mercoledì , 28 Febbraio 2024

IL RAGAZZINO E LA BICICLETTA
S. Stefano al Museo Nicolis

600

Natale con i tuoi, ma a Santo Stefano tutti a teatro, con gli attori della Compagnia IMPIRIA che replicano al Museo Nicolis di Villafranca una edizione straordinaria de a�?IL RAGAZZINO E LA BICICLETTAa�?, dal romanzo a�?Umberto Dei – biografia non autorizzata di una biciclettaa�? dello scrittore riminese Michele Manzini. Ingresso GRATUITO fino a esaurimento posti.

La��iniziativa, dedicata soprattutto alle famiglie, vuole celebrare – attraverso lo spettacolo – uno degli oggetti piA? amati da grandi e piccini e cioA? la bicicletta. Per questo, a fianco del Museo Nicolis in questa occasione natalizia ca��A? Verona Garda Bike, nato per promuovere il cicloturismo nel territorio veronese e sul Lago di Garda.
Ca��A? un a�?denominatore comunea�? che trova tutti da��accordo: la bicicletta A? un oggetto meraviglioso e non ca��A? bambino che – prima o poi – non abbia desiderato inforcare una due ruote e pedalare alla scoperta del mondo! E non A? casuale la decisione del Museo Nicolis di diventare Teatro-per-un-giorno e di spalancare le porte sia per la rappresentazione teatrale, sia per consentire a tutti di ammirare – oltre ad auto, moto, strumenti musicali, macchine fotografiche e per scrivere – la straordinaria collezione di biciclette di tutti i tempi che il Nicolis custodisce.

Divertimento ed emozioni sono assicurate dalla��opera teatrale, incentrata sulla storia di Umberto Dei il quale perA?, e qui A? la prima sorpresa, non A? una persona ma una bicicletta, anzi, un marchio a�?culta�? di veicoli a due ruote. Per seguire la sua passione, Armando Scura, affermato broker finanziario, decide di cambiare vita per diventare meccanico e restauratore di biciclette a Milano, in una fascinosa officina lungo il Naviglio Martesana. La piA?ce A? ricca di momenti entusiasmanti, affidati agli artisti del teatro IMPIRIA (regia di Andrea Castelletti, con Guido Ruzzenenti e Nicola Benetti ).

Nella collezione di bici del Museo, che fa da cornice alla performance teatrale, si potranno ammirare esemplari unici che hanno segnato la��evoluzione di questo mezzo. Come la Draisina del 1816, una bicicletta allo stato a�?embrionalea�?. Creata dal tedesco barone von Drais, interamente in legno, era totalmente priva di pedali. Per avanzare si stava a cavalcioni e si procedeva a forza di pedate sul terreno! La successiva applicazione dei pedali, per mano dei francesi Michaud, fece fare un enorme balzo tecnologico al veicolo e portA? alla realizzazione delle cosiddette a�?Michaudinea�?. Seguirono, per due secoli, innumerevoli evoluzioni tecniche che oggi trovano nella collezione del Nicolis molte testimonianze. Come il bicicletto Bianchi, costruito a Milano, oppure la Bluebird sperimentale del 1939 che ha aperto la strada alle mountain bikes, oppure la bicicletta del Pompiere, in dotazione ai vigili del fuoco alla fine della��800. E non manca neppure un vero a�?pezzo da novantaa�?, e cioA? un esemplare unico del modello a�?Umberto Deia�? da cui A? tratta la��opera teatrale. Ma questi sono solo alcuni esempi di una collezione che comprende piA? di 100 due ruote!

Per queste ragioni la performance straordinaria di Santo Stefano che il Museo Nicolis e Verona Garda Bike offrono alle famiglie A? una occasione a�?nataliziaa�? da cogliere al voloa��a��a�� la��Ingresso A? libero fino a esaurimento posti.

PiA?ce teatrale: a�?IL RAGAZZINO E LA BICICLETTAa�? tratta dal romanzo a�?Umberto Dei – biografia non autorizzata di una biciclettaa�? – di Michele Manzini, scrittore e giornalista riminese

Adattamento e regia: Teatro Impiria a�� Verona

Di chi si parla: di Umberto Dei, il marchio mito di una grande due ruote che cambia la vita di Alberto Scura e ce lo fa incontrare nel laboratorio-officina lungo il Naviglio Martesana, a Milanoa��.

Dove: al Museo Nicolis di Villafranca, impresa culturale che alla��attivitA� museale affianca molteplici iniziative (Centro Congressi, Bookshop, Vintage Store, AttivitA� Didattiche; Eventi sperimentali, ecc)

Quando: il 26 dicembre, alle ore 17.00 con INGRESSO GRATUITO fino a esaurimento posti

La sorpresa: un esemplare unico del modello a�?Umberto Deia�? fa parte della collezione di oltre 100 biciclette del Museo

Verona Garda Bike: nella propria missione ha inserito una mappatura completa dei percorsi ciclabili che coinvolgono ben 16 Comuni, una segnaletica specifica per oltre 120 Km, attivitA� di promozione e comunicazione in Italia e alla��estero. Promosso da: Europlan, Bellatrix, GIV Gruppo Italiano Vini, Fratelli Turri, Lamacart-Museo Nicolis

Per informazioni
museonicolis.com
Museo Nicolis
Via Postumia
37069 Villafranca di Verona
Tel. + 39 045 630 32 89 a�� 630 49 59

Vedi anche

A Rovereto l’Urban Festival Summer Edition 2019

Venerdì 28 giugno 2019 a partire dalle 18.00 nel centro storico della città di Rovereto, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *