domenica , 14 Luglio 2024

A Trento quasi 62 km di piste ciclabili nel territorio comunale

600 Quasi-62-km-di-piste-ciclabili-nel-territorio-comunale_imagefull

Ma entro l’estate saranno disponibili anche i percorsi piazza Centa-Via Druso, ex Michelin-Ravina, via Nassirya-via Maestri del Lavoro

Attualmente la rete delle piste ciclabili sul territorio comunale ha raggiunto quota 61.898 metri (34.412 metri di competenza comunale e 27.486 di competenza provinciale). Ecco le ultime piste (miste) realizzate:

  • Area ex Michelin, sottopassi ciclopedonali alla ferrovia Verona a�� Brennero: Lotto1: sottopasso ciclopedonale in asse con via Taramelli (70 metri);
  • Percorso pedonale e ciclabile in via Salterio (180 metri);
  • Percorso ciclopedonale tra via Gramsci e il parco del SalA? (265 metri);
  • Percorso ciclabile su via Piave da corso III Novembre a via dei Mille (247 metri);
  • Percorso ciclopedonale in via Brigata Acqui, dall’intersezione con via Barbacovi fino all’intersezione con via Paradisi, lungo via Pilati (187 metri);
  • Percorso ciclopedonale in via Barbacovi da piazza Fiera a via Brigata Acqui (244 metri);

Tra i lavori in fase di realizzazione si segnalano la pista ciclopedonale tra piazza Centa, via Fratelli Fontana e via Druso (fine lavori luglio 2017), la pista ciclabile lungo l’argine destro del fiume Adige dall’area Michelin al ponte di Ravina (fine lavori maggio 2017), il percorso ciclopedonale tra l’incrocio con via Caduti di Nassirya e l’incrocio con via Maestri del lavoro (fine lavori giugno 2017) e la pista ciclabile dal ponte di Ravina fino a via di Costa S. NicolA? (fine lavori luglio 2017).

Tra i lavori in previsione invece, si segnalano il percorso ciclopedonale in via Dos Trento che collega il marciapiede esistente su via Dos Trento (ad est del sottopasso stradale della vecchia tangenziale) con la nuova pista ciclo-pedonale tra la zona del vecchio deposito di autodemolizioni a�?Rigottia�? e il centro sportivo della Vela (inizio lavori metA� aprile 2017), il percorso ciclabile e pedonale tra via Fersina e la ferrovia del Brennero e il prolungamento del percorso ciclopedonale esistente a fianco di via Fersina fino al parcheggio di attestamento Trento sud in via Ragazzi del ’99 (inizio lavori maggio 2017) e il percorso ciclabile bidirezionale su Lung’Adige San NicolA? fino all’ingresso ex Italcementi (inizio lavori metA� aprile 2017).

Fermate dell’autobus senza barriere

Nel mese di aprile inizieranno i lavori di adeguamento della fermata autobus in viale Verona presso la questura (fine lavori prevista per luglio). Nel corso dell’anno inoltre, saranno avviati i lavori per lo sbarrieramento della fermata autobus a Gabbiolo e in via Giovanelli presso l’ospedale San Camillo.

Navetta parcheggi, con 20 euro viaggi tutto l’anno

Si ricorda che, per incentivare l’utilizzo dei parcheggi di attestamento da parte dei pendolari diretti in cittA�, A? attivo un abbonamento alla tariffa di 20 euro all’anno disponibile per chi parcheggia la propria vettura nei parcheggi di attestamento Monte Baldo, Zuffo, Ghiaie, via Lidorno, area camper Trento sud e nel il parcheggio della stazione ferroviaria di Villazzano. L’abbonamento Navetta Parcheggi, rilasciato su smart card, A? valido solo sulle linee A/ e Np (navetta parcheggi). Deve essere convalidato alla prima salita in vettura nella giornata di utilizzo in una delle fermate dei parcheggi (Zuffo capolinea Np, Monte Baldo, Ghiaie, via Lidorno e Area Camper Trento sud) con la validazione della smart card.

Una volta convalidato, l’abbonamento consente di viaggiare per tutto il giorno sulle linee A/ ed Np e, unica eccezione alla norma generale sulla��obbligo di validazione, non deve essere piA? validato alle successive salite sui bus delle linee A/ e Np nel corso della giornata. Senza convalida presso una fermata dei parcheggi, l’abbonamento non A? titolo di viaggio valido.

Dal 2014 A? attivo anche l’abbonamento Park Villazzano FS rilasciato su smart card e valido solo sulla linea 6 (per viaggi compresi nella tratta Park Villazzano a�� piazza Dante e ritorno). Anche in questo caso, l’abbonamento parcheggi A? valido come titolo di viaggio solo se convalidato alla prima salita in vettura nella giornata di utilizzo presso una delle fermate del parcheggio Villazzano FS in direzione Trento centro (Villazzano a�?Stazione FSa�? e Asiago a�?Enaipa�?) mediante validazione della smart card.

Una volta convalidato, l’abbonamento consente di viaggiare per tutto il giorno sulla sola linea 6 (tratta Park Villazzano a�� piazza Dante e ritorno), e, unica eccezione alla norma generale sulla��obbligo di validazione, non deve essere piA? validato alle successive salite sui bus della linea 6 nel corso della giornata.

Per maggiori informazioni si rimanda alle biglietterie aziendali di Trento (autostazione e capolinea FTM).

Parcheggio Duomo, continua la sperimentazione dell’apertura domenicale

ProseguirA� anche nei mesi di aprile e maggio l’apertura domenicale dalle 7 alle 20.30 del parcheggio Duomo disponibile nell’edificio a�?Finestra sull’Adigea�?.

Il parcheggio Duomo A? raggiungibile da via Sanseverino, ha una capacitA� di 200 posti e una tariffa di 80 centesimi all’ora. Il sabato pomeriggio e durante la pausa pranzo di tutti i giorni feriali (dalle 12 alle 14) il parcheggio A? utilizzabile gratuitamente.

Parcheggio in via Tomaso Gar aperto anche ai non residenti

Il parcheggio in via Tomaso Gar A? ora aperto anche ai non residenti. Dall’inizio di marzo tutti gli utenti interessati, indipendentemente dalla loro residenza e dal fatto che abbiano o meno il diritto al permesso per la sosta su strada, possono richiedere a Trentino MobilitA� il rilascio di un abbonamento al parcheggio Tomaso Gar 2 (Dipartimento Lettere dell’UniversitA�) con riserva di un posto auto. La tariffa annua per tale abbonamento A? di 800 euro, Iva compresa. Per i residenti dell’area centrale storica, gli abbonamenti sono a tariffa agevolata: 600 euro all’anno per la prima auto e 700 euro all’anno per la seconda auto.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *