venerdì , 24 gennaio 2020
Home / arte & cultura / Inaugurato al MUSE lo spazio maxi Ooh! Dedicato ai bambini da zero a 5 anni, dove la scoperta inizia dai sensi

Inaugurato al MUSE lo spazio maxi Ooh! Dedicato ai bambini da zero a 5 anni, dove la scoperta inizia dai sensi

lo Spazio Maxi Ooh!A�A? una parentesi di stupore e meraviglia, uno spazio che prima non esisteva: A? una��esperienza tutta da vivere per i bambini da 0 a 5 anni, che possono coltivare la��attitudine a scoprire, provare, e sperimentare in prima persona.A�

A�600-maxyooh

A? A�stato inauguratoA�sabato 19 luglioA�in occasione del primo compleanno del museo, il nuovo spazio delA�MUSE Museo delle Scienze,A�il Maxi Ooh! ,A�dal nome giocoso e divertente.

Il momento della��apertura A? stato accompagnato da una festa in piena regola che ha contato circa 2500 persone nelle prime ore, che hanno affollato il museo per visitare il nuovo spazio e ascoltare le canzoni piA? famose della beniamina dei piccoli, Cristina da��Avena.

 

La realizzazione del Maxi Ooh! A? frutto di un lavoro di studio e progettazione condotto dal project team del MUSE in collaborazione con gli esperti della Federazione scuola materne di Trento e con la��Ufficio Infanzia, con laA�FacoltA� di Scienze della Formazione della��UniversitA� di Bologna – Dipartimento di Scienze della��Educazione a�?Giovanni Maria Bertina�? e con il Settore di Musicologia sviluppato dalla��UniversitA� di Bologna.A�

 

A dare il benvenuto alle molte famiglie e bambini presenti A? statoA�Michele LanzingerA�che ha ricordato come a�?aA�ispirare i progettisti e gli ideatori sono stati le migliori esperienze museali internazionali, le sperimentazioni condotte in asili nido di ultima generazione e alcuni spazi dedicati alla ricerca del benessere e alla riabilitazione in ambito medico utili per definire con esattezza gli obiettivi da raggiungere e le migliori modalitA� da adottare allo specifico contesto del MUSE. A livello internazionale, sono numerose le esperienze museali rivolte ai bambini in etA� prescolare, e in questo contestoA�Maxi Ooh! si caratterizza per la sua natura di progetto pilotaa�?.

A�

Come tutte le idee, anche Maxi Ooh! nasce da lontano –A�spiegaA�Samuela Caliari, responsabile del progetto -A�dalla��unione delle idee di persone e competenze diverse. E Maxi Ooh! A? un progetto che nasce da un sondaggio che sette anni fa avevamo indetto, coinvolgendo oltre 1000 insegnanti. Abbiamo accettato la sfida e speriamo di essere riusciti ad avvicinarci alle persone, A�con cui vorremmo sempre di piA? condividere la quotidianitA�a�?.

A�

Grande apprezzamento per la nuova proposta del MUSE A? stata espressa dalla��assessore alla cultura del Comune di Trento,A�Andrea RobolA�e dalla��assessore alla cultura della Provincia autonoma di Trento,A�Tiziano MellariniA�che ha ricordato come la��anno appena trascorso siaA�stato pieno di soddisfazioni per chi ha creduto in questa struttura, un progetto che sta conquistando traguardi internazionaliA� e che si sta ritagliando spazi importanti con iniziative come il nuovo Maxi ooh!, uniche nel panorama mondiale.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …