sabato , 18 Maggio 2024

PALLADIUM: Sara Gusperti si racconta al ritorno degli Italiani Giovanili

La giovane Sara Gusperti si racconta sul progetto speciale di Palladium, dopo le vittorie ai Campionati Italiani Giovanili di nuoto.

600-Gusperti

Ciao Sara, hai ancora il sorriso raggiante addosso dopo i grandi risultati dei Campionati ItalianiA�Giovanili. Ti presenti ai nostri lettori per cominciare?

Salve, mi chiamo Sara, sono una ragazza di 14 anni e la mia piA? grande passione A? il nuoto, i mieiA�amici mi descrivono come una ragazza solare e sempre sorridente.

Ti aspettavi di iniziare cosA� bene la stagione? Ai campionati Italiani Criteria di Riccione hai conquistato due ori nella prima giornata di gare e sei medaglie totali al termine dellaA�manifestazione.

No, non mi aspettavo affatto di iniziare cosA� bene questa stagione pur sapendo di essermi allenataA�con impegno e costanza.A�La��oro dei 50 stile libero A? stato decisamente una sorpresa avendo preparato per lo piA? la distanzaA�sui 100 metri, inoltre sono stata felicissima di aver conquistato ben 6 medaglie. La��obiettivo A?A�quello di poter nuotare piA? stili e piA? distanze, per ora ci sono riuscita.

Siamo felici di vederti primeggiare in tutti gli stili, caratteristica piuttosto rara fra i nuotatori alA�giorno da��oggi. Ti piacciono tutti al punto da non poter rinunciare a nessuno stile?

Decisamente preferisco rana e stile libero essendo gli stili che faccio da piA? tempo, ma senzaA�trascurare dorso e delfino.A�Sia chiaro, molto meglio cosA�. Le motivazioni per continuare a fare bene ci sono tutte.

Ci vuoiA�parlare di come vivi la pratica sportiva giorno dopo giorno? Sei giovanissima eppure comeA�richiede il nuoto giA� devi affrontare molti sacrifici sia per gli allenamenti sia per le gare.A�

Ogni volta che vado ad allenamento cerco di dare il meglio di me, a volte perA? succede che nonA�sono in forma, e nonostante tutti i miei sforzi, non ottengo i risultati e tempi che mi ero prefissata.A�Inoltre devo conciliare studio ed allenamenti e non sempre A? facile. Sicuramente, avendoA�pochissimo tempo libero devo rinunciare ai molti hobby, ma per ora va bene cosA�.

Il nuoto per te A? una vera e propria vocazione di famiglia, il tuo papA� ha partecipato addirittura aA�due olimpiadi ed ora A? il tuo allenatore, come A? il vostro rapporto in acqua e fuori dalla��acqua?A�Quanto vi assomigliate?

Sicuramente, a differenza delle mie compagne e compagni di nuoto ho un rapporto molto specialeA�con mio papA� perchA� ci accomuna la passione per il nuoto. In acqua ho la��impressione che mio papA�A�pretenda di piA? da me rispetto ad altri ma credo che sia normale. Durante la��allenamento ci capitaA�di discutere ma sempre in modo costruttivo. Sono convinta che non mi poteva capitare unA�allenatore migliore, perchA� nel suo lavoro mette oltre che la sua competenza anche buona parteA�delle sue esperienze da atleta. Entrambi siamo molto tenaci e determinati volendo raggiungere gliA�obiettivi che ci siamo prefissati.

Tu sei stata inserita da qualche anno nel progetto Palladium, quanto ti sta aiutando nella tuaA�disciplina?

Finalmente A? stata creata una societA� che tutela lo sportivo in un modo senza precedenti. SiamoA�seguiti in maniera attenta e sponsorizzandoci ci danno un aiuto economico ma soprattutto unA�sostegno con i loro servizi. Personalmente ho apprezzato molto la presenza del team Palladium aiA�criteria.

Riuscire a partecipare ad eventi come il 5 nazioni a Mosca ti avrA� sicuramente regalato una forteA�emozione alla tua giovane etA� come vivi queste esperienze?

Mi ha fatto molto piacere essere stata convocata per il 5 nazioni a Mosca e spero che questaA�gratificazione possa essere la prima di molte altre.

In poche parole descrivici cosa A? il nuoto per te?

Il nuoto A? ovviamente la mia passione. Quando entro in piscina so che il lavoro sarA� lungo edA�intenso, ma la soddisfazione delle gare ripaga tutti i miei sforzi. La��acqua A? il mio elemento naturale,A�non posso dire diversamente.

La stagione sarA� ricca di appuntamenti. Hai un traguardo preciso per questa��anno?

Per questa��anno sinceramente gli obbiettivi che il mio papA� ed io ci siamo prefissati sono laA�convocazione in Nazionale per la Coppa Comen (in Grecia), gli Eyoff (in Georgia) ed il recordA�italiano dei 50 rana.

Grazie per queste belle parole, buon rientro in vasca. Continua cosA�!

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *