venerdì , 28 febbraio 2020
Home / evidenza / ANIMAZIONE: “Mila” si prepara all’ultimo anno di lavorazione

ANIMAZIONE: “Mila” si prepara all’ultimo anno di lavorazione

“Mila”, il film da��animazione scritto e diretto da Cinzia Angelini si prepara al suo ultimo anno di lavorazione. Un nuovo trailer anticiperA� la campagna di crowdfunding per la raccolta dei fondi necessari per affrontare le ultime spese di produzione del corto di animazione.

600 Mila

Il trailer mostrerA� scene inedite, risultato del lavoro degli ultimi mesi e sarA� reso pubblico nelle prossime settimane, in occasione del lancio della campagna. Alla realizzazione di Mila lavora un team composto da 250 artisti professionisti da piA? di 25 Paesi che collaborano volontariamente sotto il tetto di uno studio virtuale che lavora 24/7 cioA? che non si ferma mai. Il progetto, che vede la co-produzione di Valerio Oss di Pixel Cartoon, A? supportato da Trentino Film Commission.

La campagna di crowdfunding A? la��ultimo importante pezzo in una strategia di rilancio della comunicazione ad opera di Stay Nerd Productions, etichetta indipendente che di recente si A? aggiunta a supporto del core team di Mila. Raffaele Giasi, direttore editoriale di Stay Nerd, ha voluto precisare che: a�?Abbiamo creduto sin da subito nel progetto Mila e con Cinzia Angelini ca��A? stata una connessione immediata. A? una sfida ambiziosa con obiettivi importanti, ma questo non ci spaventa. Il trailer per noi rappresenta un punto da��arrivo di un percorso iniziato con artists spotlight, giA� pubblicati sul sito del film e con una serie di filmati lanciati sul canale youtube che fanno da teaser al lancio ufficialea�?.

Mila inizia cosA� il cammino che porterA� il film su Indiegogo nei prossimi mesi, con la��obiettivo di ottenere il supporto della community “Worldwide Community” per il completamento di quello che A?, ricordiamolo, un progetto no profit, prodotto da Ibiscusmedia in associazione con Pixel Cartoon.
Mila A? un film da��animazione che ha come protagonista una bambina. Ambientato durante la seconda guerra mondiale, il cortometraggio tratta un tema complesso e inusuale per un cartone animato. Cinzia Angelini spiega: a�?Sono convinta che la��animazione possa affrontare qualsiasi tema, anche quello della guerra. Portando cosA� un messaggio importante al pubblico. Non importa dove e quando, non importano le dinamiche e le ragioni. La guerra A? devastante per i bambini e sta agli adulti proteggerlia�?. La storia infatti A? ambientata nel 1943, durante i bombardamenti di Trento e si focalizza sui danni collaterali che colpiscono la popolazione civile e in modo particolare i bambini. Cinzia continua: a�?Il film A? ispirato dai racconti d’infanzia di mia madre che durante la Seconda guerra nondiale aveva l’etA� di Mila”.

Per info: www.milafilm.com

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …