venerdì , 30 ottobre 2020
Home / Enogastronomia / GIORNATA DEL MADAGASCAR: BiodiversitA�, cultura, sviluppo il 28 giugno

GIORNATA DEL MADAGASCAR: BiodiversitA�, cultura, sviluppo il 28 giugno

Madagascar_600

BiodiversitA�, cultura, sviluppo A�nella giornata del 28 giugno presso il MUSE

Giunta alla quarta edizione, la Giornata del Madagascar, ideata e organizzata dal Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, si presenta quest’anno nell’eccezionale cornice del MUSE Museo delle Scienze di Trento.

Sabato 28 giugno dalle 16.00 alle 21.00, la giornata verterA� sul tema a�?BiodiversitA�, cultura, sviluppoa�? e prevede una serie di interventi a tema, canti e uno speciale aperitivo tropicale. Nata da un progetto del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, la Giornata del Madagascar propone testimonianze dirette di ricercatori e di operatori sulla biodiversitA� della��isola, sulla storia della��Uomo e del suo rapporto, spesso problematico, con la natura, nonchA� su come il volontariato, nelle sue tante declinazioni, contribuisca alla��assistenza e al miglioramento delle condizioni di vita.

Il Madagascar, quarta isola al mondo per estensione, ospita fauna e flora ricchissime, in gran parte endemiche e non presenti altrove, con enigmatiche relazioni biogeografiche. La componente umana A? altresA� estremamente variegata, rappresentata da 18 etnie originate dalle ripetute colonizzazioni di africani, indonesiani, arabi ed europei, con una lingua, il malagasy, di ceppo austronesiano. La cultura che caratterizza il popolo del Madagascar mostra elementi fortemente radicati nella��animismo e nella divinazione, fra cui il culto dei morti e la riesumazione rituale e la possessione. La��interazione fra territorio e sviluppo rappresenta una sfida per il Madagascar: salvaguardare la natura e assicurare al contempo uno sviluppo adeguato alle popolazioni umane A? una prioritA� e rende il Madagascar uno degli a�?hot-spota�? della conservazione mondiale.

Madagascar2_600
PROGRAMMA

BiodiversitA�, cultura, sviluppo

16.00 – 16.30: Registrazione e segreteria

16.30 – 17.00: Saluti istituzionali
– MUSE, Museo delle Scienze – Trento
– Museo Regionale di Scienze Naturali – Torino

17.00 – 17.15
Canti per la foresta: Olga del Madagascar

RELAZIONI:

17.15 – 17.45: Hotspot biodiverso!
Franco Andreone, Museo Regionale di Scienze Naturali – Torino
Il Madagascar si distingue per la��eccezionale fauna e flora, che ne fanno un vero e proprio micro-continente.
Endemismi ed estinzioni recenti ne caratterizzano la storia e fanno della��isola e della sua biodiversitA� un paradigma per la Conservazione. La��autore presenta la sua attivitA� di ricerca sugli anfibi e sui rettili e fornisce un excursus sulla varietA� di animali, piante ed ecosistemi.

17.45 – 18.00: La possessione del Tromba – Curando con la morte
Riccardo Bononi, IRFOSS – Padova (introduce Franco Andreone)
In Madagascar la morte A? vissuta come un semplice passaggio della vita umana, come la��adolescenza o la vecchiaia: da morti certe qualitA� si perdono e non ci si muove piA?, altre – come la fame, la sete o la curiositA� restano intatte. Gli antenati (Razana) acquistano inoltre nuove capacitA� divine, come la possibilitA� di intervenire positivamente o negativamente nella quotidianitA� dei viventi o, addirittura, di possederli ed agire direttamente attraverso il loro corpo.

18.00 – 18.15: TA� break a�?A� la malgachea�?

18.15 – 18.45: Architetture della��Isola Rossa: la ricerca della��equilibrio nello spazio e nel tempo
Alberto Pedrazzini, Architetto libero professionista – Bologna
Anche in Madagascar e malgrado i particolarismi regionali e le differenze etniche la casa arcaica rimane la��archetipo costruttivo di riferimento. Impossibile tentare di comprenderla senza conoscerne gli oscuri risvolti mistici, le credenze. Che sia per la vita o per la��eternitA� essa segue logiche ben codificate e medesime gerarchie interpretative, a partire dalle caratteristiche simboliche, dai materiali, dalle metodologie costruttive.

18.45 – 19.15: La��attivitA� italiana in campo umanitario in Madagascar: chi siamo e che cosa facciamo
Francesco Cimino, Fondazione Akbaraly a�� Antananarivo, Milano
La��italia intrattiene importanti rapporti con il Madagascar per quanto attiene le iniziative umanitarie e sanitarie. In tale contesto la Fondazione Akbaraly vanta diversi progetti di lotta ai tumori femminili, nonchA� iniziative di riforestazione e di educazione, spesso realizzate insieme alla��Ass. Alfeo Corassori – la Vita per Te.

19.15 – 19.45: Dibattito: Il Madagascar fra natura e sviluppo
Moderatori: Cristina Giacoma e Franco Andreone

19.45 – 20.00: Canzoni dal nuovo album a�?Ma naturea�?
Olga del Madagascar

20.00 – 20.30: Aperitivo tropicale

 

Vedi anche

Al Muse le monumentali sculture animali di Jürgen Lingl-Rebetez

Al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, fino al 12 gennaio 2020 sarà possibile …