venerdì , 22 Gennaio 2021

A Trento attivo il registro della bigenitorialitA�

Nello scorso mese di novembre il Consiglio comunale, su proposta del consigliere Andrea Maschio e ampia istruttoria da parte della Commissione politiche sociali, ha approvato il regolamento comunale per l’istituzione e la tenuta del registro della bigenitorialitA�.

600 Attivo-il-registro-della-bigenitorialita_imagefull

Le problematiche relative all’educazione dei figli di famiglie separate o in fase di separazione sono ben presenti all’Amministrazione comunale che, attraverso la propria rete di servizi, A? impegnata a dare supporto e svolgere azioni preventive, soprattutto nell’interesse dei minori.

Secondo questo spirito, nello scorso mese di novembre il Consiglio comunale, su proposta del consigliere Andrea Maschio e ampia istruttoria da parte della Commissione politiche sociali, ha approvato il regolamento comunale per l’istituzione e la tenuta del registro della bigenitorialitA�.

In concreto, il Consiglio comunale ha inteso favorire le condivisione delle informazioni sul figlio da parte di entrambi i genitori.

Il registro, perciA?, si affianca agli altri strumenti a disposizione dando applicazione, per quanto riguarda i servizi e i procedimenti di competenza comunale, al principio che garantisce il diritto soggettivo del minore di vedere ugualmente coinvolti i propri genitori nelle scelte e nelle comunicazioni che lo riguardano.

Gli interessati possono rivolgersi all’ufficio gestione e promozione sociale del servizio attivitA� sociali ed eventualmente presentare istanza di iscrizione, utilizzando l’apposito modello.

Un minore puA? essere iscritto al registro se residente nel Comune di Trento e suA� richiesta di almeno uno dei suoi genitori. Naturalmente non potrA� avvalersi dell’iscrizione il genitore raggiunto da provvedimenti giudiziari che comportino la sospensione o la decadenza dalla responsabilitA� genitoriale.

L’iscrizione al registro, che non ha rilevanza ai fini anagrafici, consente infatti di far comparire il minore come domiciliato presso entrambe le residenze dei genitori.

Tutti i moduli sono scaricabili da questo sito.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …