domenica , 23 Giugno 2024

CALCERANICA: riapertura estiva delle Miniere

600Da ieri, lunedA� 12 maggio, sono riprese le visite guidate alla Galleria Leyla e al Sentiero del minatore in Valsugana. Rocce, gallerie, sentieri e torrenti: un percorso alla scoperta di un pezzo di storia trentina.

Un luogo dalla storia millenaria, testimoniata dai ritrovamenti che risalgono alla preistoria: questo A? il Parco Minerario di Calceranica dove si trovano le numerose gallerie da cui in passato si estraeva rame, ferro e soprattutto pirite utilizzata per ricavare il vetriolo – che veniva adoperato nella tessitura e metallurgia – e la sugarina, polvere assorbente per inchiostro.

Un luogo che da qualche anno A? stato restituito alla comunitA� e che oggi si puA? visitare accompagnati da una guida esperta che illustra ai visitatori le caratteristiche del posto con testimonianze storiche, geologiche e naturalistiche. I visitatori potranno attraversare la Galleria Leyla ed il Sentiero del Minatore, un tempo percorso quotidianamente dai minatori dell’altopiano della Vigolana che si recavano al lavoro. Lungo il tragitto, immerso nella natura, si possono scoprire le tracce della ferrovia “decauville” utilizzata per trasportare il materiale estratto, il “covo dei prigionieri russi” e i resti della “cava sulfurea”.

Le visite guidate, di circa 3 ore, sono limitate a un massimo di 25 persone e comprendono anche la visita all’esposizione di reperti storici presso il municipio di Calceranica.

Come raggiungerlo
Dal centro di Calceranica, sul lago di Caldonazzo, si imbocca via della Miniera e si arriva nella stretta valle del torrente Mandola. All’imbocco sorge il Parco Minerario dove trovano spazio tradizioni, tecnologie e attivitA� che hanno avuto un ruolo centrale nella vita degli abitanti del Trentino meridionale e di molti immigrati.

Precedentemente di proprietA� della societA� Montecatini, oggi il Parco Minerario di Calceranica A? gestito dal consorzio di cooperative sociali Con.Solida. per il recupero e la valorizzazione della memoria di attivitA�, stili di vita, tecnologie che hanno avuto un ruolo centrale nella��economia e cultura di una��intera valle, la Valsugana.

Informazioni
Per informazioni, costi e prenotazioni delle visite guidate contattare Con.Solida. al numero 0461.235723 o inviare una mail all’indirizzo info@minieracalceranica.it

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Un commento

  1. ma dovete vergoniarvi a tenere aperto nella stagione estiva il centralino prenotazzioni dal lunedi al venerdi si vede che dovete andare a fare la legna per l’inverno invece che dare informazzioni al pubblicovi ricordo che sono state restaurate con i nostri soldi vergogna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *