giovedì , 20 Giugno 2024

LA POESIA DORSALE
Alla ricerca di parole giA� dette

ChissA� cosa ha pensato il graphic designer e fotografo, Silvano Belloni fissando i libri ammucchiati su di uno scaffale; forse ha cominciato a leggerne a voce alta il dorso uno dopo la��altro, senza nemmeno pensarci, e fulmine a ciel sereno si A? accorto che qui dorsi, letti di seguito componevano delle frasi di senso compiuto, anzi potevano formare addirittura una poesia. Quel giorno A? nata la poesia dorsale.

La poesia dorsale A? semplicemente la composizione di versi realizzata impilando i libri orizzontalmente in modo che il loro dorso, letto uno dopo la��altro, dalla��alto verso il basso, formi una sorta di poesia.A�A�Il dorso di ogni libro diventa mattone della composizione poetica: la strofa.

 

Continua il post di Matteo Menapace quiA�

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *