martedì , 9 Marzo 2021

a�?I SOLISTI VENETIa�? a�?ENSEMBLE VIVALDIa�?
Merano, sabato 17 agosto ore 21

A�Merano attende la��annuale appuntamento con la grande musica del a�?VENETO FESTIVALa�? (Festival Internazionale G. Tartini) che visiterA� la cittA� altoatesina con una��importante manifestazione musicale, realizzata in collaborazione con la��ASSESSORATO ALLA CULTURA DEL COMUNE DI MERANO e con la��AZIENDA DI SOGGIORNO DI MERANO, la sera di sabato 17 agosto alle ore 21 nel Pavillon des Fleurs di Merano

ensemble_vivaldi

A�

Sul palco, pronti ad affascinare ed entusiamare come sempre, musicisti di tutta eccezione: per la��occasione sarA� infatti a Merano la��a�?ENSEMBLE VIVALDIa�? de a�?I SOLISTI VENETIa�?, gruppo strumentale tradizionalmente composto dalle prime parti de a�?I Solisti Venetia�?, la��orchestra italiana piA? famosa nel mondo da ormai un cinquantennio a�� anzi di piA?, visto che questi celebri ed acclamati musicisti si apprestano a celebrare nella prossima stagione i cinquantacinque anni di attivitA� ininterrotta. Un ensemble sempre giovane e fresco nel suo contagioso entusiasmo per la musica, forte di una creativitA� che in tanti decenni non ha conosciuto flessioni a�� e che anzi, come sempre accade con i veri artisti, si A? semmai accresciuta per la grande esperienza artistica raccolta – e che spicca inconfondibile anche alla sola lettura del bel programma formulato per la serata del 17 agosto. Un omaggio alla terra natale de a�?I Solisti Venetia�?, il Veneto, sarA� il primo brillante brano in programma: il Concerto in re minore RV 127 per archi di Antonio Vivaldi, immediatamente seguito dalla��affettuosa celebrazione di una delle piA? significative ricorrenze centenarie di questa��anno 2013: tutta Europa infatti, ma soprattutto la��Italia, festeggia proprio questa��anno il trecentesimo anniversario della morte di uno dei piA? grandi musicisti della storia della musica: Arcangelo Corelli, capostipite della Scuola Musicale Romana, che la��a�?Ensemble Vivaldia�? ricorderA� eseguendone uno dei piA? popolari capolavori: la Sonata in re minore per violino e violoncello che Corelli pose a suggello della propria quinta opera a stampa modellandola come una��esaltante serie di geniali variazioni su un tema musicale di danza lenta allora molto amato e detto Follia o anche Follia da��Espagna. Il solenne Concerto in re maggiore per tromba e archi di Giuseppe Tartini sarA� il terzo brano in programma, un capolavoro che oggi porta il titolo di Concerto a�?Santa��Antonioa�?, in omaggio al Santo padovano nella cui Basilica Tartini fu Primo violino e Maestro dea�� Concerti per quasi tutta la vita. Il programma si lancerA� quindi verso gli orizzonti del grande Classicismo mitteleuropeo – e Merano fu a lungo parte della��Impero Autroungarico – dapprima con Wolfgang Amadeus Mozart, del quale verrA� eseguito il vivace Divertimento per archi in re maggiore K 136, e subito dopo con una��autentica raritA� musicale: l’Andante e variazioni per clarinetto e archi che Girolamo Salieri a�� nipote del piA? celebre Antonio Salieri a�� scrisse elaborando un tema tratto dalla��Opera Ermione di Rossini. E proprio questo brano elegante inaugurerA� la��esaltante parte finale del concerto, segnata da quella��impareggiabile virtuosismo strumentale che da sempre A? il fiore alla��occhiello della��a�?Ensemble Vivaldia�?. Saranno cosA� le agilitA� mozzafiato dei Simpatici ricordi della a�?Traviataa�? per oboe e archi di Antonino Pasculli a�� il piA? grande virtuoso di oboe del secondo Ottocento italiano a�� e le acrobatiche evoluzioni solistiche delle Variazioni sul a�?Carnevale di Veneziaa�? per tromba e archi di Jean Baptiste Arban a concludere il programma di un autentico evento di arte e cultura ma anche di grande spettacolo che si annuncia giA� da ora imperdibile e destinato a restare a lungo nella memoria.

Il a�?VENETO FESTIVALa�?, spettacolare evoluzione artistica del Festival Tartiniano, giunge questa��anno alla sua quarantatreesima edizione, confermando la propria vocazione alla��esaltazione e alla diffusione del ricchissimo patrimonio musicale di tutti i tempi. Inauguratosi a Padova lo scorso aprile il Festival ha presentato e ancora presenterA� al pubblico lungo tutta la��estate 2013 un vasto e multiforme calendario di concerti, itinerando nei luoghi artisticamente piA? interessanti del Veneto e delle regioni limitrofe. Le numerose manifestazioni del Festival, caratterizzate dalla��esecuzione di opere celebri e amate ma anche di pagine musicali bellissime e talvolta meno note, si arricchiranno della presenza di artisti di fama internazionale appositamente invitati ad interpretarle per conferire ampiezza e splendore ad una serie di appuntamenti giA� di per sA� eccezionale e a consolidare la fama di un Festival che, per valore culturale e artistico, sin dalla sua fondazione ha oltrepassato le soglie del Veneto e della��Italia per conquistarsi la piA? meritata considerazione fra i piA? prestigiosi e qualificati Festival Internazionali da��Europa.

Info:

BIGLIETTI: INTERI a�� 15,00 a�� RIDOTTI a�� 10,00. Biglietti a MERANO presso la��Azienda di Soggiorno (Corso LibertA�, 45 a�� tel. 0473 272000), Libreria Athesia (Via Portici, 186 a�� tel. 0473 231444) e la sera del concerto dalle ore 19 presso la��Ente Teatro e Kurhaus (Corso LibertA�, 33 a�� tel. 0473 238149); a PADOVA presso Ente Veneto Festival (Piazzale Pontecorvo, 4/A a�� tel. 049 666128).

Vedi anche

TrentinoInJazz 2019: a Rovereto arrivano i Panaemiliana

Domenica 16 giugno 2019  a ore 19.00  presso il Circolo Operaio Santa Maria  in Via …