domenica , 14 Aprile 2024

MUSE A NATALE
200.000 SOTTO La��ALBERO

250MUSE Natale_foto Matteo de Stefano - Fonte Ufficio Stampa Muse 600

A? un Natale ricco, quello del MUSE Museo delle Scienze di Trento, che proprio in questi giorni ha staccato il biglietto 200.000. Numeri di una��affluenza costante che, a partire dal 27 luglio, non A? mai mancata e che lascia ben sperare per il futuro.

Nel frattempo, il MUSE si prepara a salutare il nuovo anno con una apertura continuativa che esclude solamente il giorno di Natale e di Capodanno, e con alcune attivitA� a tema natalizio tanto amate dai piA? piccoli, come ad esempio a�?La��angolo del racconto con Babbo Natalea�?. Inoltre, fino al 6 gennaio, il servizio di visite guidate sarA� disponibile anche in lingua tedesca.

Alcuni dati:
Tra i visitatori di questi primi cinque mesi, il 65% provengono da fuori provincia (principalmente da Veneto, Lombardia ed Emilia), il 19% dalla provincia di Trento, il 13% dal capoluogo e non manca chi A? venuto dalla��estero (principalmente Germania e Svizzera).

I dati raccontano di una notevole attrattivitA� del museo sugli escursionisti a�� ossia le persone che effettuano una gita di un giorno senza pernottare – e sui turisti. I primi sono stati in media il 50% dei visitatori, con una punta nel mese di ottobre del 70%. I secondi, che nei mesi estivi hanno soggiornato in zona mediamente una settimana, nei mesi autunnali hanno puntato invece sul weekend. Nel corso del soggiorno, i turisti hanno visitato anche la cittA�, con Piazza Duomo e il Castello del Buonconsiglio, o la vicina Rovereto con il Mart.
I risultati di una��indagine condotta su un campione di oltre 600 visitatori – aggiornata a fine novembre – testimonia un interesse specifico nei confronti del museo; la��incidenza della visita al MUSE sulla motivazione per la quale i turisti hanno scelto di recarsi in Trentino, risulta infatti circa del 65%.

a�?Il dato non tiene conto della��apertura ancora in corso dei Mercatini di Natale, che nel mese di dicembre a�� come ormai avviene da piA? di dieci anni – sono certamente stati il principale polo di attrazione per i turisti sulla cittA� di Trentoa�? afferma il direttore Lanzinger a�?ma testimonia comunque la capacitA� del museo di essere una meta apprezzata per chi proviene da fuori zona e di ben inserirsi nella proposta complessiva del territorio, incrementandone le potenzialitA�. Anche su questo saremo in grado di fornire dei dati quantitativi di riscontroa�?.

Le scuole:
Una componente importante della frequentazione del Muse sono indubitabilmente le scuole e il turismo educativo. Allo stato attuale le prenotazioni giA� registrate per la��anno scolastico in corso di laboratori didattici, visite guidate e altre proposte educative sono giunte a oltre 80 mila unitA�.

Il MUSE amico della famiglia e dei giovani:
Il MUSE ha – da sempre – un occhio di riguardo per le famiglie e i bambini che trovano nei suoi spazi una ricchezza di stimoli e spunti e al contempo una struttura accogliente e attenta alle loro esigenze. Non a caso, dei 200.000 biglietti staccati, il 44% A? costituita dalla a�?Tariffa famigliaa�?. Inoltre, A? notizia di questi giorni la conferma per il MUSE del a�?Family in Trentinoa�? per la categoria musei. Piace ricordare che il Museo Tridentino di Scienze Naturali, museo del quale il Muse ha ereditato struttura e funzioni, fu il primo museo provinciale ad ottenere questo riconoscimento. Il marchio a�?Family in Trentinoa�? A? la garanzia, per chi lo espone, di avere tutti i requisiti per entrare nella cerchia degli amici della famiglia. E’ promosso dalla Provincia autonoma di Trento e viene rilasciato a tutti gli operatori, pubblici e privati, che si impegnano a rispettare nella loro attivitA� i requisiti per soddisfare le diverse esigenze delle famiglie.

Anche i giovani, tipicamente la fascia di etA� meno incline alla frequentazione dei luoghi della cultura una volta terminato la��obbligo scolastico, hanno mostrato di apprezzare il museo e visitarlo con piacere, ben 12.000 tra i biglietti staccati sono infatti relativi alla tariffa under 26.

I progetti futuri:
Il 2014, riserva alcune belle sorprese per il MUSE tra le quali la��inaugurazione del Maxi Ooh! lo speciale spazio a misura di piccolissimi (0-5 anni) dove i bambini potranno fare esperienza attraverso i cinque sensi. Con la primavera seguirA� la��avvio di mostre temporanee di rilievo internazionale come quella in corso di preparazione in collaborazione con la��Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Vedi anche

Al Muse appuntamenti per i più piccoli tra pipistrelli e mammiferi

Fino al 4 novembre 2018 al MUSE gli appuntamenti per i più piccoli assolutamete da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *