mercoledì , 5 agosto 2020
Home / Attualità / MI PIACE LAVORARE
Il concerto di concerto di Fabrizio Varchetta e la Witko Band

MI PIACE LAVORARE
Il concerto di concerto di Fabrizio Varchetta e la Witko Band

fabrizio3Il 13 marzo alle ore 21.00 presso il Parco Petrarca, a Bolzano, si terrA� il concerto di Fabrizio Varchetta e la Witko Band, proposto alla��interno della rassegna organizzata dalla��ARCI Mi piace lavorare.

VarchettaA? la��autore del disco Siamo Gli Operai, scritto, arrangiato e prodotto dallo stesso che, dopo anni passati come autore per i Nomadi, Bassapadana, Mangala Vallis, esce con un disco tutto suo. Dopo la��incendio della ThyssenKrupp, furono tante le dimostrazioni di solidarietA� e di vicinanza, ai familiari delle vittime e, piA? in generale, agli operai. Varchetta, cantautore e operaio, ha scritto questo brano, contenuto nella��omonimo album i proventi del disco andranno interamente devoluti alle famiglie degli operai morti sul lavoro.

a�?Siamo gli operaia�?, A? un disco nel quale si viaggia tra diverse atmosfere ed ognuna ricorda un luogo. Si parte dall’incontro di due giovani a una festa popolare del primo dopoguerra e si arriva al nordest odierno. Le sonoritA� vanno dal bluegrass all’indie rock, dal folk rock alla milonga, dal piano e voce all’acustica. Un disco all’apparenza eterogeneo ma che trova una sua unitA� nel filo logico della playlist, un viaggio ben preciso che tocca il nostro Paese, l’Irlanda, Parigi, Africa, Americhe. Le sonoritA� vanno dal bluegrass all’indie rock, dal folk rock alla milonga, dal piano e voce all’acustica. Un disco all’apparenza etereogeneo ma che trova una sua unitA� nel filo logico della playlist, un viaggio ben preciso che tocca il nostro Paese, l’Irlanda, Parigi, Africa, Americhe. La canzone Siamo gli Operai A? interpretata anche da Modena City Ramblers, Gang, Statuto, Daniela Galli e altri. Non canta solo Fabrizio: una voce importante, che esce dalla terra, lo accompagna e va da sola in alcuni pezzi, quella di Greta Fornasari.

Al concerto del 13 marzo parteciperanno: Flaco Biondini che ha arrangiato e suonato Milonga Pour Elle. Dudu, Ice, Roberto, Franco, tutti dei Modena City Ramblers che entrano come ospiti in Nino il Marzianino, pezzo per il quale Vauro ha fatto una vignetta inserita nel libretto. Le batterie sono suonate da Gigi Cavalli Cocchi (giA� batterista di Ligabue, Clandestino, CSI), alcune chitarre elettriche da Max Cottafavi (chitarrista di LIgabue, Clandestino, Francesco Renga e altri), alcuni bassi da Elisa Minari (ex Nomadi). Il resto delle chitarre A? di Fabrizio Varchetta, il violino di Filippo Chieli (Cormac, ex MCR), rimanenti bassi di Riccardo Sgavetti, tastiere e fisarmonica di Leonardo Sgavetti (da quest’anno con i Modena City Ramblers).

Il lavoro A? da sempre uno dei temi piA? dibattuti all’interno di ogni societA� civile. Il lavoro occupa nella vita di una persona quasi la totalitA� del tempo e quindi assume un’importanza rilevante se non fondamentale. Esso contribuisce fortemente a definire l’identitA� di una persona. Spesso il luogo di lavoro diventa una seconda casa in cui si intrecciano relazioni sociali di ogni tipo e la nostra vita A? indubbiamente influenzata dal tipo di lavoro che svolgiamo e dall’ambiente in cui entriamo in contatto. Ed A? per questo motivo che la��Arci si impegna in un’iniziativa che racconti, con diversi linguaggi il tema del lavoro. Realizzato in collaborazione con il Cineforum Bolzano e il Circolo fotografico Tina Modotti, il progetto prevede dal 1 al 21 marzo, proiezioni di film, incontri, mostre e concerti.

Vedi anche

Alla Bookique la Festa della Musica con i “Pillole Blues live”

Venerdì 21 giugno 2019 ad ore 21.00, al Caffè letterario – Bookique,   in via Torre …