giovedì , 22 Febbraio 2024

INCANTI a�� di Natale
La creativitA� incontra Gardolo

600

Anima Mundi Creativity Factory, sotto la guida e con la regia di Ivan Tanteri, porterA� in scena sabato 21 dicembre nel troppo spesso trascurato e dimenticato sobborgo cittadino di Gardolo, INCANTI a�� di Natale.

Per dare vita a questa prima esperienza dove a�?la creativitA� incontra il territorioa�? il lavoro di preparazione e di ricerca A? iniziato da alcuni mesi, diventando presenza quotidiana del regista dai primi giorni di novembre. Dopo aver individuato un percorso che si snoderA� nella zona del sobborgo denominata a�?Gardolo anticaa�? e che farA� scoprire una Gardolo sconosciuta agli occhi della gente, Ivan Tanteri e lo staff di a�?Anima Mundia�? hanno avuto decine e decine di incontri, effettuato decine e decine di sopralluoghi rapportandosi sia alle realtA� del territorio che ad altri soggetti provenienti dall’intera provincia, scoprendo angoli, cortili, giardini (molti dei quali privati); raccogliendo testimonianze e storie legate alla memoria; costruendo relazioni e coinvolgimento attivo da parte di molti residenti; confermando l’idea di partenza che vede nella creativitA� uno strumento straordinario per costruire relazioni anche dove non ne esistevano precedentemente.
A�Stiamo lavorando a�� spiegano gli ideatori del progetto, Ivan Tanteri e Fausto Bonfati a�� ad una produzione che vuole dimostrare come proprio la creativitA� sia una delle strade piA? concrete per dar vita a percorsi di valorizzazione e riqualificazione urbana e dei vari territori.A� In questa prospettiva il regista, Ivan Tanteri, ha avviato da qualche mese un a�?laboratorio applicatoa�?, dando vita ad un vero e proprio a�?cantiere delle arti e della creativitA�a�?. Dando visibilitA� a quel a�?metodoa�? di azione e di lavoro che rappresenta una delle principali caratteristiche di Anima Mundi Creativity Factory. Quel a�?metodoa�? che ci fa capire come INCANTI a�� di NataleA�non sia un insieme di performance o uno spettacolo di strada, ma A�un evento itinerante che attraversa un particolare territorio e lo modifica per sempre, cosA� come sradica ogni certezza degli spettatori.A�

La ricerca teatrale di Ivan Tanteri e di Anima Mundi si fonda su un attento studio drammaturgico che pone in relazione la��evento con la memoria e la��identitA� dei luoghi cittadini/urbani e, proprio per questo, ne rende possibile la rivisitazione sul piano affettivo e razionale.

Il tutto si fonda su una lunga analisi preliminare dello spazio che A? chiamato a divenire una��immensa scenografia.
Spiegano gli ideatori del progetto: A�I gesti e le pause sapienti, gli sguardi e i movimenti studiati degli attori/artisti/protagonisti (amatoriali, professionisti e non professionisti) creano enormi quadri viventi che animano magicamente la��architettura della cittA�: una forza segreta e misteriosa si libera e accende vie, angoli, cortili, giardini ed edifici di luci intense, di incantevoli melodie, di suoni lontani. La��alchimia del meccanismo scenico e drammaturgico si innesca: non rimane che lasciarsi trasportare in questa��avventura dei sensi e della��intelletto. I luoghi della rappresentazione si trasformano in un palcoscenico. Questa��esperienza profondamente immersiva invade il nostro presente e il nostro sguardo. Gli artisti/partecipanti che percorrono e occupano i luoghi della nostra quotidianitA� destano in noi ricordi, interrogativi, un senso di stupore e un diletto della nostra capacitA� immaginifica. Ognuno di noi potrA� cogliere un diverso significato simbolico, una pluralitA� di valenze emotive in ciA? che vede ed ascolta. Ognuno di noi realizzerA� la propria drammaturgia secondo la sua esperienza e la sua sensibilitA�, come un fruitore attivo che interagisce con il corpo vivo del teatro che si fa cittA� e della cittA� che si fa teatro.

Attraverso la��azione fisica, attraverso il linguaggio dei loro corpi, gli attori/partecipanti imprigionano la��attenzione degli spettatori e la guidano alla riscoperta di luoghi per loro familiari, spogliando sorprendentemente questi ultimi del loro carattere comune e quotidiano. Da un lato, la comparsa degli attori, il loro affacciarsi da porte, balconi e finestre costringe paradossalmente lo spettatore a guardare un a�?altrovea�? rispetto al luogo classico della rappresentazione scenica: il teatro. Lo spettatore A? costretto ad alzare lo sguardo, diventando protagonista di un particolare viaggio attraverso performance, installazioni, scenografie. Dalla��altro, con i suoi gesti, la��attore/artista/protagonista cambia per sempre i luoghi della quotidianitA� ed il modo di guardarli. Essi non saranno mai piA? gli stessi, rimarranno segnati dalla traccia della��azione drammaturgica. La presenza degli attori/partecipanti crea una sorta di inarrestabile vortice: un campo magnetico che trae a sA� la��attenzione dello spettatore, creature oniriche, eteree, profondamente neutre che stimolano il nostro intelletto alla��interazione: antiche figure che fuoriescono per una sera dalla storia antica della cittA�. Il biancore dei loro volti e delle loro vesti testimonia il loro essere creature fatte solo di sogno e memoria. Esse non si presentano a noi come personaggi, ma come figure che ci annunciano la��imminenza di un accadimento straordinario. Veri Angeli che ci accompagneranno in un viaggio speciale dove la creativitA� dei tanti artisti, attori e protagonisti coinvolti riuscirA� nella magia del rendere visibile l’invisibile e di ridare agli spettatori il piacere di stupirsi.A�

Questo A? il a�?metodoa�?, questo A? INCANTI a�� di Natale che andrA� in scena nel sobborgo trentino di Gardolo sabato 21 dicembre in piazzale L. Groff, a partire dalle 17,30.

Elenco soggetti coinvolti nell’evento:
Provincia Autonoma di Trento
Comune di Trento/Circoscrizione di Gardolo
Associazione Culturale Giovanile Teatro Immagini
Associazione Amici della Danza
Creativity Lab Anima Mundi (Yolina Kuleva, Herve, Isabella Bonfanti e Alice Vanin)
La Nuda Compagnia
Coro Alpino Gardolo
Banda Musicale di Gardolo
Circolo Anziani Gardolo
Associazione Ciclisti Gardolo
Giorgio Dalceggio
Laboratorio Piccola Compagnia dei Viandanti
Giacomo Anderle
Associazione a�?Le Quattro Stagionia�? – gruppo donne Primiero
La7Minore
Jazzprint
I Burattini di Luciano Gottardi
Io Esisto Laboratorio delle Idee e della CreativitA�
Musical Project Le Birrete
Natalina Susat e LALTRARTE

Nella realizzazione del progetto sono state coinvolte le realtA� nazionali ed estere della rete europea legata alle altre esperienze di a�?Creativity Factorya�? e precisamente:
Collage Arts (UK) (capofila); Artquimia (Spain); Mulab (Italy); Hogeschool Van Arnhem En Nijmegen a�� HAN University (The Netherlands); Wac Collage of Performing Arts and Media (UK); Prevista Ltd (UK); Dimitra ITD (GR); New Arts Collage (NL); Via University Collage (DK); Laboratorio Culturale Si PuA? Fare (Italy).

Vedi anche

A Rovereto l’Urban Festival Summer Edition 2019

Venerdì 28 giugno 2019 a partire dalle 18.00 nel centro storico della città di Rovereto, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *