sabato , 20 Aprile 2024

AQUILA BASKET: Un Della Valle devastante condanna l’Aquila alla quinta sconfitta di fila: i Top&Flop di Lorenzo Molinari

Una combattiva Aquila lotta e si arrende solo nel finale ad unaA�lanciatissima Reggio Emilia.

600 aquila saruzza

A�Top & Flop: La��Aquila ritrova gioca e grinta, duellando a viso aperto con la seconda della classa ma nel finale deve cedere alla piA? quotata Reggio Emilia che trova nella��ispirato Della Valle la��arma in piA?, 31 punti 3 rimbalzi e 4 assist con una valutazione di 28!

Ottimo la��approccio al match per Flaccadori, il numero 12 bergamasco inserito nel quintetto base corre e lotta su tutte le palle trovando anche 10 punti pesanti, il baby del gruppo sembra tornato finalmente quello di inizio campionato, RECUPERATO.

Buona intensitA� anche per capitan Forray che non A? in buone condizioni fisiche, causa un problema alla schiena, il gaucho argentino si danna la��anima in campo spronando compagni e pubblico, diligente rapido nelle ripartenze rimane sempre una sicurezza, GUERRIERO.

Buona la prova anche della��americano Sanders impiegato da Buscaglia nel doppio ruolo di play e guardia, nei momenti topici del match tova pinti (14), assist (5) e rimbalzi (3), qualche sbavatura in alcune ripartenze e nei soliti tiri dalla lunetta, RIGENERATO.

Prova deludente in fase di difesa di tutto il roster, i giocatori di Reggio Emilia hanno avuto vita facile soprattutto con i tiri da tre punti con Della Valle e Aradori su tutti, poco lucidi nelle marcature e con molti errori a rimbalzo difensivo hanno fatto il resto decretandone la��ennesima sconfitta.

Male ancora Poeta, il furetto azzurro prova a caricare il squadra e il pubblico con una super bomba da 3 punti ma non A? sufficiente per un giocatore del suo calibro, con un nome che A? storia nel campionato Italiano e non solo, EMBLEMATICO.

La��americano Sutton anche se volitivo e volenteroso per la��ennesima volta non lascia il segno nel match, spigoloso e ruvido nelle sue movenze rende difficili anche le cose facili, METEORA.

Trent Lockett sembra la brutta copia del super giocatore ammirato nella prima parte della stagione, il numero 24 bianconero che aveva fatto della fantasia e della��esplosivitA� la sua forza non trova piA? quelle movenze che avevano incantato il palato dei tifosi Aquila, con solo 2 come valutazione la��americano deve e puA? dare di piA? alla causa aquilotta, RIMANDATO.

Dolomiti Energia che rimane a 22 punti, 8^ forza grazie anche alle contemporanee sconfitte di Sassari e Venezia, bisogna assolutamente tornar a far punti per tener stretta la poltrona play off, in settimana si riparte con la��EuroCup a Trento arriva la poderosa Milano per un match che si preannuncia incandescente, GO AQUILA!

 

La cronaca: trascinata dal pubblico del PalaTrento, la Dolomiti Energia Trentino parte con il turbo e dopo 5a�� A? avanti per 14 a 6. Silins segna da tre, Wright infila la seconda bimane di fila a cui risponde subito Kaukenas: 16 a 12 dopo 7a��. La partita A? bella e si mantiene su alti ritmi: gli esterni della Grissin Bon entrano in partita, ma alla fine del primo quarto i padroni di casa sono ancora avanti per 21 a 18. Lockett trascina i suoi ad inizio secondo quarto, ma Della Valle trova in modo sistematico la via del canestro: dopo 13a�� arriva il time out di coach Menetti sul 28 a 22 per la Dolomiti Energia Trentino.A� A metA� del secondo quarto la tripla di Aradori porta gli ospiti a -3, 30 a 27 e questa volta A? coach Buscaglia a chiamare time out. Nel finale punto a punto la tripla di Aradori sulla sirena di metA� gara vale il -1 per gli ospiti sul 38 a 37 al termine di due quarti con intensitA� da playoff. La��inizio del terzo quarto A? tutto di marca biancorossa: coach Buscaglia A? costretto a chiamare time out dopo il 7 a 0 chiuso dalla tripla di De Nicolao con cui Reggio si porta sul 38 a 44 dopo 23a��. La squadra bianconera risponde con un 6 a 0 chiuso dalla tripla di Forray. Bergrren trova confidenza con il parquet e i suoi canestri tengono in scia i padroni di casa: il contropiede chiuso da Flaccadori regala il 50 a 46 per la Dolomiti Energia Trentino al 26a��. Le triple di Reggio sembrano poter dare la��abbrivio per la��allungo decisivo ma alla fine del terzo quarto si va con la Dolomiti Energia Trentino avanti di 1 grazie alla tripla sulla sirena di Poeta per il 61 a 60. Della Valle apre la��ultimo quarto con la tripla del +2, Sutton impatta per il 63 pari al 31a��. Due triple in fila di Silins e Della Valle danno il +6 agli ospiti al 33a��, costringendo coach Buscaglia al time out sul 65 a 71. Sanders la mette subito da tre e poi Pascolo segna da due e coach Menetti chiama time out sul 70 a 71 per gli ospiti. Della Valle, perA?, A? implacabile e segna un 3/3 da tre in 2a�� (7/9 A�in 28a��) per il +10 al 35a�� sul 70 a 80. Pascolo e Sutton segnano 4 punti in un minuto per il -6 a 3a��39a�? dalla fine. Sanders mette il -4 a 3a��13a�? dalla fine per il 76 a 80: De Nicolao segna al termine di un contropiede sanguinoso e poi, dopo la��errore di Wright, arriva la��ottava tripla della serata di Della Valle che chiude di fatto il match: alla fine la Grissin Bon puA? cosA� conquistare la vittoria per 84 a 90. Per i bianconeri di coach Buscaglia tra 46 ore A? giA� ora di tornare in campo.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Poeta 5 (0/2, 1/1) Sanders 14 (3/7, 2/5), Pascolo 11 (3/7, 1/2), Forray 7 (2/4, 1/2), Flaccadori 10 (3/5, 1/2), Sutton 8 (4/6, 0/2), Lockett 10 (2/9, 2/3), Lechthaler 0 (0/0), Wright 13 (6/11, 0/4), Berggren 6 (3/3, 0/1). All. Buscaglia

GRISSIN BON REGGIO EMILIAA�Aradori 8 (1/3, 2/5), Bonacini ne, Polonara 4 (2/4, 0/2), Della Valle 31 (3/5, 8/11), De Nicolao 8 (2/3, 1/3), Strautins ne, Veremeenko 11 (5/6) , Silins 6 (0/1, 2/2), Golubovic 8 (2/3). All. Menetti.

NOTE: Tiri liberi: Trentino 8/13, Reggio Emilia 9/12. Tiri da due: Trentino 26/54, Reggio Emilia 18/30. Tiri da tre: Trentino 8/22, Reggio Emilia 15/26. Rimbalzi: Trentino 32 (Pascolo 7), Reggio Emilia 36 (Veeremenko 7). Assist: Trentino 12 (Sanders 5), Reggio Emilia 23 (De Nicolao 8). Spettatori:A�2907

Arbitri: Saverio Lazzarini (Bologna), Maurizio Biggi (Sarmato), Matteo Boninsegna (Milano)

 

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *