giovedì , 23 maggio 2019
Home / Eventi / MUSE: il 22 maggio il festival della biodiversitA�

MUSE: il 22 maggio il festival della biodiversitA�

In occasione della Giornata Internazionale della BiodiversitA�A�Domenica 22 maggio, dalle 15.00 alle 19.00 // Alle 21.00, in anteprima nazionale,A� a�?Biopop. Lo spettacolo della varietA�a�?di e con Duccio Canestrini

600 muse

Il programma prevede la��inaugurazione di TUTTI I LEGUMI DEL MONDO, i nuovi allestimenti degli Orti del MUSE. Nel prato antistante il museo, per celebrare il 2016 – Anno Internazionale FAO dei Legumi – spuntano fagioli, piselli, fave, cicerchie, lenticchie, roveja, lupini, soia, ceci, maracuoccio, lablab, caiano, noce bambara, azuki. A cura del MUSE, in collaborazione con Slow Food Trentino Alto Adige e MandacarA? Altromercato, la Fondazione E. Mach e la��Associazione Pimpinella, una��esposizione con oltre 500 varietA� di legumi suddivisi secondo diversi criteri: la��origine geografica dalla��America al Giappone, i piA? importanti per la��alimentazione umana, i Presidi Slow Food, i foraggeri e i melliferi, le varietA� tradizionali di fagioli trentini.

 

Il 22 maggio e, successivamente, durante la��anno, per far vivere gli orti e far apprezzare i diversi usi culinari di questi preziosi semi verranno proposti tanti eventi e attivitA�. Durante la��inaugurazione, uno sportello legumiA� inviterA� tutti a portare al museo varietA� di legumi tradizionali per contribuire al recupero e alla conservazione di queste cultivar. SarA� inoltre possibile consegnare ricette tradizionali a base di legumi per contribuire alla raccolta coordinata dalla FAO (pubblicazione sul sito 2016 International Year of Pulses). A contorno degli orti sarA� possibile visitare una piccola mostra con la��esposizione della biodiversitA� dei semi di legumi, realizzata anche grazie ai tantissimi produttori a livello nazionale che hanno donato i loro semi per essere messi in esposizione negli Orti e conservati nella banca del germoplasma del MUSE.

Grazie al Picnic biodiverso, nella��orto e nella serra di propagazione del MUSE, grandi e piccini si cimenteranno a spremere, pestare, centrifugare foglie, fiori e frutti della��orto per dipingere con i pigmenti naturali, mentre verranno svolte alcune AttivitA� sensoriali con semi di legumi a cura di Slow Food Trentino Alto Adige e di Morena Paola Carli autrice dei volumi per famiglie e bambini a�?La��Orto dei bambinia�?.

 

Dalle 15.30 alle 19.00, le porte del museo si aprono e iniziano le ATTIVITA� PER FAMIGLIE E BAMBINI: laboratori scientifici e teatrali, visite guidate agli Orti e al MUSE, assaggi e degustazioni a base di legumi a cura di Slow Food Trentino Alto Adige. Tra le varie proposte, lo speciale Bioblitz: alla scoperta delle specie vegetali spontanee e del microcosmo che abita in un prato, Insetti da guinness, per scoprire assieme la��insetto piA? forte, piA? veloce, piA? pesante a�� del mondo! Baco da seta-una farfalla dal filo prezioso, presentazione di un video realizzato da Scuola secondaria di I grado a�� Istituto Comprensivo S. Cuore di Trento sul progetto baco da seta,BiodiversitA� del mondo invisibile in alta montagna per scoprire batteri,A� funghi eA� alghe che abitano le superfici e le acque dei ghiacciai, i ruscelli, i terreni minerali e le rocce.

Alle 16.00 e 17.30 in La gang della��orto la signorina Cipolla, la��ingenua Carota, Mrs. Pera Williams e tanti altri loro amici vengono animati dalla voce di una stravagante ortolana.

 

Nel parco del MUSE saranno allestiti dei CORNER TEMATICI, postazioni a fruizione libera dove conoscere le attivitA� e le proposte del MUSE e da Aree protette del Trentino: PAT Aree Protette/Reti di Riserve/ Parco Nazionale dello Stelvio – Parco Naturale Adamello Brenta a�� Parco Naturale Paneveggio e Pale di San Martino – FEM- IPRASE – APPA – STEP – LIPU – WWF.

 

Tutti gli interessati potranno incontrare ricercatori e scienziati nello SPEAKERa��S CORNER, dove sarA� possibile approfondire temi come il rapporto tra aspetti culturali e naturali nella relazione tra biodiversitA� e paesaggio, le potenzialitA� della��utilizzo delle immagini provenienti dallo spazio per aiutare a individuare spot di biodiversitA�, la presenza della��avifauna nidificante negli ambienti rurali e il suo rapporto con una��agricoltura sempre piA? attenta e sostenibile, la ricchezza e varietA� delle acque sotterranee, gli effetti dei cambiamenti climatici in ambienti tropicali da��alta quota e infine i segreti del microbiota intestinale umano. A dialogare con i visitatori interessati, ricercatori ed esperti di MUSE, FEM e STEP.

 

La giornata si concluderA� alle 21.00 con un GRAN FINALE, lo spettacolo in anteprima nazionale BIOPOP, di e con la��antropologo e giornalista Duccio Canestrini,A�

a�?Biopop A? una serata dedicata a creature a�?diversamente amabilia�?: A? uno spettacolo di varietA�, la varietA� A? la legge della vita, guai se fossimo tutti ugualia�? spiega Canestrini.a�?Guai se non conservassimo le diversitA� biologiche e culturali del nostro pianeta e dunque: indios, meduse, pomodori gialli, animaletti strani e qualche alieno infiltrato dalla fantascienza: tutti sulla��arca. In nome della biodiversitA�a�?. Canestrini, che ha viaggiato per anni in tutti i continenti realizzando reportage e documentari, da anni presenta conferenze a�� spettacolo multimediali ironicheA� e divertenti, che interpretano diverse realtA� e illustrano scenari futuri.A�

A�

L’idea del Festival della biodiversitA� nasce nell’ambito del progetto “La BiodiversitA� partecipata”, delegato dal Servizio Sviluppo Sostenibile eA�Aree Protette dellaA�Provincia al MUSEA� per l’elaborazione di un Piano strategico di comunicazione della biodiversitA� nelle Aree protette.A� Al progetto, avviato nel 2015, collaboranoA�attivamenteA�tutti gli Enti del sistema provinciale che si occupano di biodiversitA�.

A�

A�

Vedi anche

Al Muse il Festival dello Sviluppo Sostenibile

Dal 21 maggio al 5 giugno 2019 a Trento, per il Festival dello Sviluppo Sostenibile …