martedì , 28 Maggio 2024

AQUILA BASKET: La Dolomiti Energia spazza via l’Enel: 84-48 con 6 in doppia cifra

Il girone di ritorno dei bianconeri si apre con una straordinaria prestazione corale dei bianconeri, che annichiliscono Brindisi rovesciando anche la differenza canestri: Craft (13), Beto (14) e Sutton (12) i migliori. LEGGI IL COMUNICATO STAMPA UFFICIALE

600 AQUILA VINCE

Aggressiva ed intensa in difesa, fluida e atipica in attacco, la Dolomiti Energia apre il suo girone di ritorno con un perentorio 84-48,A�spazzando via una Enel Brindisi troppo brutta per essere vera. Il successo, arrivato al termine di una gara di fatto chiusa giA� ad inizio terzo quarto, permette ai bianconeri non solo di agguantare in classifica l’Enel, ma anche di rovesciare a proprio favore la differenza canestri nei confronti diretti contro una concorrente.

Merito di una straordinaria performance di squadra (50-27 a rimbalzo) di cui la Buscaglia band A? stata protagonista, con ben sei giocatori in doppia cifra e nove a referto, trascinati da un Aaron Craft tanto lucido quando intenso (13 punti con 3/3 dall’arco, e 7 assist), da un Beto “formato Brescia” (14 punti con 3/5 da tre), e da un Sutton che alla prima gara della sua nuova avventura a Trento ha subito lasciato il segno con 12 punti, 7 rimbalzi e 3 recuperi che hanno fatto impazzire i 3.008 del PalaTrento.

A poco, tra gli ospiti, sono servite le discrete prove di Amath M’Baye, limitato a soli 13 punti dalla difesa aquilotta, e di Robert Carter (11 e 10 rimbalzi).

La cronaca: Brindisi apre le danze affidandosi alla fisicitA� di Carter nel pitturato (4)A�e al talento di M’Baye in transizione (5-7). La difesa trentina, perA?, A? brava a non concedere praticamente nulla agli esterni pugliesi, forzandone diverse perse (5) poi capitalizzate in attacco dalla coppia Craft-Beto, che con due triple a testa (6) aprono la “scatola” della retroguardia avversaria. A sfruttare gli spazi rimasti in area, poi, pensano Baldi Rossi con la sua tecnica (4) e Hogue con la sua voglia (4 con 3 rimbalzi d’attacco), mandando Trento al primo break sul 25-12.

 

Soffocata dall’irruenza di Sutton (2 recuperi a cavallo dei due quarti) e Craft, l’Enel continua a faticare in attacco, trovando punti solo da estemporanee invenzioni di M’Baye (9) e dal post basso di Carter (8). Per contro la Dolomiti Energia continua a convincere su entrambi i lati del campo, sfruttando una eccezionale serata di vena al tiro dall’arco (8-14 collettivo al 20′), e un Craft mai come questa volta leader delle manovre offensive aquilotte (13 con 4 assist). Alla pausa lunga A? 40-25 Trento.

 

Di rientro dagli spogliatoi, Trento mostra subito i muscoli della squadra matura, con Craft che crea un tiro facile per Beto, Sutton che ruba palla schiacciando a due mani, e Baldi Rossi (14 alla fine) che piazza la tripla (47-25).

 

La gara, di fatto, finisce qui. Flaccadori e Hogue sfruttano l’ultimo quarto e mezzo per arrotondare le proprie statistiche (12 a testa), nell’ambito di una armonica prestazione corale in cui trovano spazio anche le prime gemme dell’esperienza trentina di Marble (3 punti e 2 assist).A�Per il PalaTrento A? festa, per i giocatori aquilotti un pieno d’entusiasmo da sfruttare al meglio per alimentare la settimana di lavoro in vista della delicatissima trasferta di Cremona.

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO a�� ENEL BRINDISI 84 – 48 (25-12, 40-25, 64-34)

TRENTINO:A�CraftA�13A�(2/5,A�3/3), Baldi Rossi 14 (4/8, 2/5), Moraschini 2 (1/5, 0/1), Forray 2 (1/1, 0/6), Flaccadori 12 (3/3, 2/6), Gomes 14 (2/3, 3/5), Hogue 12 (6/11), Sutton 12 (4/4, 1/2), Lechthaler ne, Marble 3 (1/1 da due). Coach: Buscaglia

ENEL BRINDISI:A�Agbelese (0/2 da due), Scott 3 (1/3, 0/2), Carter 11 (4/8, 0/2), Goss 6 (0/1, 1/5), Mesicek (0/3, 0/3), Cardillo (0/1 da tre), Moore 10 (0/1, 3/4), Pacifico ne, Donzelli ne, Ma��Baye 13 (4/11, 1/4), Sgobba 2 (1/2 da due), Spanghero 3 (0/1, 1/3). All. Sacchetti

NOTE:A�TiriA�liberi:A�TrentinoA�3/11, BrindisiA�10/13.A�TiriA�daA�due:A�TrentinoA�24/41, BrindisiA� 10/33. Tiri da tre: Trentino 11/28, BrindisiA� 6/24. Rimbalzi: Trentino 50 (Sutton, Baldi Rossi, Hogue 7), BrindisiA� 28 (Carter 10) . Assist: Trentino 21 (Craft 7), BrindisiA� 9 (Scott, Moore, Ma��Baye 2)

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *