giovedì , 18 Luglio 2024

TIROCINI IN PAESI EUROPEI PER I GIOVANI DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

bandiera_comunita_liteLa giunta provinciale ha recentemente approvato i criteri per la realizzazione di esperienze in altri paesi europei nell’ambito del progetto “Tirocinio formativo in un Paese europeo per giovani con qualifica o diploma professionale (TiFo.Eur.)” presentato nell’ambito del Programma comunitario di apprendimento permanente (Lifelong Learning Programme).

Il progetto, promosso dalla Provincia autonoma di Trento, Ufficio Fondo Sociale Europeo a seguito del finanziamento da parte dell’Agenzia nazionale LLP-ISFOL (Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori) intende promuovere la cooperazione transnazionale fra i Centri e/o gli Istituti di formazione professionale locali e partner europei, in modo da innovare e qualificare l’offerta di formazione professionale iniziale provinciale, e per promuovere anche in questa filiera formativa la mobilitA� dei giovani allievi.

Otto i Centri e gli Istituti professionali trentini coinvolti. Si tratta dell’ENAIP di Trento; dell’Opera Armida Barelli; dell’Istituto di Formazione Professionale Servizi alla Persona e del Legno “S.Pertini”; del Centro di Formazione Professionale “G.Veronesi”; della Fondazione Edmund Mach – Istituto Agrario di San Michele all’Adige; del Centro di Formazione Professionale UniversitA� Popolare Trentina; della casa madre dell’istituto delle Figlie della CaritA� Canossiane; dell’Istituto pavoniano Artigianelli per le arti grafiche.

Il progetto si rivolge a 80 giovani che conseguiranno la qualifica di formazione professionale (corso triennale) o il diploma professionale (quarto anno) al termine dell’anno formativo 2009-2010, di etA� non superiore ai 20 anni, che siano interessati a potenziare la propria preparazione culturale e professionale iniziale e la propria preparazione in una lingua straniera comunitaria. Dovranno essere giovani che non abbiano giA� avviato rapporti di lavoro oppure con modeste e iniziali esperienze lavorative e che quindi possono partecipare all’esperienza di mobilitA�.

Sei sono complessivamente i flussi di mobilitA�: cinque flussi per un breve periodo di tirocinio di tre settimane e un sesto flusso piA? lungo di sei settimane che si svolgeranno nel periodo luglio-settembre 2010 e per i quali A? prevista la presenza di insegnanti accompagnatori.

I cinque flussi brevi di tre settimane hanno come obiettivi il potenziamento delle competenze linguistiche, di quelle socio-culturali e professionali trasversali di base, l’esplorazione di nuovi contesti aziendali, di sistemi organizzativi e tecnologici, di processi produttivi, di modelli di competenze, la maturazione di nuove consapevolezze e la promozione di confronti transnazionali in ambito europeo. Il tirocinio di sei settimane consentirA� invece di potenziare alcune competenze tecnico-professionali di carattere specifico o trasversale.

La domanda di partecipazione, il cui facsimile sarA� reperibile presso ogni centro o Istituto di Formazione Professionale, dovrA� essere presentata a partire dal giorno successivo all’adozione di questi criteri e fino al 12 aprile 2010 alla Struttura multifunzionale territoriale di Servizio dell’Ufficio Fondo Sociale Europeo, mentre le azioni informative e la selezione dei partecipanti saranno effettuate da ogni centro o Istituto.

Fonte: Ufficio Stampa Provincia Autonama di Trento

Vedi anche

Servizio civile universale provinciale: i nuovi progetti da scegliere

Servizio civile universale provinciale: i nuovi progetti da scegliere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *