mercoledì , 5 agosto 2020
Home / Eventi / COSA C’ENTRO IO..?
Giocare per scegliere con Decide

COSA C’ENTRO IO..?
Giocare per scegliere con Decide

VenerdA� 12 ottobre 2007 primo appuntamento dell’iniziativa “Cosa centro io? Giocare per scegliere con Decide“, un gioco a carte che permette a tutti gli interessati, di confrontarsi su alcune questioni di scottante attualitA� scientifica. L’incontro, dal titolo “Potenziare il cervello: facile come bere un caffA??” A? a Trento presso il locale Barycentro in Piazza VeneziaA� 38, alle ore 18.00La partecipazione a Decide non prevede alcuna competenza scientifica in materia. Nel corso del “gioco”, sviluppato nell’ambito di un progetto sostenuto dalla divisione Scienza e SocietA� dell’Unione europea, verranno infatti messe a disposizione alcune informazioni di base sul tema affrontato che serviranno per avviare la conversazione e far emergere le opinioni e leA�considerazioniA�dei cittadini.

Al termine della partita ogni partecipante voterA� la posizione che ritiene piA? vicina al proprio pensiero, al fine di fornire indicazioni e proporre soluzioni in materia. Le segnalazioni verranno registrate sul sitoA�www.playdecide.org, dove si potranno confrontare con le decisioni prese nelle partite giocate nel resto d’Europa e individuare le aspettative dei cittadini del mondo su temi di forte attualitA� e di notevole interesse scientifico.

Assisteranno al gioco in qualitA� di esperti:

  • Aldo Genovese, neurologo e membro del comitato provinciale di bioetica
  • Roberta Calza, farmacista

I giocatori interessati ad approfondire l’argomento trattato potranno fermarsi a cena (a pagamento) per dialogare con gli esperti. E’ gradita la prenotazione presso il Barycentro al numero 0461 234373.

Potenziare il cervello: facile come bere un caffA�?
I farmaci sviluppati per curare diverse patologie saranno probabilmente in grado di potenziare anche le nostre abilitA� naturali: ad esempio, un farmaco sviluppato per curare il morbo di Alzheimer potrebbe migliorare le normali capacitA� mnemoniche di un individuo.

AnzichA� limitarne l’applicazione a terapie curative, questi farmaci potrebbero in futuro essere utilizzati per potenziare le normali funzioni del corpo, della mente, della psiche. A fronte dei benefici prospettati, potremmo considerare inevitabile un loro impiego in tal senso? O riteniamo invece che sia possibile, se non addirittura un nostro dovere, arginare questo fenomeno?

Che male c’A? ad aumentare la nostra memoria e intelligenza, oppure potenziare la nostra creativitA�? GiA� ci rifugiamo quotidianamente nel caffA? o nelle sigarette; che differenza c’A? tra una pillola e una tazza di caffA??

Gli altri appuntamenti:

  • VenerdA� 9 novembre 2007, ore 18.00 – Noi e i cambiamenti climatici: attori o spettatori?
  • VenerdA� 14 dicembre 2007, ore 18.00 – Cellule staminali: nuove opportunitA�, nuovi rischi

Per informazioni: info@mtsn.tn.it – 0461 270 311

Vedi anche

Al Muse le monumentali sculture animali di Jürgen Lingl-Rebetez

Al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, fino al 12 gennaio 2020 sarà possibile …