lunedì , 15 Aprile 2024

RIBOLLA 4 maggio ’54
Luciano Bianciardi e la tragedia mineraria

Il 4 maggio del 1954 una��esplosione di gas nella miniera di Ribolla, in Toscana, provoca la morte di 43 minatori. Ai funerali, fra le circa 50000 persone accorse, ca��era anche Luciano Bianciardi, che quella terribile tragedia la��avrebbe raccontata insieme a Carlo Cassola nel reportage a�?I minatori della Maremmaa�?, pubblicato due anni dopo.

tragedia_miniera_ribolla_1

Davanti alla��ingresso della galleria Leyla, presso la Miniera di Calceranica, venerdA� 30 agosto a partire dalle 21.30, si presenta a�?Ribolla 4 maggio a�?54a�?, il racconto a due voci della vicenda storica e umana di quel 4 maggio e della��inizio della carriera letteraria di Luciano Bianciardi, uno dei piA? originali e anticonformisti scrittori italiani del secondo a�?900. La cornice A? particolarmente suggestiva: presso il Parco Minerario A? visibile la��accesso alla miniera che, nella��ultimo periodo di attivitA� era divenuta proprietA� della Montecatini, proprietaria anche di Ribolla e ritenuta da Bianciardi (e da molti con lui) responsabile del disastro.

Nel testo scritto da Guido Laino, la riflessione sulla nascita del Bianciardi romanziere si alterna ad alcuni passaggi tratti delle opere dello scrittore toscano, letti da Mara Pieri. La��idea A? che il senso di impotenza provato dalla��autore davanti alla morte dei minatori, si traduca prima in rabbia e poi nella��urgenza irreprimibile di scrivere, come se questo bastasse a riscattarli, a restituire loro dignitA� e onore, o fosse almeno una reazione sufficiente al senso di ingiustizia e al dolore. Non sarA� nulla di tutto questo, tanta��A? che la carriera di Bianciardi proseguirA� in bilico fra il successo e la disperazione.

Va ricordato, infatti, che, sconvolto dalla��incidente e dalla morte di quei minatori che poche settimane prima aveva incontrato e intervistato, proprio allora Bianciardi diede una svolta alla propria vita e si trasferA� a Milano, dove scriverA� a�?La vita agraa�?, il romanzo che lo renderA� celebre e che racconta proprio quella svolta, la��incidente, il viaggio verso Milano e il suo progressivo adattarsi alla vita della metropoli.

La��ingresso A? gratuito, la��appuntamento A? curato da il Funambolo ed A? inserito nel programma a�?Acqua Terra ComunitA� 2013a�?.

Attivo dal 2006, il FunamboloA? un soggetto che si occupa di ricerca, di arte e di programmazione culturale mescolando generi e linguaggi.

Per informazioni consultare il sito www.ilfunambolo.it o scrivere alla mail eventi@ilfunambolo.it

 

Vedi anche

Al Muse le monumentali sculture animali di Jürgen Lingl-Rebetez

Al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, fino al 12 gennaio 2020 sarà possibile …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *