sabato , 18 Maggio 2024

POMARIA
La festa della mela della Val di Non

Torna a Casez l’appuntamento con il sapore trentino. Quest’anno con la straordinaria partecipazione del giornalista EDOARDO RASPELLI!
Che la mela sia la regina della Val di Non A? ormai un fatto risaputo! Sono oltre 5.000 le famiglie contadine che in Val di Non coltivano con cura la terra e in autunno si ritrovano nei campi per condividere la grande festa del raccolto delle mele.
La Val di Non invita tutti a questo grande momento di festa e bontA�!
Ogni anno il secondo week-end di ottobre l’appuntamento in Val di Non A? con “POMARIA”, la grande festa della mela nella sua patria italiana: si potrA� raccogliere la mela direttamente dall’albero assieme al contadino, imparare a cucinare il classico strudel e portarlo a casa con se, eleggere la “PiA? buona del Reame” e partecipare a tanti altri momenti divertenti e golosi pensati per grandi e piccini all’interno dell’antico borgo rurale di Casez.
Pomaria, dal latino pomarium, frutteto, e in onore di Pomone, dea protettrice dei frutteti, rappresenta il forte legame con una terra antica che sa valorizzare il passato per far conoscere la propria cultura.
Le vie del centro del borgo di Casez saranno animate da rappresentazioni di antichi mestieri, musiche, mercatini e una mostra pomologica.
Degustazioni di vini e prelibatezze locali attenderanno gli ospiti: il Groppello di RevA?, le celebri mele D.O.P. della Val di Non, il CasolA�t e la MortandA�la affumicata, presidio Slow Food.
I visitatori potranno godersi la bellezza delle valli di Non e di Sole attraverso lunghe passeggiate e partecipare in prima persona alla raccolta delle mele direttamente nel frutteto. E per i piA? piccoli giochi per divertirsi insieme, fiabe e iniziative per conoscere le meraviglie della natura.

Per avere maggiori dettagli sulla programmazione visitare la web http://www.stradedelvinodeltrentino.it/strada/strada.php?strada=NonSole

Vedi anche

Al Muse le monumentali sculture animali di Jürgen Lingl-Rebetez

Al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, fino al 12 gennaio 2020 sarà possibile …