BIKE SHARING TRENTO E.MOTION: 4 cose da sapere

pubblicato da: TrentoBlog in economia e società,evidenza,Trento

Questo post è stato scritto da Sofia, Giulia, Sara e Alessandro, studenti del Liceo Prati nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola-Lavoro, dedicato nel nostro caso al “giornalismo civico” e alla scrittura per il web.

Biciclette per tutti – e per i più pigri anche elettriche.

biciclette e.motion a Trento - piazza VeneziaIl 3 giugno 2014 prende il via nelle città trentine il progetto Bike sharing (qui il link), che permette finalmente l’utilizzo di biciclette pubbliche, anche elettriche, per residenti trentini e turisti. Il risultato è molto positivo: l’afflusso di utenti che usufruiscono del servizio Bike sharing- chi per andare semplicemente a lavorare o chi per fare delle piacevoli escursioni in compagnia- è in continua crescita.

Internazionale riporta (a questo link) che anche la Cina progressivamente sta adottando la pedalata come sinonimo di vita sana e sostenibile.

Non si può dire la stessa cosa, invece, in città come La Spezia in cui “il servizio è temporaneamente sospeso in quanto sono in corso (…) le procedure di affidamento del servizio”: questo è ciò che riporta Città della Spezia (a questo link).

L’obiettivo di questo progetto è cambiare la mentalità dei cittadini, invogliandoli a  lasciare le loro macchine in garage e ad optare per uno stile di vita più sano e per un mezzo che tuteli l’ambiente e riduca notevolmente il traffico.

Volete quindi smettere di usare la macchina ma nel frattempo viaggiare comodi e veloci?
Ecco tutto ciò che vi serve sapere:

 

1. CHI PUÒ UTILIZZARE IL SERVIZIO DI BIKE SHARING?

Al momento il servizio è esteso solo a cittadini e/o turisti maggiorenni. Ciò suscita infatti diverse lamentele tra i più giovani che ne vorrebbero approfittare. Questo potrebbe rappresentare un punto debole dell’iniziativa, visto che in città come Milano è già partito il progetto “Junior Bike Sharing“.

 

2. QUANTO COSTA?

ABBONAMENTI TURISTICI
Giornaliero 4FORYOU: 8 euro
Comprende 4 ore di utilizzo, anche non consecutive.

Due giorni 8FORYOU. Costo 13 euro.
Comprende 8 ore di utilizzo, anche non consecutive.

Acquistando un abbonamento di breve durata presso le rivendite autorizzate sara` richiesta una prestazione di cauzione pari a 50 euro.

PER I RESIDENTI

Il progetto di bike sharing è recentemente cambiato con un lieve ritocco dei costi per l’utente. Come ci ha testimoniato uno studente universitario, rispetto all’anno scorso si è verificato un aumento di 10€, che pur non intaccando la convenienza del servizio, ha suscitato dei malumori. A fronte di questo aumento, va detto che è aumentato anche il numero di postazioni disponibili per il ritiro delle biciclette; la dimostrazione che è un progetto destinato a evolversi nel corso degli anni.
Il costo fisso dell’abbonamento annuale, ad ogni modo, è di € 25 (a partire dal giorno dell’attivazione). Rimane comunque un prezzo inferiore rispetto ad altre città come Milano, in cui l’abbonamento annuale costa 36 €.
Alla prima sottoscrizione si deve aggiungere una ricarica obbligatoria di € 5. La prima ora è sempre gratuita e per le successive viene scalato € 1 all’ora dal credito residuo.

 

3.MODALITÀ D’USO

Per gli abbonati al trasporto pubblico è possibile usare la smart card adibita già agli altri mezzi pubblici (autobus, corriere,…).

Per gli utenti occasionali c’è la possibilità di acquistare abbonamenti di breve durata direttamente con lo smartphone tramite l’APP Bicincitta (per Trento, Rovereto e Pergine è possibile visualizzare in tempo reale la disponibilità di biciclette nelle stazioni di bikesharing) e pagando con carta di credito o presso i punti vendita autorizzati*.

La bicicletta viene prelevata presso gli stalli delle stazioni di bike sharing dall’utente, che disattiva il blocco elettromeccanico avvicinando alla colonnina la smart card MITT abilitata al servizio.

Al termine del suo utilizzo la bicicletta deve essere restituita riagganciandola in qualsiasi cicloposteggio libero disponibile sul territorio comunale.

Metodo efficace nella maggior parte dei casi, anche se non sempre ottimale: “Non capita spesso, ma ogni tanto trovo le leve del freno allentate – testimonia uno degli utenti intervistati – ma quando è successo ho sempre chiamato il numero verde e sono sempre stati disponibili a risolvere il problema”.

Nel maggio del 2014 il quotidiano L’Adige ha pubblicato un video (che trovate di seguito) nel quale ha testato il servizio di bike sharing a Trento.

Ricordate che non è possibile utilizzare un sistema di chiusura personale per la bici.

 

4. SCOPRI LE STAZIONI PIÙ VICINE A TE:

Attualmente sul territorio di Trento ci sono 260 stalli distribuiti su 17 stazioni (clicca qui per la mappa).
Ma saranno sufficienti 260 biciclette? A questo quesito sono direttamente gli utenti a rispondere: “Usufruisco del servizio tutti i giorni per tornare a casa, anche se progressivamente le biciclette elettriche disponibili sono sempre meno” dichiara un ragazzo universitario sulla ventina; un’altra testimone, invece, pur non utilizzandolo di persona, condivide l’esperienza della figlia, sottolineando lo scarseggiare di biciclette, soprattutto nella zona universitaria. È per questo motivo che, con il numero di utenti in costante aumento, è stato deciso di aggiungere 12 postazioni alle attuali 41 (qui il link).

Poiché il progetto si espande su gran parte della regione è utile sapere che la bici deve essere riposizionata in giornata in una stazione interna alla medesima area di utilizzo. Le aree considerate sono:
– Trento, Lavis, Mezzocorona, Mezzolombardo e San Michele all’Adige (17)
– Rovereto, Villa Lagarina (17)
– Pergine (7)

Ricordate che è possibile prelevare una bici a Trento e consegnarla a San Michele all’Adige. Non è invece possibile prelevare una bici a Trento e riposizionarla a Rovereto.

Per ulterori informazioni:

Numero verde 800 734717 – attivo tutti i giorni dalle ore 8.00 alle 24.00

*Autostazione – via Pozzo – Tel. 0461 983627
Stazione ferroviaria linea Trento Malé – via Dogana – 38122 Trento – Tel. 0461 238350

 Azienda Provinciale per il Turismo – APT di Trento
p.zza Dante, 24 – 38122 Trento – Tel. 0461/216000
info@discovertrento.it
Orario di apertura: tutti i giorni dalle 9 alle 19.00

 

Alessandro Ugolini, Giulia Nollo, Sara Predelli e Sofia Bonanno – TrentoBlog.it

Articoli simili

Pubblicato il 15 febbraio, 2017 @ 10:27 am.


Trento Blog è un supplemento alla testata Blogosphera, registrata presso il tribunale di Trento (n. 1369/08)
Blogosphera: Direttore responsabile: Andrea Bianchi - Editore: Etymo srl
Redazione: c/o Etymo srl - Via Brescia, 37 - 38122 Trento (TN) - tel. 0461.236456 - redazione@etymo.com
© 2006-2010 etymo s.r.l. P.IVA 02242430219. Alcuni diritti sono riservati sotto licenza Licenza Creative Commons.

Policy di utilizzo dei cookies