop Australia/Germania).
Emaline Delapaix A? una cantante australiana che vive tra la campagna del Canada occidentale e le foreste della Germania. Si dedica alla creazione di un folk-pop per piano, chitarra acustica ed arpa, traendo spesso ispirazione e suoni anche dall’ambiente in cui si trova. Molti dicono che la sua musica assomiglia a quella di Kate Bush e Tori Amos, ma lei ama molto farsi influenzare anche dalle tendenze nordeuropee, dove il ritmo si fonde con gli equilibri di paesaggi naturali emozionanti. L’aggettivo giusto per descrivere la voce di Emaline A? “sfrontata”. Mescolata ai ritmi intricati della chitarra di Karsten Lipp origina uno spettacolo di rara intensitA�.
http://www.myspace.com/emalinedelapaix

Sabato 8 Ottobre, ore 18 si terrA� l’inaugurazione della mostra “Il libro che non c’A?”.
La Federazione Italiana degli Artisti, sezione di Trento, inaugura infatti alle ore 18 di sabato 8 ottobre, una collettiva d’arte tematica che ruota intorno al tema del libro “perfetto”, in armonia con lo spirito letterario e di sperimentazione del CaffA? Letterario. “Il libro che non c’A?” A? un’iniziativa volta a reinventare la copertina o il testo di uno o piA? libri, reali o immaginati. Alla��evento aderiscono 20 artisti della FIDA presentando una��opera ciascuno, legata al libro inteso come oggetto da��arte, in totale libertA� tematica, espressiva, dimensionale e tecnica. Un lavoro dipinto, piuttosto che scritto, inventato ovvero basato su un testo reale pubblicato e per la��occasione, rivisitato o semplicemente rivestito, un libro di una pagina o di cento, un pezzo da��arte da leggere, appoggiare, appendere, sfogliare e, soprattutto, da guardare. L’iniziativa A? innovativa anche nella sua capacitA� di proporre una mostra collettiva di artisti legati da un denominatore comune, il tema del libro appunto, quale metodo di confronto tra espressivitA� diverse e di comunicazione organica e diretta nei confronti del pubblico, contro invece le tendenze di frammentazione che caratterizzano l’arte contemporanea. IntrodurrA� il critico d’arte Paolo Zammatteo.
La mostra rimarrA� aperta fino al 6 novembre.

Vedi anche

“eState in villa” al via a Meano la rassegna di teatro amatoriale

Sabato 22 giugno 2019 alle ore 21.00 a Meano prende il via, presso il giardino …