giovedì , 5 dicembre 2019
Home / arte & cultura / CICLISMO: apre il 27 giugno la mostra “Il cavallo d’acciaio. Da Gino Bartali a Charli Gaul”

CICLISMO: apre il 27 giugno la mostra “Il cavallo d’acciaio. Da Gino Bartali a Charli Gaul”

CICLISMO: apre il 27 giugno la mostra “Il cavallo d’acciaio. Da Gino Bartali a Charli Gaul.Storie del ciclismo in Trentino”

VenerdA� 27 giugno apre al pubblico a Le Gallerie di Piedicastello la mostra a�?Il cavallo da��acciaio. Da Gino Bartali a Charly Gaul, storie di ciclismo in Trentinoa�?. Tra gli oggetti in mostra, la bicicletta con cui Gino Bartali vinse il Tuor de France nel 1948.
A�
Il-cavallo-d-acciaio-171x300Il percorso espositivo racconta la storia del ciclismo in Trentino dal 1885 in poi. La mostra si sofferma sui grandi campioni, sulle biciclette e sulle storie di ciclismo legate alla nascita di questo sport. Attraverso una ventina di sezioni sono affrontati diversi temi: la��associazionismo sportivo di fine Ottocento e i suoi legami con il sentimento di italianitA� di una parte dei trentini, la nascita dei primi club e della federazione ciclistica, la costruzione delle prime piste per velocipedi a Trento e a Rovereto, la diffusione delle prime leggi sulla circolazione e il pagamento della tassa annuale per le biciclette, il rapporto tra la donna e la bicicletta e tra la guerra e la bicicletta, la��intensificarsi dei raduni e dei convegni ciclistici in Trentino, le gite, le prime corse locali e le grandi corse a tappe, la��apertura delle prime botteghe a Trento e i primi costruttori.

La mostra si avvale di alcuni fondi fotografici da��epoca, di documenti audiovisivi in formato 8 millimetri e raccoglie una serie di biciclette prodotte in Trentino nella prima metA� del Novecento e altre biciclette appartenute ai grandi campioni trentini. Tra queste, la bicicletta con cui il trentino Ermanno Moser partecipA? al Giro da��Italia nel 1935.

Una sezione speciale riguarda inoltre la salita a�?Charly Gaula�? sul monte Bondone e il ricordo della tappa in cui il ciclista lussemburghese vinse nel lontano giugno del 1956. Un approfondimento speciale riguarda infine la figura di Gino Bartali e del suo rapporto con il Trentino, in occasione dei cento anni dalla sua nascita.A�A�A�

La mostra A? curata da Alessandro de Bertolini e la��iniziativa A? promossa dalla Fondazione Museo storico del Trentino con la collaborazione di alcuni importanti enti e istituzioni locali e nazionali (Federazione ciclistica italiana a�� Comitato Provinciale del Trentino, Muse, Museo del ciclismo Madonna del Ghisallo, Museo di biciclette Ciclocollection, Prestabici)
A�
IL CAVALLO Da��ACCIAIO. DA GINO BARTALI A CHARLY GAUL, STORIE DI CICLISMO IN TRENTINO
Le Gallerie, Piedicastello a�� Trento
Dal 27 giugno al 31 agosto 2014
MartedA�-domenica ore 9.00-18.00. LunedA� chiuso
Ingresso libero

 

Vedi anche

Lagarina Jazz: a Isera l’imperdibile concerto dei “Floors”

Giovedì 20 giugno 2019 si apre il Lagarina Jazz con l’aperitivo in musica e un …