domenica , 23 Giugno 2024

La��ALTOPIANO DI PINA� E La��INVASIONE DI NAPOLEONE BONAPARTE

La��Azienda per il Turismo Altopiano di PinA� e Valle di Cembra, in collaborazione con la��associazione a�?Noi Nella Storiaa�? e con il sostegno della��Assessorato provinciale della Cultura ripropone per la��estate 2012 un esclusivo programma.

Gli appassionati di storia e di montagna potranno trascorrere una settimana tra cortei in costume e banchetti, accampamenti e personaggi della��epoca, conferenze con esperti e visite guidate, ma, soprattutto, potranno assistere alla rievocazione delle battaglie che ebbero luogo sulla��Altopiano di PinA� e in Valle di Cembra tra il 1796 ed il 1797, dove la��esercito di Napoleone trovA? la strenua resistenza delle popolazioni locali.

La rievocazione di questa��anno avrA� luogo presso il lago delle Buse a Brusago, dove verranno allestiti i campi militari con gli accampamenti. Gli spettatori potranno assistere alle parate militari e alla battaglia tra il contingente francese e quello austriaco, coadiuvato dalla popolazione locale.

Tutti gli eventi programmati dal 20 al 26 agosto saranno ispirati al periodo napoleonico, tra riferimenti storici e rivisitazione di usi e costumi da��allora, momenti di vita quotidiana, balli da��epoca, racconti e conferenze storico-scientifiche.

Si comincerA� lunedA� 20 agosto (Centro Congressi PinA� 1000 ore 21,00) con Elisir della salute: I rimedi di un tempo, una conferenza tenuta da Giuseppe Morelli che parlerA� dei rimedi fitoterapici utilizzati nei secoli scorsi.

MartedA� 21 agosto, a partire dalle 10.00 Elio Antonelli guiderA� alla scoperta dei tesori della��antico borgo di Piazzo di Segonzano e della Chiesa della��Immacolata, mentre ad ore 21.00 a Montesover gli storici Adone Bettega e Aldina Martinelli parleranno della discesa delle truppe napoleoniche e daranno lettura dei diari storici dei Capitani degli Sizzeri (SchA�tzen sudtirolesi).

Al Castello di Segonzano, che fu teatro della sanguinosa battaglia contro le truppe napoleoniche del novembre 1796, mercoledA� 22 agosto ad h 21.00, sarA� di scena il Gruppo di danza Tridentum che si esibirA� in danze ottocentesche.

La gita del giovedA� 23 agosto porterA� gli appassionati di storia e di cultura tirolese a visitare i luoghi teatro delle campagne napoleoniche e della resistenza delle popolazioni locali. Da San Leonardo in Passiria a Merano, interessanti visite guidate animeranno la giornata. La serata si concluderA� presso il Centro Congresso PinA� 1000 con la presentazione del libro a�?Storia degli Schuetzena�? a cura della��autore Marius de Biasi e del DVD a�?La��Altopiano di PinA�, la Valle di Cembra e Napoleonea�?.

VenerdA� 24 agosto sarA� invece proposto a�?Adagio con Gustoa�?, il concerto enogastronomico che avrA� come tema a�?il salotto della��800a�?.

Il ricco week-end inizierA� sabato 25 agosto alle 9.30 e per tutta la giornata si potranno visitare i campi militari e il mercatino di prodotti tipici locali. Alle 12.30 le cucine prepareranno il a�?pranzo del soldatoa�?, mentre ad ore 16.00 presso il lago delle Buse inizierA� la rievocazione storica della battaglia avvenuta nella��autunno del 1796 tra le truppe francesi ed austro-tirolesi cui seguirA�, presso i campi militari, la cena del soldato. Evento conclusivo della giornata sarA� il concerto a tema nella Chiesa di S. Osvaldo di Bedollo con la��Ensemble Frescobaldi.

Domenica 26 agosto, ad ore 9.00 nei pressi della diga del Lago delle Piazze avverrA� il dispiegamento dei soldati francesi, austriaci e sizzeri che marceranno tra piccole scaramucce verso Baselga di PinA�. Con ritrovo al lago di Serraia, presso i mercatini di prodotti tipici, si preparerA� la sfilata in costume che si concluderA� con un matinA�e musicale sul lago e, dalla spiaggia della��Alberon, con il saluto delle truppe. Al lago delle Buse, alle 13.00 sarA� riproposto il pranzo del soldato. Il Trio Lorenz chiuderA� la settimana napoleonica con un inedito concerto presso il Centro Congresso PinA� 1000.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *