domenica , 23 Giugno 2024

“JUNCÃ?” il Flamenco
Della Compagnia Mercedes Ruiz

flamencoQuest’oggi, lunedA� 26 gennaio, doppio appuntamento per gli appassionati di Flamenco!

Al Teatro Sociale, alle ore 20.00, per il ciclo InDanza, la Compagnia Mercedes Ruiz mette in scena il ritmo andaluzo di JuncA� che, nel pomeriggio, alle ore 17.00, presso la Sala medioevale del Teatro Sociale, verrA� anticipato da un incontro d’approfondimento a cura della dott. Adriana Grasselli (ingresso libero).

L’incontro, tenuto per l’appunto dalla cofondatrice dell’Associazione, presenterA�”JuncA�” dando ai presenti delle informazioni in merito sulla struttura ed alle scelte musicali dell’artista.

Lo spettacolo serale invece, metterA� in scena tutto lo stato interiore raggiunto nel baile da Mercedes Ruiz. Stella del nuovo firmamento del flamenco, la Ruiz ha dato vita a un universo creativo che intreccia la piA? vivida tradizione del flamenco e le radici culturali della sua cittA� natale, Jerez, con inediti guizzi creativi.

JuncA?, che significa autentico, A? il suo ultimo recital nel quale si esibisce con due ballerini e sette musicisti e cantanti: un ritorno alle origini, una singolare visione degli stili del canto e del ballo flamenco nati proprio nella sua cittA�.

Per maggiori informazioni:
Centro Servizi Culturali S.Chiara

Via S. Croce, 67 – 38100 Trento –
Numero verde: 800 013952
Punto informativo Auditorium 0461/213834
Punto informativo Teatro Sociale 0461/213862

Vedi anche

Al Muse appuntamenti per i più piccoli tra pipistrelli e mammiferi

Fino al 4 novembre 2018 al MUSE gli appuntamenti per i più piccoli assolutamete da …

Un commento

  1. (lo lascio sì un commento) Ora io dico… si parla di una sempre più crescente fetta di popolazione che non arriva a fine mese con lo stipendio… e dopo una dura giornata di lavoro, se uno vuole ricrearsi (di tanto in tanto) in modo artistico-culturale si deve rassegnare a starsene a casa perchè il prezzo per vedere uno spettacolo al Teatro Sociale di Trento è praticamente priobitivo (euro 31 platea e 27 palchetto). e meno male che la cultura è un diritto di ogni cittadino……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *