sabato , 14 dicembre 2019
Home / Eventi / A Riva del Garda il Concorso Bandistico “Flicorno d’Oro”

A Riva del Garda il Concorso Bandistico “Flicorno d’Oro”

Torna a Riva del Garda dal 12 al 14 aprile l’appuntamento con il Concorso Bandistico Internazionale “Flicorno d’Oro”. Ma non solo. Quest’anno la prestigiosa competizione sarà affiancata dal Yamaha Class Band European Festival, raduno di bande giovanili europee promosso dalla celebre azienda giapponese che costruisce strumenti musicali.

Al Flicorno d’Oro, per il secondo anno guidato alla Direzione Artistica da Marco Somadossi, parteciperanno 36 complessi Italia, Ungheria, Germania, Slovenia, Belgio, Repubblica Ceca, Spagna, Croazia, Austria e Francia. L’attenzione verso la tradizione di altissima qualità musicale e l’introduzione di novità con una visione proiettata decisamente verso il futuro saranno gli elementi che caratterizzeranno questa XXI edizione del Concorso Internazionale “Flicorno d’Oro”.

Il programma dell’evento è stato illustrato questa mattina nel corso di una conferenza stampa da Tiziano Tarolli, presidente Associazione Flicorno d’Oro, Marco Somadossi, direttore artistico Flicorno d’Oro, Renzo Braus, presidente Federazione Corpi Bandistici Provincia di Trento, Roberto Colombo, Yamaha Music Italia.

Attori principali saranno decisamente la musica, le formazioni partecipanti ma pure tutta una serie di scelte artistiche ed organizzative che hanno fatto del “Flicorno d’oro” uno fra gli appuntamenti più riconosciuti dal punto di vista musicale in Europa. Una fra tutte la prestigiosa giuria internazionale presieduta dal compositore e direttore Hardy Mertens. Assieme al maestro olandese Mertens, docente al Conservatorio di Tilburg, avranno il compito di valutare le esibizioni delle 36 bande che parteciperanno alla manifestazione il M° Kevin Houben (Belgio), il M° Leonardo Laserra Ingrosso (direttore della banda della Guardia di Finanza), il M° Walter Rescheneder (Austria, Bundeskapellmeister des Österreichischen Blasmusikverbandes ), il M° Maurizio Managò (Concorso Nazionale Bandistico AMA Calabria-Suoni in Aspromonte) e il M° Geir Ulseth (direttore della Norwegian Band Federation). Per la prima volta nella storia del concorso, potremo contare sull’esperienza artistico-musicale di un giurato donna: la direttrice svizzera Isabelle Ruf Weber.

L’apertura verso la cultura musicale internazionale è sempre stato un tratto distintivo del Flicorno d’oro: l’interazione con le espressioni artistiche e lo scambio creativo ne hanno fatto un punto di riferimento a livello artistico tanto che gli stessi brani d’obbligo (le composizioni che tutte le diverse formazioni, a seconda della categoria prescelta, dovranno eseguire all’interno della prova di concorso) sono presi come esempio per la letteratura bandistica internazionale.

La musica è stata pure un pretesto per creare una serie di sinergie con altre manifestazioni musicali di rilievo (Concorso Internazionale di Composizione per Banda “Romualdo Marenco” di Novi Ligure con il brano “Concerto per banda” di Dario Tosolini, vincitore del primo premio nell’edizione 2008, brano d’obbligo per la categoria eccellenza) e, soprattutto, per mettere in luce, in un contesto internazionale, due figure emergenti della composizione italiana: il già affermato M° Luciano Feliciani (prima categoria, “Old Folk Songs from Iceland”) e il giovanissimo (1993) Michele Grassani (terza categoria, “Faber Suite”).

“Lo studio e la riscoperta del repertorio storico italiano – afferma il Direttore Artistico – sono un altro elemento che caratterizza le finalità culturali e artistiche del Concorso Internazionale Flicorno d’oro. Ho ritenuto importante inserire una significativa composizione di fine Ottocento, trascritta per organico moderno dal M° Franco Cesarini, come brano d’obbligo per la categoria “Superiore”: il poema sinfonico “Il giudizio Universale” (1879) del compositore abruzzese Camillo de Nardis. L’impegno civile di un ragazzo durante l’esperienza democratica della Repubblica della Valdossola del 1944, è la storia raccontata in musica dalla mia composizione “Land of Freedom” che sarà il brano d’obbligo per la seconda categoria”.

Novità per questa edizione sarà il nuovo premio “Flicorno d’Oro cup ranking”. Un riconoscimento speciale all’orchestra che nel corso delle varie edizioni del Concorso Rivano ha accumulato, attraverso un articolato calcolo di punteggio che tiene conto di coefficienti e parametri di livello e di qualità artistica, il più alto numero di punti. Una sorta di ranking artistico del Concorso che va a sottolineare ulteriormente il riconoscimento ricevuto dalla manifestazione nel corso dei suoi 27 anni di attività. L’attestazione verrà assegnata, di volta in volta durante la serata di premiazione dell’edizione successiva: il premio “Flicorno d’oro cup ranking” verrà, quindi, conferito per la prima volta domenica 5 aprile 2020.

Il forte legame del concorso con il territorio sarà rappresentato, oltre che dalle bande regionali partecipanti – Banda Sociale di Zambana (TN), “Ferrari Schulblasorchester” Merano (BZ), Musikkapelle Uttenheim (BZ), Banda Sociale “Erminio Deflorian” Tesero (TN), – dal concerto di inaugurazione della Banda Giovanile del Trentino diretta da José Alcacer Dura (Venerdì 12 aprile, ore 20.30), dall’incontro con la Federazione delle Bande Trentine (domenica 14 aprile, ore 11.00) e dalla presenza, fra i brani d’obbligo, di lavori sviluppati da musicisti che si sono formati presso la cattedra di Composizione e Strumentazione per Orchestra di Fiati del M° Daniele Carnevali (consulente musicale del concorso) presso il Conservatorio di Trento.

Un’attenzione verso il territorio sviluppata anche attraverso le manifestazioni collaterali del concorso che permetteranno a musicisti e presidenti delle bande della provincia di confrontarsi su tematiche legate all’organizzazione delle società musicali, alla progettualità, alla gestione tecnica e, soprattutto, a quella artistica con la possibilità di ascoltare le esibizioni delle 40 bande partecipanti al concorso, provenienti da tutta Europa, per mezzo di un pass gratuito appositamente riservato. Particolarmente rilevante sarà l’appuntamento che si svolgerà domenica 14 aprile ad ore 9.30 presso il Centro Congressi Parco Lido in cui verranno trattate, a cura della SIAE di Roma, le tematiche inerenti i diritti d’autore e la compilazione delle dichiarazioni di esecuzione. Ai partecipanti verrà data la possibilità di provare, assistiti da un esperto, le nuove procedure telematiche che con il prossimo anno diventeranno obbligatorie.

“Un particolare ringraziamento – conclude Marco Somadossi – va a tutto lo staff tecnico, ai volontari coordinati dal presidente Tiziano Tarolli senza i quali non sarebbe possibile organizzare una manifestazione a questi livelli di eccellenza”.

In collaborazione con Flicorno D’Oro, negli stessi giorni si terrà a Riva del Garda la seconda edizione dello Yamaha Class Band European Festival, durante il quale 300 ragazzi, provenienti da 8 diversi paesi europei (Austria, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Lituania, Paesi Bassi e Spagna) si incontreranno per trascorrere un weekend all’insegna della musica e dell’amicizia.

“Yamaha si impegna attivamente nella diffusione dell’educazione musicale già da molti anni e promuove con entusiasmo l’apprendimento pratico della musica per tutti. – dichiara Raffaele Volpe, Managing Director della filiale italiana di Yamaha Music Europe – L’azienda ha sviluppato un proprio metodo educativo, innovativo e costantemente aggiornato, che viene utilizzato in una rete di scuole private e in numerosi progetti dedicati alle scuole pubbliche. Il progetto Class Band, ad esempio, mira alla formazione di una vera e propria orchestra in classe, coinvolgendo gli studenti nello studio di uno strumento sinfonico durante la normale lezione di musica.”

Le dieci bande musicali del progetto Yamaha Class Band, formate da studenti tra i 9 e i 20 anni, avranno l’opportunità di conoscersi, divertirsi, confrontarsi e provare l’emozione di esibirsi insieme davanti ad un pubblico, in due concerti speciali: venerdì 12 aprile, in Piazza III Novembre a Riva del Garda, alle ore 20.30 e sabato 13 aprile, presso la Campana dei Caduti a Rovereto, alle ore 16.00. In questo luogo speciale, a poco più di 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale, i ragazzi lanceranno un messaggio di pace per un’Europa unita attraverso la musica. Nella mattina di sabato, tra le 10.30 e le 12.30, le diverse bande si esibiranno indipendentemente nelle piazze di Riva del Garda.

Il Concorso Internazionale Bandistico “Flicorno d’Oro” si aprirà ufficialmente venerdì 12 aprile ad ore 20.30 con il concerto di gala affidato alla Banda Sinfonica Giovanile del Trentino. Le prove di concorso, invece, inizieranno già a partire dal pomeriggio del venerdì per concludersi domenica 14 aprile. La proclamazione dei vincitori è prevista ad ore 22.00. Tutte le prove e i concerti si svolgeranno presso il Palazzo dei Congressi di Riva del Garda.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …