domenica , 4 Giugno 2023

FIAT: 30 anni fa usciva la Uno

600Precisamente trenta anni fa la Fiat Uno disegnata da Giorgetto Giugiaro, vinceva il prestigioso premio di Auto della��Anno 1984. La vettura registrA? subito un grande successo di vendite dovuto principalmente alla��ottima guidabilitA�, al gradevole design e anche alla buona abitabilitA� che pur nelle compatte dimensioni di una�� utilitaria permetteva di alloggiare comodamente 5 persone.

Molti si ricorderanno la martellate campagna pubblicitaria di A�FIAT Uno RISPARMIOSAA�. La vettura inizialmente era nata in Lancia per sostituire la A112 Autobianchi, ma la�� amministratore di Fiat del tempo Vittorio Ghidella, decise di farla uscire con il marchio FIAT per sostituire la Fiat 127. Fu una scelta azzeccata.

La Uno A? stata prodotta in Italia dal 1983 al 1995, per una produzione stimata in poco meno di 9 milioni di esemplari. La vettura aveva in sA� grandi novitA� per quel periodo: un Cx di 0,33 eccellente per la��epoca, il motore FIRE , il cut-off elettronico al carburatore ( una specie di antesignano Start e Stop) la��econometro nella strumentazione che indicava consumo istantaneo e la cambiata; la��Antiskid, uno dei primi sistemi contro il bloccaggio delle ruote, progenitore del successivo ABS e il famoso Turbo che allora si aveva solo sulle grandi auto.

Ancora una volta la FIAT aveva innovato, ma dopo la partenza di Vittorio Ghidella ( il papA� della Lancia Thema del rilancio Alfa Romeo, e della Lancia Delta) avvenuta per contrasti con Cesare Romiti, la casa torinese e i marchi ad essa collegata persero molte quote di mercato. Ghidella preferiva le automobili ai salotti della finanza e della stamoa e il suo progetto del 1984, oggi A? praticamente lo stesso della strategia che in questi anni ha portato la Toyota e la Volkswaghen ad essere i primi produttori mondiali. Ghidella A? stato la�� amministratore delegato che in FITA ha investito e fatto nascere il COMMON RAIL ( attualmente presente nel 96% dei motori diesel di tutto il mondo)
Se solo lo avessero ascoltato.

di Alfredo Nepi

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *