venerdì , 23 agosto 2019
Home / Calendario / SINBAD IL MARINAIO
Sabato 18, Teatro Valle dei Laghi

SINBAD IL MARINAIO
Sabato 18, Teatro Valle dei Laghi

Sabato 18 dicembre 2010
ore 20.30
Teatro Valle dei Laghi
Vezzano

a�?Sinbad il marinaioa�?
Spettacolo teatrale del Tim a�� Teatro Instabile di Meano

due atti della durata di 50 e 40 minuti
luci e fotografia di Stefano Bassetti
musiche e fonica di Andrea Volani
costumi di Diana Sinigaglia
scenografie di Paolo Nones
regia di Sergio Bortolotti

Lo spettacolo, liberamente tratto da a�?La��ultimo viaggio di Sindbada�? (Einaudi a�� 2003) e a�?Solo Andataa�? (Feltrinelli 2005) di Erri De Luca, ha vinto il Premio per il miglior allestimento scenico al Palcoscenico Trentino 2009.

Sinossi
Un vecchio e sgangherato battello al suo ultimo viaggio e un capitano leggendario, Sindbad, che racconta storie mitologiche in presa diretta come se avesse mille anni ad una��umanitA� stanca e senza futuro che cerca speranza oltre frontiera. Un intreccio di storie e racconti, quasi fossero un espediente salvifico, per ottenere la a�?misericordia delle onde, che sono piA? ospitali della nostra terrafermaa�?. La��adattamento teatrale A? ambientato al tempo della guerra dei Balcani e vuole essere un filo rosso che cuce e tiene insieme tutte le migrazioni moderne.

In scena la compagnia del Tim-Teatro Instabile di Meano: Kristian Civetta (Sindbad, il marinaio), Luca Santuari (Vasco il nostromo), Lorena Simoni, Irene Rella, Anna Brugnara e Chiara Zanella (giovani donne di origine bosniache e kosovare), Paolo Nones (IonA�, un ebreo disertore), Khalid Tai Tai (Narouz, il combattente curdo), Guido Prati (Nazim, un vecchio bosniaco), Riccardo Camertoni (Josko, la��assasino sloveno), Paolo Pezzano (Ante, il poeta serbo dissidente), Cristian Dallapiccola (Aaron, il carnefice serbo).

Lo spettacolo A? una riflessione poetica, aperta e senza demagogia sugli enormi movimenti di popoli che attraversano questi nostri anni. Sulle ragioni dure del partire, sulla decisione sofferta, di attraversare deserti e mari, sul senso di sradicamento e di smarrimento che lo spostarsi porta sempre con sA�. A qualsiasi latitudine.

Biglietto:
– intero, 8 a��
– ridotto, 6 a��

Per maggiori informazioni:
Teatro Valle dei Laghi
via Stoppani
Vezzano
Tel. 0461 340158
info@teatrovalledeilaghi.it

Vedi anche

Mezzocorona: festa in piazza per il Festival Solstizio D’estate

Sabato 15 giugno, a partire dalle ore 16.30, Solstizio D’estate torna in piazza a Mezzocorona …