TEDxTrento: Mountainblog intervista Armin Holzer e Alessandro D’Emilia, gli highliner con il coraggio di osare

Montainblog ha intervistato Armin Holzer e Alessandro D’Emilia, gli highliner che hanno incantato il pubblico del TEDxTrento raccontando come abbiano (ri)scoperto la montagna attraverso la slackline. Una bellissima testimonianza di sport, vita e amicizia.

arminale

Sabato 28 novembre a Trento si è tenuto TEDxTrento, l’evento basato su un format internazionale che si struttura attraverso interventi di 13 minuti sul palco da parte degli speaker. Tema di questo TED era “il coraggio di osare” e, fra i protagonisti, Armin Holzer (che avevamo già intervistato) e Alessandro d’Emilia hanno tenuto un talk dal titolo “Sospesi nel vento” nel quale hanno illustrato la loro passione per la slackline. Il nostro Andrea Bonetti li ha intervistati.

Continua a leggere l’intervista sul Mountainblog 


TEDxTRENTO: Il coraggio di osare un fuoriTEDxTrento, per la seconda volta

Storia di un evento vissuto da fuori  e del secondo tentativo di un evento collaterale primo in tutto il mondo.

600 tedxtrento

 

di Stefania Povolo

“Errare humanum est perseverare autem diabolicum” così ho scritto su una delle mie magliette preferite, e durante le settimane di preparazione, è stato esattamente quello il mio pensiero. Perché mai azzardarsi a organizzare la seconda edizione di un fuori tedxtrento?

Il 2014 è stato il primo anno del nostro sperimentare, e noi della neonata associazione HelloFiemme!, sotto stimolo della Cassa Rurale di Fiemme e dei volontari del TEDxTrento, abbiamo affrontato l’avventura con ottimismo, energia e unità. Risultati mai sperati, un successo inatteso e una grande festa.

Peccato che io ero a godermi la giornata al Teatro Sociale, il cuore del TEDxTrento, mentre curiosa volgevo il cuore a Cavalese.

Cosa significa condividere l’idea di un TEDx anche fuori da un TEDx, senza per forza chiudersi in casa e seguire lo streaming in solitudine?

Da qui parte la storia di questi giorni intensi, e il bilancio della giornata del 28 novembre da un’ottica fuori dal comune.

Una strada intrapresa quasi due mesi fa, quest’anno con la partnership di Quov.it e con la voglia di fare qualcosa di più, di osare e rendere i fuoriTEDxTrento qualcosa di veramente unico e riconoscibile anche da parte di TED international.

Una strada fatta di dubbi, di impossibilità tecniche, di incomprensioni, chiamate a catering e forse poche iscrizioni.

Ma voglio raccontarvi cosa è successo quella mattina del 28 novembre.

Mentre 670 quasi sconosciuti si accomodavano sulle poltrone del Teatro Sociale, a Storo, a Primiero e a Tesero, amici, compaesani, vicini di casa si incontravano con imbarazzo fuori da una delle sale comunali, al primo freddo gelido di questo inverno strano, e per forza o per abitudine, iniziavano a parlare tra loro.

Del tempo, degli amici in comune, della banda o cercando disperatamente di far combaciare la vita di uno nella vita dell’altro, perché magari di quella persona ci sfugge il nome o la provenienza.

E’ difficile far partecipare amici, compaesani, vicini a un evento sul design e l’innovazione, se non sanno già cosa sia. Immaginatevi il dialogo

“che elo sta locandina?”

“il TEDxTrento, una giornata speciale su design, innovazione, e coraggio di osare”

“’nde… ma al cinema? Ghelo la banda?”

E lì ti cascano un po’ le braccia, provi a raccontare di più, li inviti a passare una giornata differente e passi oltre.

Ed è una bella sorpresa scoprire quindi che il tuo ex compaesano è ora ricercatore in università, il tuo amico segue il TED da ancor prima che lo conoscessi tu, e che qualcuno ha passato la notte prima in un’indigestione di video su youtube perché, dopo il primo speech non riusciva a smettere.

Pochi ma buoni insomma quest’anno al fuoriTEDxTrento di Tesero. Buoni perché ci vuole buona volontà a provare cose mai provate, a passare tutta la giornata in una sala senza riscaldamento -sì lo era-  e a portare anche i propri figli e le proprie figlie per passare un sabato totalmente diverso.

Ho imparato che i ritmi del TEDxTrento vissuti al Sociale sono ben diversi da quelli vissuti di fronte a un proiettore: alcuni pezzi molto lenti, altri privi di quella parte importante di poter incontrare faccia a faccia gli speaker e non tutto di quello proposto funzionava fuori dalla partecipazione in prima persona.

Ma i sospiri, il tifo da stadio per il proprio amico che ce l’ha fatta ed è arrivato sul palco, le lacrime di commozione perché tanto si è quasi in famiglia, e le sane prese di posizione anche un po’ accese, quelle non le scambierei con nessun biglietto.

Scambierei invece ancora quelle chiacchiere attorno al tavolo rotondo della sede di HelloFiemme!, quel senso di casa mescolato con il pane e speck e con i tempi dilatati dove parlare di informatica, ritrattismo, comunicazione e project management mischiati a galline sulle barche, slacklining e idee concrete per il proprio paese.

È bello e strano, osare una giornata sul coraggio di osare, ma in maniera differente.

Ma credo che l’esperimento sia riuscito.

Noi fantastici 20 del FuoriTEDxTrento di Tesero siamo usciti con un’agenda nuova, pronti a riempirla di idee che vale la pena condividere e progetti che ci permettano di osare.

600 tedxtrento2

Poi, quello che accadrà nel primo giorno di effettivo uso di quel simpatico gadget, è un’altra storia.


DEBORA ODORIZZI: Il coraggio di osare a TedxTrento 2015

600 debora tedxtrento

di Debora Odorizzi

Sabato si è svolta la terza edizione di TedxTrento, l’evento che, all’interno della meravigliosa cornice del Teatro Sociale, condensa in un solo giorno moltissimi interventi e riflessioni che meritano di essere condivisi.

Quest’anno il tema era “Il coraggio di osare”, un titolo che premetteva diversi colpi di scena!

Ad accompagnare il pubblico per l’intera giornata Claudio Ruatti, straordinario showman e brillante Art Director di Brand & Soda Comunicazione.

Nella prima parte, tra i vari interventi, si è parlato di innovativi materiali “bioispirati” per i viaggi nello spazio, del ruolo dell’educazione alimentare nelle scuole e di personaggi non più in vita, ma la cui impresa oggi risuona ancora molto forte:  Maria Montessori e Aaron Schwarzt.

Indubbiamente gli interventi del pomeriggio hanno colpito in modo particolare ed hanno toccato il cuore. Ci  ha fatto RIDERE Fabrizio Renzi (Direttore Innovazione e Tecnologia IBM Italia) con il suo spiritoso discorso dedicato alla tecnologia ed alla sua capacità di acquisire sempre maggiori facoltà sensoriali.  Ci ha fatto SOGNARE il velista romano Matteo Miceli, che ha raccontato la sua avventura del giro del mondo non-stop in barca a vela durata ben 146 giorni e finita purtroppo con un naufragio al largo delle coste brasiliane. Ci hanno fatto RIFLETTERE invece, i ragazzi della squadra di arrampicatori non vedenti del CUS di Bologna, dimostrando che,  anche in condizioni sfavorevoli, non ci sono limiti  a ciò che possiamo fare se abbiamo passione, coraggio e determinazione.

Di fatto, il tema del coraggio è emerso in modo evidente grazie al confronto con il concetto di disabilità e la capacità di cambiare punto di vista. Proprio come ha fatto l’ingegnere informatico (o come si definisce lui InformatiComico) Guido Marangoni, che ci ha fatto COMMUOVERE, parlando di come ha accolto la sua dolce figlia Anna nata con la sindrome di Down: senza paura. “Guardate le vostre paure in faccia, perché solo affrontandole si potranno trasformare in coraggio” – ha affermato.

Infine, a conclusione dell’emozionante giornata, il lancio collettivo di un simpatico aeroplano di carta sul quale ognuno aveva scritto un pensiero.

Anche quest’anno Tedx ha regalato momenti unici ed è stato fonte di insegnamenti importanti che non si imparano dai libri, ma dalla vita. Il successo di tale evento si deve alle persone che hanno lavorato dietro le quinte nei mesi scorsi, ai volontari ed a tutto il contorno creato da un pubblico caloroso (erano presenti anche Darinka Montico e Walter Klinkon protagonisti dell’edizione 2014).

A giudicare dall’entusiasmo respirato all’uscita, Trento aspetta già con ansia la quarta edizione che si intitolerà “Il coraggio di riprovarci” ed anche noi di Trentoblog… non vediamo l’ora!


MUSE: Biodiversità dallo spazio – vecchie teorie, nuove frontiere mercoledì 2 dicembre

Incontri al museo per parlare di fauna – Biodiversità dallo spazio: vecchie teorie, nuove frontiere. Mercoledì 2 dicembre, ore 20.45 MUSE – Museo delle Scienze

 600 duccio salon

Immagini satellitari, stazione spaziale orbitante, droni: cosa hanno a che fare con la biodiversità? Mercoledì 2 dicembre alle 20.45 sarà possibile seguire, nell’ambito dell’appuntamento con gli Incontri per parlare di fauna, il lungo filo rosso che lega questi due temi, solo apparentemente non collegati, con una personalità come Duccio Rocchini, ecologo spaziale della Fondazione Edmund Mach. 

 

Monitorare la biodiversità è un’azione di grande importanza per contribuire alla salvaguardia di organismi vegetali e animali. Spesso, problemi logistici, di costi e tempi, impediscono il campionamento a terra. Le immagini provenienti dallo spazio possono aiutare a individuare spot di biodiversità e fornire dati fondamentali per sviluppare modelli di distribuzione delle specie a rischio, basandosi ad esempio su variabili climatiche derivate da satellite.

 

Durante l’incontro con Rocchini sarà possibile capire, in modo semplice ed efficace, come monitorare la biodiversità e i suoi cambiamenti nello spazio e nel tempo, attraverso l’uso delle immagini provenienti dal satellite. Questi dati, con una risoluzione fino a pochi centimetri, permettono uno studio del territorio a varie scale spaziali, sfruttando lunghezze d’onda che l’occhio umano non può vedere. Attraverso questi studi è possibile individuare le specie attraverso l’uso di forme spettrali, stimare la biodiversità della comunità vegetali e animali attraverso l’uso dell’eterogeneità spaziale stimata dall’informazione spettrale, sviluppare modelli di distribuzione della specie basati su variabili climatiche, topografiche e di uso del suolo stimate dal satellite.

 

Duccio Rocchini è il primo italiano premiato dalla Earth and Space Foundation americana per i suoi studi sulla biodiversità dallo spazio. Attraverso modelli matematici propone l’uso di tali immagini per vedere la biodiversità terrestre dallo spazio. Ogni tanto, come nel caso di una recente conferenza TEDx (www.ted.com, https://www.youtube.com/watch?v=_mamjG6I_rM) riesce a far capire la soddisfazione di poter gridare “Eureka!” in campo scientifico per la salvaguardia della biodiversità. Duccio Rocchini è oggi responsabile delle parti metodologiche di importanti progetti europei (a 6 zeri) per la salvaguardia della biodiversità.

 

Tutte le info su www.muse.it


TEDXTRENTO: la conferenza stampa in attesa del 28 novembre

TEDxTrento – IL CORAGGIO DI OSARE il 28 Novembre – Teatro Sociale, ore 10 – 17.30

 ilcoraggiodiosare

TEDxTrento 2015, giunto alla sua terza edizione, coglie pienamente lo spirito delle “Idee che vale la pena di diffondere” che caratterizzano gli eventi TED ed è ancora più innovativo e coinvolgente. Tante le novità di quest’anno per un tema di grande richiamo come è “Il coraggio di osare”. Il programma dell’iniziativa è stato illustrato nell’ambito della piattaforma di comunicazione Cultura Informa dalla curatrice dell’evento, Mirta Alberti. Sono intervenuti all’incontro con i giornalisti l’assessora all’Innovazione del Comune di Trento, Chiara Maule, e il direttore del MuSe – Museo delle Scienze, Michele Lanzinger.

 

Siamo al terzo appuntamento di questa bellissima esperienza TEDx Trento, un’ avventura che appassiona noi ed il nostro pubblico, sempre più numeroso, e la cui forza ci spinge a continuare e migliorare sempre più. Questo ha fatto di TEDx Trento uno degli eventi più apprezzati sia a livello nazionale, che da parte della casa madre di New York, la quale molto spesso utilizza proprio quello di Trento come esempio per gli altri TEDx nel mondo.

Al nostro attivo, a dir la verità, abbiamo ben tre appuntamenti già realizzati, ognuno a modo suo speciale: oltre al TEDx Trento del 2013 dedicato alla “Qualità della vita” e a quello del 2014 ispirato a “Creatività e diversità”, il 6 settembre scorso, sotto le Pale di San Martino si è svolto il primo TEDxSalon con al centro del tema “Dolomiti Assoluto”, un evento all’aperto che ha visto, oltre ai nostri speaker, anche la partecipazione delle Aquile di San Martino e il soccorso alpino con il Nucleo elicotteri della protezione civile.

Ad ora sono decine di migliaia le persone coinvolte nei diversi TEDxTrento, sia partecipando di persona che collegandosi in streaming (solo a settembre erano più di 5mila) che divulgando i nostri talk: sulla piattaforma TED restano liberamente consultabili e sottotitolati in inglese. Anche nelle scuole e nei corsi per professionisti, i TED talks sono comunemente usati come strumento didattico.

TED, acronimo di Technoloy – Entertainment – Design è una organizzazione no-profit nata nel 1984 in California che ha l’obiettivo di diffondere idee che meritano di essere condivise attraverso conferenze a cui partecipano personaggi di rilievo come Bill Gates, Bill Clinton, Mark Zuckenberg, Larry Pages, Bruce Springsteen, ma anche donne, uomini, ragazzini che vengono da tutto il mondo che abbiano un’IDEA forte, da esprimere in maniera chiara in un intervento di una decina di minuti.

Gli eventi TEDx sono organizzati localmente, in maniera autonoma, e utilizzano il format TED rispettandone le rigide direttive, a garanzia della loro autorevolezza e indipendenza. Quasi tutto il lavoro è svolto da volontari, e gli eventi TEDx sono finanziati da una pluralità di partner.

TEDxTrento Il Coraggio di Osare – il titolo del nostro evento di quest’anno – vuole essere un momento di esortazione e stimolo a percorrere sentieri non ancora battuti, ad osare e a non ritirarsi di fronte alle difficoltà. Sostiene Samantha Cristoforetti, la prima donna a battere il record di permanenza nello spazio: “Non esitare: quando vedi una strada salita, percorrila! Non prendere quella in discesa, solo perché è più comoda”. Questa è un’ esortazione a puntare in alto, a dare prova di noi stessi.

Per organizzare tutto questo, serve però un gruppo eterogeneo di persone unite dalla passione di fare il miglior TEDxTrento possibile: il DREAM TEAM di TEDxTrento comprende una decina di persone che lavorano per mesi con questo obiettivo, affiancate da un gruppo più ampio che offre il proprio tempo e la propria esperienza nella giornata dell’evento e nei giorni immediatamente precedenti, per un totale di circa 70 volontari pronti a dare il meglio di sé in quest’avventura.

Quest’anno abbiamo sedici speaker estremamente diversi e qualificati, i quali attraverso la presentazione di progetti, risultati della ricerca, storie di vita, concetti di avanguardia, nuovi trend, sperimentazioni ed esplorazioni in vari ambiti daranno testimonianza del CORAGGIO DI OSARE: innovazione, ricerca, sport estremi, eroi digitali, navigatori solitari e astrofisici, ognuno di loro affronta la vita con determinazione e coraggio, e tanto entusiasmo.

Un’altra novità di quest’anno è il fatto che TEDxTrento non resta confinato al Teatro Sociale: stanno infatti crescendo i gruppi dei FUORI TEDX, nati proprio dal desiderio di partecipare : si tratta di gruppi di giovani, ma non solo, che si riuniscono in alcuni punti della nostra provincia ed assistono insieme allo streaming dell’evento. Ognuno potrebbe farlo da solo a casa propria davanti al proprio pc, visto che il nostro streaming è libero e gratuito e a disposizione di tutti, ma il fatto di assistere in gruppo, di incontrarsi, di stare insieme, di utilizzare le pause di networking proprio per quello scopo, parlare, commentare, discutere, traendo spunto da quanto è stato detto, è sicuramente un momento di crescita personale e collettiva. Già lo scorso anno FUORI TEDx Fiemme era stato un ottimo esempio, ma da quest’anno si sono formati, autonomamente i FUORI TEDx di Storo, Ponte Arche, Primiero.

L’entusiasmo per TEDxtrento è cosi grande che già ai primi di novembre avevamo esaurito i biglietti (salvo quei pochissimi riservati ai sostenitori ed in vendita a 100 euro). Ma non c’è problema: chi non ha trovato posto al Sociale può, oltre che seguire l’evento in streaming da casa, ritrovarsi presso la sala Kessler della Facoltà  di Sociologia in via Verdi per seguire il TEDx Trento in diretta sul megaschermo, condivivendo cosi l’esperienza con altre persone.

 

Questi i relatori di TEDxTrento 2015:

 

Leonardo Frontani – Paura ed incertezza come motore dell’evoluzione? Un talk attuale ed antico allo stesso tempo. Leonardo è un facilitatore, appassionato di apprendimento e dinamiche sociali.

Armin Holzer e Alessandro d’Emilia – Tra i più grandi esperti di highline, ci raccontano il loro camminare sospesi a 5000 metri di altitudine o tra le guglie dolomitiche e di come anche vivere in colorate amache sospese nel nulla è un’azione di pace.

Roberto Battiston e Nicola Pugno – Due grandi personalità e due grandi professionisti con un talk spaziale: presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana il primo e Ingegnere, Fisico Teorico e Astrofisico il secondo, parlano di come raggiungere Marte.

Andrea Segrè – Anche nel riciclo ci vuole coraggio. Il presidente della Fondazione Edmund Mach ha un unico obiettivo, lo spreco zero – un nuovo modo di essere, pensare e comportarsi nella consapevolezza che “poco è meglio” (less is more)

Daniela Scandurra – Ci parlerà del coraggio di osare di una donna (Maria Montessori) che è stata capace di precedere i tempi con grande spirito, audacia ed intelligenza

Mattia Malfatti – Osare essere cittadini attivi non è cosa da tutti. Malfatti ci racconta come riuscire a diventare Smart Community Partecipate per la crescita del nostro territorio

Daniele Fronza – Ha vent’anni e non si è mai tirato indietro. Vive felice ed ha scalato il Kilimangiaro nonostante sia affetto da fibrosi cistica: grazie al suo talk possiamo capire il coraggio di lottare per se stesso e per gli altri, anche come testimonial Telethon.

Andrea Zanni – Presidente di Wikimedia Italia parla di chi ha messo in gioco la vita per la libertà del sapere, ripercorrendo le tappe della vita breve ma intensa di Aaron Swartz, un ragazzo coraggioso che ha osato tanto…forse troppo.

Massimo Pizzato – I virus sono cose che ci spaventano ma esistono difese naturali sconosciute che ci permettono di sconfiggerli: basta osare e non arrendersi mai. Il professore a capo del gruppo del Cibio ora conosciuto in tutto il mondo grazie ad una sorprendente pubblicazione su Nature, è lo scienziato che ha scoperto la proteina essenziale per la cura dell’Aids.

Michelle Franke – Voi sareste in grado di confidarvi con un app? Arrivereste ad osare tanto? Michelle, olandese, già storica dell’arte, ci spiega come questo sia possibile nell’era digitale.

Matteo Miceli – Dialogo con un grande velista “estremo” ed ecosostenibile: una storia di importanti sfide, rispetto per il mare, semplicità e barche con orti e galline.

Fabrizio Renzi – L’intelligenza artificiale affascina e spaventa. Renzi, a capo del Settore Tecnico e Innovazione di Ibm Italia parla delle rivoluzione delle macchine e ci spiega come gestire questa nuova inquietante svolta della civiltà.

Guido Marangoni – Una storia molto personale, una grande fragilità che porta ad una grande potenza. Le debolezze non sono limiti ma trampolini… Lui è un informati/comico specializzato nello sviluppo di app, sicurezza informatica e tutela dei minori on-line

Squadra non vedenti Arrampicata Sportiva CUS Bologna – Tutti per uno ed uno per tutti. Solo con pazienza, coraggio e fiducia si riescono a scalare le pareti invisibili.

Giulio Michelon – Spazio ai giovani! Avere il coraggio di partire per la Silicon Valley e poi rientrare in Italia per avviare la propria start up in Trentino, sbagliando e riprovandoci…si può fare con successo. Ce lo racconta questo giovanissimo “artigiano digitale”.

Roberto Gretter – Ci stupirà e coinvolgerà con le sofisticate tecniche origami e ci darà una mano a completare un piccolo compito insieme a tutto il pubblico.

A loro sono affiancati i seguenti performer:

The Fabulous Beard – Loro hanno dalla loro parte una musicalità decisamente fuori dal comune, ma non per questo meno coinvolgente. Anzi.

Scuola di Circo Bolla di Sapone – Osare è anche sfidare le leggi della natura: i giocolieri e gli acrobati della scuola coordinati da Tommaso Brunelli superano i limiti fisici per regalare emozioni uniche

Coro a Bocca Chiusa e Coro di Voci Bianche della Scuola di Musica “I Minipolifonici” di Trento – Voce e silenzio si uniscono in un’armonia perfetta, per creare qualcosa di mai ascoltato prima.

TEDxTrento è presentato dal bravo Claudio Ruatti e dalla cantautrice Elisabetta Spada, già in tournée con Beppe Severgnini.


TEDxTrento: il 28 novembre la terza edizione con “il coraggio di osare”

La terza edizione di TEDxTrento, affronta il tema de “Il Coraggio di Osare”: la forza delle idee che spinge ad uscire da schemi tracciati e sentieri già battuti.

ilcoraggiodiosare

19 Speaker e performer  selezionati si alterneranno sul palco e le loro presentazioni saranno registrate e divulgate sul canale YouTube TEDxTalks e sulla piattaforma TED.com,

Programma della giornata del 28 novembre

8:30 – 09:45  CHECK-IN

10:00 – 11:30 I SESSIONE

11:30 – 12:00 BREAK

12:00 – 13:30 II SESSIONE

13:30 – 15:00 LUNCH

15:00 – 17:00 III SESSIONE

17:15 SALUTI

Per chi non potrà essere presente a TEDxTrento “Il coraggio di Osare”, che si terrà presso il Teatro Sociale, è possibile seguire lo streaming, in diretta dalle 10:00 del 28/11/2015, oppure partecipare ad uno dei “Fuori TEDxTrento” 
TEDx sono eventi di innovazione sociale  che hanno l’obiettivo  di favorire la circolazione delle idee. Nati in California  oltre ventanni fa,  sono sinonimo di innovazione e sono prodotti su licenza TED. Sono  eventi multidisciplinari: sul palco si alternano speaker selezionati  di diversa provenienza e diverso background, che per un massimo di 18 minuti, raccontano  nuove idee, esperienze di vita, risultati della ricerca, nuovi progetti e nuovi trend, modi diversi di intendere il mondo e la vita e concetti di avanguardia.  Hanno lo scopo di allargare le menti, renderle flessibili ed aperte al nuovo.


Trento Blog è un supplemento alla testata Blogosphera, registrata presso il tribunale di Trento (n. 1369/08)
Blogosphera: Direttore responsabile: Andrea Bianchi - Editore: Etymo srl
Redazione: c/o Etymo srl - Via Brescia, 37 - 38122 Trento (TN) - tel. 0461.236456 - redazione@etymo.com
© 2006-2010 etymo s.r.l. P.IVA 02242430219. Alcuni diritti sono riservati sotto licenza Licenza Creative Commons.

Policy di utilizzo dei cookies