mercoledì , 17 ottobre 2018
Home / arte & cultura / 66. TRENTO FILM FESTIVAL DAL 26 APRILE AL 6 MAGGIO – IL GIAPPONE SARA’ IL PAESE OSPITE

66. TRENTO FILM FESTIVAL DAL 26 APRILE AL 6 MAGGIO – IL GIAPPONE SARA’ IL PAESE OSPITE

66. Trento Film Festival – una��avventura cinematografica dalla��Everest alle DolomitiA�con destinazionea��GiapponeA�dal 26 aprile al 6 maggio

La storica manifestazione dedicata alla montagna, avventura ed esplorazione
A? in programma a Trento dal 26 aprile al 6 maggio
Manifesto 66 TRENTO FILM FESTIVAL 2018web

SpazierA� dalle vette delle Dolomiti alle nevi della��Everest la 66. edizione del Trento Film Festival, la��evento internazionale dedicato a cinema e montagna in programma a Trento dal 26 aprile al 6 maggio.

Paese ospite della 66ma edizione il Giappone, tra cinema, mostre ed eventi.

La manifestazione propone un ricchissimo cartellone che sarA� inaugurato dalla��anteprima di a�?Tout lA�-hauta�? di Serge Hazanavicius, pellicola francese ispirata a una spettacolare storia vera di sport e avventura: la discesa della��Everest in snowboard attraverso la sua via piA? rischiosa e piA? affascinante, il Corridoio Hornbein. La chiusura sarA� affidata al debutto italiano di a�?Resinaa�?, pellicola firmata da Renzo Carbonera e ambientata in un Trentino arcaico e affascinante.
Paese ospite e protagonista della sezione a�?Destinazionea��a�? sarA� il Giappone, a cui verrA� dedicato un omaggio tra cinema, mostre, laboratori ed eventi per esplorare il volto meno noto di uno dei paesi piA? iconici al mondo. E proprio al Giappone, ai colori e alla levitA� delle sue stampe, A? ispirato il nuovo manifesto: la montagna proiettata nel cielo stellato realizzata dalla��artista italiano Philip Giordano.

Dopo Finlandia, Russia, Turchia, Messico, India, Cile e Islanda sarA� il paese del Sol Levante la meta del viaggio intrapreso dal festival. Uno spaccato che condurrA� il pubblico alla scoperta di tradizioni e identitA� secolari, dello straordinario legame di un popolo con le proprie montagne e foreste, di una natura al contempo delicata e violentissima e dei postumi della catastrofe nucleare di Fukushima, senza tralasciare immersioni nella��eccezionale cultura gastronomica che anno dopo anno sta conquistando il mondo. Accanto al cartellone di incontri con gli autori, esposizioni ed eventi la sezione a�?Destinazionea��a�? proporrA� un programma cinematografico di opere mai viste prima in Italia: da a�?Umi Yama Aida – In Between Mountains And Oceansa�? di Masaaki Miyazawa, sulla valenza degli alberi nella spiritualitA� giapponese, alla vita delle comunitA� montane fotografate in a�?Chiisana Akaria�? di Ryusuke Ohno, da a�?Trace Of Breatha�? di Haruka Komori, che osserva le tracce vive dello tsunami del 2011, alla celebrazione di uno dei piatti giapponesi per eccellenza in a�?Ramen Headsa�? di Koki Shigeno.

In equilibrio tra le cime europee e i giganti della��Asia saranno invece i lungometraggi che apriranno e chiuderanno la manifestazione. Partenza sabato 28 aprile con le nevi delle Alpi e della��Himalaya di a�?Tout lA�-hauta�?, grande successo al botteghino delle sale da��oltralpe. La vicenda a�� ispirata alla tragica avventura del campione di sci e alpinista Marco Siffredi a�� A? quella di Scott, giovane e talentuoso campione di snowboard che vuole essere il primo a scendere con la tavola dalla vetta della��Everest attraverso la sua via piA? impervia. Ma la strada per la��Himalaya passa per Chamonix, dove Scott dovrA� maturare e, sotto la��ala della leggenda del freeride e guida alpina Pierrick, capire che il talento da solo non basta. Esordio alla regia della��attore e sceneggiatore Serge Hazanavicius, la pellicola annovera nel cast la giovane star francese Kev Adams, la protagonista di The Artist BA�rA�nice BA�jo e Neri MarcorA?, nella parte di un compagno di avventure italiano di Pierrick.

Sabato 5 maggio sarA� invece il regista italiano Renzo Carbonera a concludere la 66. edizione del Trento Film Festival col suo a�?Resinaa�?, applaudito al Festival des Films du Monde de MontrA?al. Protagonisti un coro di uomini e un direttore donna, una famiglia in lutto e una piccola comunitA� alle prese con il cambiamento climatico, sullo scenario di un paesino di montagna, Luserna in Trentino, dove si parla ancora una lingua arcaica: il cimbro. Nel ruolo della giovane violoncellista Maria, che delusa dal mondo della musica fa ritorno al suo villaggio, e accetterA� la sfida di mettersi alla guida di un decaduto coro di montagna, ca��A? la��attrice e cantante Maria Roveran, giA� protagonista di Piccola patria, La foresta di ghiaccio e Questi giorni.
Resina A? il primo progetto sostenuto dalla Trentino Film Commission ad aver aderito al protocollo a�?T-Green Filma�? che premia le produzioni che scelgono la strada della sostenibilitA�, e a maggio, dopo la��anteprima al Trento Film Festival, verrA� distribuito nelle sale italiane da Parthenos.

Il 66. Trento Film Festival A? presieduto da Mauro Leveghi e diretto da Luana Bisesti. Programmazione cinematografica a cura di Sergio Fant.
Soci del festival i Comuni di Trento e Bolzano, il CAI e la Camera di Commercio di Trento. La sezione dedicata al Giappone A? realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto.

Facebook: www.facebook.com/trentofestival
Instagram: @trentofilmfestival
Twitter: @trentofestival
www.trentofestival.it

Vedi anche

A Trento il Festival dello Sport

Più di 130 eventi, che si svolgeranno in 15 location, con oltre 150 ospiti: un’immensa inchiesta giornalistica dal vivo, un racconto corale sul record, su come lo si costruisce, conquista e difende.