domenica , 23 Giugno 2024

LA FELICITA’ POSSIBILE:
I bambini delle favelas

mostra-favelas1Inaugurata lunedA� 2 febbraio, si protrarrA� fino al 13/02La felicitA� possibile: i bambini delle favelas“, una mostra fotografica che documenta l’opera di Rosetta Brambilla, infermiera brianzola da quaranta��anni in Brasile, coi bambini e le famiglie delle favelas di Belho Orizonte.

In Piazza Dante, presso il Palazzo della Regione, saranno esposte le foto di Fabrizio Arigossi che da anni lavora a Belo Horizonte. La sequenza da��immagini non A? il reportage di un osservatore neutrale, per quanto sensibile, ma attraverso il particolare colto dalla��obiettivo della macchina fotografica, vuole invece testimoniare una��esperienza di caritA� che, pur partendo dal bisogno, non si ferma ad esso.

Le immagini documentano la realtA� delle famiglie che popolano le baracche della megalopoli brasiliana di Belo Horizonte che la��alluvione del 1977 costrinse a cercare rifugio in una chiesa. Cessate le piogge, quando il fiume ritornA? al suo livello normale, le famiglie rientrarono nelle favelas e una��infermiera, Rosetta Brambilla, iniziA? ad andarle a trovare.

Da allora le baracche divennero qualcosa di piA? di un punto di incontro tra chi chiede aiuto e chi lo offre, perchA� Rosetta, insieme a don Pigi Bernareggi, missionario in Brasile dal 1962, e a decine di persone della��Avsi (Associazione volontari per il servizio internazionale), diede vita negli anni ad opere da��assistenza, asili, scuole, dispensari, corsi di formazione e da��igiene, ma soprattutto ad una rete di relazioni umane e sociali capaci di dare senso al vivere anche in una situazione degradata come quella delle favelas.

Tutto ciA? A? documentato dalle immagini fissate da Fabrizio Arigossi che, lungi dalla��offrire in questa mostra un reportage a�?distaccatoa�?, rende visibili le caratteristiche della��esperienza educativa e di condivisione portata avanti da Avsi con i bambini e le famiglie di Belo Horizonte: la centralitA� della persona, il fare insieme, la positivitA�. Inoltre i pannelli raccontano con le parole di Rosetta Brambilla e di altri volontari, la nascita e lo svilupparsi delle iniziative nate da questo singolare approccio umano nelle favelas di Belo Horizonte, iniziative riunite sotto la sigla a�?Obras educativas Padre Giussania�?.

Vedi anche

Al Muse appuntamenti per i più piccoli tra pipistrelli e mammiferi

Fino al 4 novembre 2018 al MUSE gli appuntamenti per i più piccoli assolutamete da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *