domenica , 16 Giugno 2024

FESTIVAL DELL’ECONOMIA 2012 DI TRENTO
Teatro Sociale e Teatro Auditorium c’A? anche Elsa Fornero, 2 giugno 2012

Sabato 2 giugno 2012 al Festival dell’Economia di Trento 2012 al Tetro Sociale e al Teatro Auditorium, giornata ricca di appuntamenti: dalla crisi, ai giovani, alle dinastie di mafia, ai confini sociali dell’insicurezza. Tra gli ospiti dell’incontro “I confini sociali dell’insicurezza” ci sarA� anche Elsa Fornero, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle Pari OpportunitA�.

  • Ore 10.30
    Teatro Sociale
    DIALOGHI. Giovani, crisi e coop capitalism
    Alberto Bisin, Noreena Hertz
    a cura della Federazione Trentina della Cooperazione
    introduce Maria Concetta Mattei

    I giovani rischiano di pagare il prezzo piA? alto alla crisi: senza lavoro, senza pensione e con un pesante fardello di debiti, il loro futuro puA? apparire piA? come una minaccia che non come una promessa. PuA? il coop capitalism affrontare questi problemi? In che cosa consiste?
    a cura della Federazione Trentina della Cooperazione

  • Ore 21.00
    Teatro Sociale
    TESTIMONI DEL TEMPO. Dinastie di mafia
    Giuseppe Pignatone, Michele Polo, Michele Prestipino
    coordina Gaetano Savatteri

    La successione generazionale A? uno degli aspetti piA? significativi del potere mafioso. Rituali e cambiamenti nello stile di comando sono emersi con evidenza nelle grandi inchieste degli ultimi anni sulla mafia e la ‘ndrangheta, accanto al ruolo crescente delle donne, dentro e fuori la famiglia.
    Due magistrati impegnati in prima linea nella lotta alla criminalitA� organizzata, prima a Palermo e poi a Reggio Calabria, insieme a un economista, riflettono su come si presenta oggi una delle partite decisive per sbloccare lo sviluppo economico e civile del nostro paese.

  • Ore 18.30
    Teatro Auditorium
    FOCUS. I confini sociali dell’insicurezza
    Ilvo Diamanti, Elsa Fornero, Pierluigi Stefanini
    introduce Alberto Faustini

    Al vertice delle preoccupazioni dei cittadini c’A? il lavoro: quello che non c’A?, per chi lo cerca e non lo trova; quello che si perde, per chi lo ha o lo aveva. Ma soprattutto prevalgono i timori per il futuro. Ben l’85% degli italiani prevede che i loro figli vivranno condizioni peggiori delle generazioni precedenti. Mentre l’Italia ormai A? divisa in due tra i tanti che hanno poco e i pochi che hanno tanto. Dal Rapporto su L’insicurezza sociale ed economica in Italia e in Europa, realizzato da Fondazione Unipolis, Demos&pi e Osservatorio di Pavia, emerge l’evidenza per cui dopo anni di prevalenza dei temi legati alla paura della criminalitA� comune, l’insicurezza delle persone sia tornata dentro i E?confini socialiE?.

    Info e programma:
    2012.festivaleconomia.eu

  • Vedi anche

    Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

    Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

    Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *