giovedì , 20 Giugno 2024

CAPITANO MIO CAPITANO: anche Toto Forray all’incontro su creativitA� e innovazione al servizio del team.

Protagonisti dell’evento a�?Capitano, mio capitano! a�� Capitani a confronto su creativitA� ed innovazione al servizio del teama�?, che avrA� luogo giovedA� 12 febbraio, alle 20.45, presso la Sala della Cooperazione in via Segantini a Trento, saranno i tre capitani delle squadre trentine Emanuele Birarelli, Giada Marchioron e Toto Forray

Capitano_mio_capitano

L’Istituto Universitario Sophia di Loppiano (IUS), fondato da Chiara Lubich, promuove, in collaborazione con Trentinovolley, Trentinorosa ed Aquilabasket, una serata dal titolo a�?Capitano, mio capitano! a�� Capitani a confronto su creativitA� ed innovazione al servizio del teama�?. A fare da moderatore Paolo Crepaz, medico dello sport, giornalista e presidente della Fondazione per Sophia.
La serata, che ha il patrocinio della Provincia autonoma di Trento e del Comune di Trento, A? realizzata in collaborazione con il CONI, la Cooperazione Trentina, la Cassa Rurale di Trento e la sua Fondazione.

 

Essere parte del cambiamento, costruire e condividere una cultura dell’innovazione sono desideri che si fanno esigenza e necessitA� in molti campi. Una��originale chiave di lettura puA? venire dal confronto con il mondo dello sport. La serata del 12 febbraio, intitolata a�?Capitano, mio capitano! a�� Capitani a confronto su creativitA� ed innovazione al servizio del teama�?, serve proprio a fornire risposte e spunti di riflessione quanto mai incisivi proprio perchA� basati sulla��esperienza.
L’evento si colloca nel programma della Winter School universitaria internazionale dal titolo a�?Be part of the changea�?, che si svolgerA� a Trento, dal 10 al 15 febbraio, su iniziativa dell’Istituto Universitario Sophia di Loppiano. Obiettivo della Winter School A? sperimentare una��originale metodologia accademica: in un quadro interdisciplinare, 45 studenti da tutto il mondo potranno fare esperienza del percorso quotidiano che si svolge a Sophia, alla ricerca del legame tra sapienza e saperi. E potranno confrontarsi, in una serata aperta anche al pubblico trentino, con il mondo dello sport professionistico della nostra cittA�.
Se il mondo contemporaneo ha consegnato la gestione della creativitA� essenzialmente alla��innovazione tecnologica, alla competizione e al conflitto economico e politico, A? tempo di cercare nuove vie per costruire e condividere una cultura della��innovazione. Ed anche lo sport puA? avere un ruolo significativo e responsabile.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *