venerdì , 25 settembre 2020
Home / arte & cultura / LA GRANDE ISCRIZIONE DI GORTYNA: DALLA SCOPERTA AL MODELLO VIRTUALE
Venerdì 9 maggio alle ore 17.30 allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas di Trento

LA GRANDE ISCRIZIONE DI GORTYNA: DALLA SCOPERTA AL MODELLO VIRTUALE
Venerdì 9 maggio alle ore 17.30 allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas di Trento

eredifacsimProsegue fino al 21 maggio al S.A.S.S. lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, a Trento sotto piazza Cesare Battisti, la mostra “Chi non ha il suo Minotauro? Sulle orme di Federico Halbherr�, realizzata dagli studenti delle cinque classi di seconda liceo del Liceo Classico “Giovanni Prati� di Trento all’interno del Progetto Creta.

L’iniziativa intende rendere omaggio all’illustre archeologo ed epigrafista roveretano Federico Halbherr, scopritore nel 1884, proprio sull’isola greca, della Grande Iscrizione di Gortyna, detta anche la “Regina delle Iscrizioniâ€? in quanto rappresenta il testo epigrafico più esteso che ci sia pervenuto dalla civiltà greca.

Nell’ambito della mostra, venerdì 9 maggio alle ore 17.30, il S.A.S.S. ospiterà l’incontro “La Grande Iscrizione di Gortyna: dalla scoperta al modello virtuale� tenuto da Franco Nicolis, archeologo della Soprintendenza trentina e da Lorenzo Gonzo della Fondazione Bruno Kessler, che tracceranno la storia di questa importante testimonianza del passato fino alla realizzazione del modello tridimensionale con la tecnica del laser scanner 3D in corso presso la Fondazione Bruno Kessler.

La Grande Iscrizione, che risale al V sec. a.C. e riporta un testo a sfondo giuridico-normativo, assume particolare significato per il mondo archeologico e culturale trentino anche in previsione del centenario nel 2009 della fondazione della prestigiosa Scuola archeologica di Atene, alla quale Halbherr diede un fondamentale contributo. Per sottolineare ulteriormente l’importanza della scoperta la Soprintendenza per i Beni archeologici della Provincia autonoma di Trento ha avviato una collaborazione con la Fondazione Bruno Kessler, nello specifico con l’unità di ricerca Sensori ottici integrati del Centro Materiali e microsistemi.

Informazioni:

Provincia Autonoma di Trento
Soprintendenza per i Beni Archeologici
Via Aosta 1 – 38100 Trento
Tel. 0461 492161 – 0461 492182 Fax 0461 492160
E-mail: sopr.archeologica@provincia.tn.it
www.trentinocultura.net/archeologia.asp

Vedi anche

“I Romani nelle Alpi”: incontro con la docente Elvira Migliaro

Mercoledì 29 maggio, alle ore 17.00, allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, in piazza Cesare …