venerdì , 21 Giugno 2024

ALPINE ROCKFEST
Andalo – 20 dicembre 2012

Ritorna in Paganella l’Alpine Rockfest, la��evento che unisce lo sport e la musica: si tratta infatti di un mix di spettacolari performance atletiche da parte dei campioni dello sci mondiale ed olimpico e di uno straordinario concerto di musica rock sulle nevi di Andalo.

L’Alpine Rockfest si svolgerA� per la terza volta ad Andalo, al cospetto delle Dolomiti di Brenta, in Trentino. Questa��anno la data fissata ea�� il 20 dicembre 2012 ad Andalo, sulle nevi di Paganella Ski, dove venti atleti si confronteranno sulle nevi della Paganella a ritmo di Rock.

Questo evento A? la continuazione della��edizione 2009 in cui il francese Cyprien Richard sconfisse i migliori sciatori del mondo e di quella del 2011 in cui il grande Ted Ligety precedette di un solo centesimo il nostro sciatore italiano Giovanni Borsotti, strappandogli cosA� il superpremio di 60 mila euro.

La��esibizione avrA� il formato di una manche di slalom gigante con la��inserimento di un salto. La��atleta verrA� eliminato sulla base dei tempi di discesa (3 o 4 giri).

Sono invitate 20 star, i migliori gigantisti del Mondo, che cercheranno di qualificarsi in una fase eliminatoria dove solo i primi 4 si sfideranno con i campioni. Le qualificazioni avranno inizio alle 9 e alle 11 si terrA� la finale. Al termine della gara fans e atleti si uniranno per festeggiare tra Apres-Ski party e un concerto Rock-n-roll.

GLI ATLETI :
NovitA� anche per i partenti: i recenti gravi infortuni che hanno di fatto concluso la stagione del ceco Ondrej Bank e del piemontese Giovanni Borsotti A�hanno messo fuori causa due annunciati protagonisti della sfida di Andalo ed al loro posto sono entrati in tabellone i due statunitensi Tommy Ford e Tim Jitloff, che vanno cosA� a completare il quadro dei partenti accanto agli attesissimi Ted Ligety, Aksel Lund Svindal, Bode Miller, Massimiliano Blardone, Davide Simoncelli, Kjetil Jansrud, Jon Olsson, Philipp Schoerghofer e cosA� via.

LA MUSICA: I gruppi che suoneranno sono i “Rebel Rootz” (reggae), “Le Origini della Specie” (rock made in Italy) e i “The Bastard Sons of Dioniso” (rock)

Abbiamo avuto modo di seguire le precedenti edizioni – sono le parole di Michele Vicentini, voce e chitarra dei The Bastards Sons of Dioniso – e l’evento ci carica a molla. Per noi sarA� un onore prendere parte ad una giornata di questo genere: siamo stimolati a fare bene e non possiamo che ringraziare il comitato organizzatore per avere pensato a noi. Abbiamo giA� avuto modo di suonare in montagna, ma cosA�, sulla neve, mai: sarA� eccitante“.

Tutto sembra preparato in grande stile e anche noi faremo del nostro meglio per non essere da meno – ribatte Claudio Pilloni, a sua volta voce e chitarra de Le Origini della Specie, band capace di meritare il successo a Rock Targato Italia, edizione 2011. “Il cast di campioni in pista sarA� di grande livello e spetterA� noi pareggiare il loro talento sul palco: risponderemo alla grande“.

A completare l’offerta musicale della giornata sarA� quindi il reggae dei Rebel Rootz che offriranno il loro stile fatto di originalitA� ed influenze funky e rock per completare una proposta sonora di ampio respiro e di indubbio qualitA�.

Alex Carlin, responsabile di Gulliver Studio Production, etichetta delle tre band trentine non ha dubbi. “Ho capito subito che sarebbe stata una grandissima opportunitA� di promozione per tutti i ragazzi: sono convinto che sapranno colpire nel segno e ci tengo a precisare che il live si terrA� a prescindere dalle condizioni meteo: siamo in montagna e pronti a tutto“. Gulliver Studio Production gestirA� per i prossimi tre anni la direzione artistica dell’evento e, proprio in quest’ottica, A? stata realizzata una compilation Alpine Rockfest con sound tracks delle tre band trentine e di altri artisti locali emergenti.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *